I luoghi del bere Slide1

La Tordera: restyling e sostenibilità in Valdobbiadene

Ordinati filari di vite, colline dai profili dolci e atmosfera tranquilla e rilassante: siamo tra i vigneti de La Tordera, in Valdobbiadene, e in particolare nell’area del Cartizze, dove nascono i migliori spumanti.

Una zona, quella delle colline del Prosecco di Valdobbiadene,  dichiarata  dall’Unesco  Patrimonio dell’Umanità, dove, dopo le restrizioni dovute al Covid, è possibile rilassarsi e trascorrere piacevoli giornate di vacanza, tra la Trekking Adventure, che permette di fare una passeggiata tra i filari dei vigneti e poi di degustare gli ottimi vini de La Tordera, e una pedalata con la bici elettrica, per apprezzare lo stupendo panorama.

Per l’alloggio non c’è problema!

Inserito in uno scenario naturale che regala emozioni ecco, il  B&B Casa Oltraval,  recentemente inaugurato a Guia, a 10 minuti d’ auto dalla cantina La Tordera.
Le tre stanze elegantemente arredate, i cui nomi e colori si ispirano agli spumanti prodotti in cantina, permettono una full immersion nell’atmosfera incantata delle Colline del Valdobbiadene DOCG.

 I vini de La Tordera

Grazie all’impegno della famiglia Vettoretti, che da più di 100 anni si dedica alla coltivazione della vite e alla produzione di pregiati  spumanti tra i quali Superiore di Cartizze DOCG, Valdobbiadene DOCG, Asolo Prosecco Superiore DOCG e Prosecco Doc Treviso, le bollicine italiane vengono sempre più apprezzate dagli intenditori.

Il marchio La Tordera, che contraddistingue i prodotti della famiglia Vettoretti, è, infatti, sinonimo di qualità da molti anni e, per trasmettere ai consumatori i concept che sono alla base del suo DNA, tra cui l’identificazione con il territorio e la sostenibilità ambientale, oggi si rifà il look.

Per richiamare il nome di una collina della proprietà, chiamata “tordera“, dove i tordi erano di casa, è nata, perciò, una nuova bottiglia dalla forma elegante, che riproduce sul collo un tordo stilizzato racchiuso nel suo nido. Grazie all’incisione in rilievo l’uccello acquista plasticità e verosimiglianza. La Tordera

Ma non solo!

Anche l’uovo, simbolo di nuova vita, va ad impreziosire alcune bottiglie con un segno grafico che riconduce all’idea di cura familiare, quella che la Famiglia Vettoretti dedica a preziosi frutti dei suoi vigneti e al delizioso nettare che ne deriva.

Interpretando al meglio l’idea di sostenibilità ambientale, le nuove etichette vengono  realizzate con materiale riciclabile al 100% e le capsule prodotte con un innovativo materiale brevettato biocompatibile.

Anche la vicinanza dei vigneti alla sede aziendale contribuisce alla produzione di un vino migliore e più naturale: l’uva, infatti, viene trasportata nell’arco di poco tempo in cantina, dove viene lavorata. Ciò consente un ridotto uso dei solfiti, per un  vino più sano che regala benessere e felicità a chi lo beve. 

E che La Tordera sostenga totalmente la difesa dell’ambiente risulta anche dalle numerose certificazioni ottenute in ogni settore di produzione, tra le quali:

CasaClima Wine valuta la compatibilità ambientale della cantina e il suo comfort abitativo, il consumo di energia e acqua nella produzione dei vini, la scelta degli imballaggi ma anche le conseguenze del trasporto. L’azienda oggi copre il 70% del proprio fabbisogno energetico utilizzando fonti di energia rinnovabili.

Il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata (SQNPI) è uno schema di certificazione volontario per tutti quei prodotti agricoli e agroalimentari ottenuti con tecniche di produzione integrata e con limitazioni nel numero e nella scelta dei prodotti utilizzati durante i trattamenti. 

Rafcycle è il programma di riciclo dello scarto di etichettatura di UPM Raflatac. Grazie ad un processo tecnologicamente all’avanguardia, infatti, i supporti siliconati vengono recuperati ed inviati al riciclo per essere trasformati in nuova cellulosa che diventerà nuova carta. La Tordera aderisce al progetto dal 2018.

FSSC 22000 (Food Safety System Certification 22000) è uno schema per la certificazione delle organizzazioni produttrici di alimenti e ha l’obiettivo di armonizzare i requisiti di certificazione ed i metodi per ottenere sistemi di sicurezza alimentare nella filiera. La Tordera ha ottenuto questa certificazione nel marzo 2021 nella volontà di migliorare e di assicurare il massimo della qualità ai proprio consumatori.

 La Tordera, un mondo all’insegna della sostenibilità ambientale, nel quale tradizione ed innovazione si integrano con successo! 

Articoli simili

Vini Umberto Cesari, un’estate alla scoperta delle vigne e della natura

claudia.dimeglio

Ristoranti Michelin in Norvegia 2018

redazione1

“TSARINE”lo champagne di Branca

redazione1