I luoghi del bere Slide5

Il vino Cenerentola trova una nuova casa alla Fattoria del Colle

Cenerentola, famoso vino di Donatella Cinelli Colombini, trova una nuova casa alla Fattoria del Colle.

Una meravigliosa celebrazione ha dato il via a questo nuovo corso: tante pietanze per degustare insieme le specialità della Val d’Orcia insieme al vino Cenerentola.

Non c’era davvero modo migliore di iniziare un nuovo ciclo per il Cenerentola DOC Orcia. Il vino di Donatella Cinelli Colombini ha trovato alla Fattoria del Colle di Trequanda una nuova e splendida casa. La festa è stata presenziata anche dal Vescovo di Montepulciano – Chiusi – Pienza, Stefano Manetti, il quale ha donato la propria benedizione.

La scelta della Fattoria del Colle non è casuale. Si tratta di un ambiente dedicato alla conservazione del vino, con una professionalità fuori dal comune. L’attenzione al vino e a tutto ciò che può migliorare la sua conservazione è quanto di meglio di possa chiedere.

Il tutto senza dimenticare la location, un vero e proprio castello pronto a illuminarsi una volta giunta la sera. La Denominazione di Origine Controllata non potrebbe trovare un posto dotato di una atmosfera più magica di così.

Donatella Cinelli Colombini ha preso parola, dichiarando:

“Un progetto che per noi è doppiamente importante perché rappresenta la ripartenza e la rinascita dopo i lunghi mesi di restrizioni che hanno tenuto lontani i flussi turistici dalle nostre belle destinazioni. Il turismo enogastronomico è una voce sempre più strategica per l’economia del nostro Paese e sarà importante, soprattutto di fronte ad una crescente richiesta di esperienze autentiche, natura e sicurezza, riuscire a organizzare le nostre cantine con proposte originali e capaci di arricchire i viaggiatori di conoscenze e emozioni”.

cenerentola

Un grande rinnovamento per il vino Cenerentola

La Fattoria del Colle ha visto una importante opera di rinnovamento, proprio per diventare una perfetta destinazione per gli appassionati di vino. Il rinnovamento non è stato solo funzionale, ma anche estetico, per realizzare una struttura che sappia incantare i visitatori.

Per questo, all’estero della struttura, sono state posizionate delle vere opere contemporanee.
Elisa Boldi, architetto, ha progettato e disegnato delle silhouette che richiamassero gli alberi circostanti, nella loro forma invernale.
Il risultato è in grado di stupire e coinvolgere i turisti, con queste lunghe linee che formano i rami, pronti a puntare verso il cielo.

Fattoria del Colle emerge come un vero e proprio borgo, in cui la cantina è sì il centro, custode di queste meravigliose bottiglie, ma con intorno a sé tante splendide occasioni di relax.
Gli appassionati del vino potranno degustare Cenerentola in una struttura di grande pregio.

Non manca il centro benessere, in cui rilassarsi, mentre intorno a sé prende vita il panorama toscano, fatto non solo di vigneti, ma anche di oliveti e aree dedicate al tartufo bianco.

Si moltiplicano le attività, a partire dalle degustazioni e finendo con fantastici pomeriggi di trekking.

Articoli simili

vente-privee e il vino Rosa dei Masi

claudia.dimeglio

SANTI: l’eccellenza veronese

Redazione 111

Buon compleanno a Vanity Fair con la lattina Pepsi Light Limited Edition “VanityFair10”!

anna.rubinetto