Evidenza Food

I lieviti, scopriamo le proposte più utilizzate

lievitiObiettivi puntati sul lievito madre, una moda del momento o un ritorno al passato? Come possiamo utilizzarlo?

Per aumentare il volume di un impasto, renderlo gonfio, e considerare che a fine cottura potremo godere di un prodotto croccante, non resta che affidarsi all’utilizzo del lievito.

Il lievito è formato da microorganismi, che presiedono ai processi di fermentazione, e come tali sono soggetti alla crescita e allo sviluppo, hanno bisogno di nutrimento, calore, aria e umidità, tutto ciò che nell’impasto è presente in maniera del tutto naturale.

Pane, torte, focacce, soluzioni dolci o salate necessitano in egual misura del lievito per arrivare in tavola soffici e gustose. L’unico nodo da sciogliere è capire qual è la soluzione più adeguata considerando la presenza in commercio di varie tipologie di lievito.

Clicca qui e scopri i più popolari a scelta fra lievito di birra fresco o essiccato, in polvere istantaneo, bio lievito,  lievito madre, kefir, acido tartarico, cremor tartaro, bicarbonato d’ammonio o di sodio.

Il lievito madre, autentica superstar di settore, unico per sapore e aroma

Oggi, vista la grande attenzione e l’interesse che suscita il lievito madre, ci si interroga opportunamente sulle peculiarità del prodotto. Ma non solo. Sempre più amato dai consumatori la domanda sul lievito madre sorge spontanea, si tratta di una moda oppure di un ritorno alla genuinità del passato? La risposta non è così scontata.

La pasta madre è osannata da consumatori, piccoli o grandi artigiani di settore, e da chi si diletta a preparare a casa pane, pizza e dolci. A convincere l’ampia schiera di consumatori è la certezza di poter fruire di un prodotto dai tanti benefici, altamente digeribile e meno grasso.

Proposto in versione ‘viva’ o essiccata è in grado di conferire al prodotto finale un profumo intenso, che si libera nell’ambiente anche a distanza di dieci ore dalla cottura.

Lievito naturale per eccellenza il lievito madre è ideale per tutti i prodotti da forno, sia dolci che salati. La versione viva non si trova in vendita sugli scaffali dei rivenditori, si può produrre in autonomia ma necessita di tutta una serie di precauzioni fra cui la conservazione a una temperatura costante di 28° e tempi piuttosto lunghi. La proposta essiccata è pronta all’uso ed è di facile utilizzo. In caso di prodotto essiccato, è sufficiente collocare la dose da utilizzare in una ciotola con un po’ di acqua tiepida per farla rinvenire. Una volta bagnato il lievito essiccato deve essere mescolato per bene, e poi lasciato riposare qualche minuto prima di aggiungerlo all’impasto.

In commercio il lievito madre è disponibile in versione essiccata quale preparato con farina e germe di grano antico, che dona al prodotto  aromi e sapori straordinari e lievitazioni perfette. Per ricette fragranti e profumate lo si trova anche mixato a una giusta quantità di lievito di birra.

Grazie alla proposta bio troviamo una soluzione pronta all’uso, prodotta come vuole la tradizione, con germe vitale di grano macinato a pietra, che dona agli impasti più sapore e leggerezza.

Articoli simili