Natale 2020: i bambini sono i protagonisti delle dolci specialità firmate Loison

La Dolciaria Loison è conosciuta in decine di Paesi del mondo  grazie ad una “pasticceria d’autore” di altissimo livello. L’arte del “fatto a mano” ed il “saper fare artigianale” sono tra gli  elementi che la contraddistinguono  

Mancano poche settimane al Natale e la Dolciaria Loison, la pasticceria boutique di Costabissara,  in provincia di Vicenza, ha sfornato, come sempre,  nuove delizie che conquistano gli occhi e seducono il palato.

Nello sfogliare il “Catalogo Inverno 2020”, 150 pagine di cose buone da gustare, sembra quasi di sentirne il profumo: la “sbrisola”, la “bonissima”, la “veneziana“,  i biscotti al burro, il filone ed il panettone, re dei dolci natalizi assieme al pandoro, provano ad uscire dalle pagine per solleticare il palato. Tante bontà che da sempre caratterizzano questa azienda, con oltre ottant’anni di storia e conosciuta in buona parte del mondo, grazie ad una produzione di alto livello,  materie prime di  qualità ed un importante lavoro di ricerca e sperimentazione. Gli altri elementi che contraddistinguono l’azienda –   guidata da quasi trent’anni da Dario Loison e Sonia Pilla, sua moglie – sono l’arte del “fatto a mano” e del “saper fare artigianale”. Un mix di semplicità, amore dei prodotti genuini e lungimiranza mescolati con la giusta maestria che porta a maturazione e a giusta combinazione sapori unici e densi di storia con risultati impagabili. È l’arte di trasformare la tradizione in qualità.

“La ricerca della qualità richiede presenza – ripete spesso Dario Loison – bisogna esserci in tutti i processi della filiera produttiva. Dall’acquisizione degli ingredienti più pregiati, fino alla realizzazione ed al confezionamento manuale del prodotto finito, passando attraverso numerose certificazioni. Quella che esce dai nostri laboratori aziendali è una pasticceria d’autore contraddistinta da uno stile unico ed inimitabile”.

Nel catalogo – che quest’anno ha cambiato “pelle” trasformandosi in una  preziosa monografia da conservare –  questo concetto di artigianalità balza agli occhi già nelle prime pagine con la foto di Dario Loison che abbraccia un orsacchiotto in peluche e un panettone, in un trionfo di toni caldi, quasi caravaggeschi, i toni di un forno acceso da tre generazioni. E’ uno scatto, questo, che scalda il cuore e trasmette il lato dolce di Dario Loison. Allo stesso tempo l’immagine di Sonia la coglie tra le sue creazioni in un momento in cui è rapita dai suoi pensieri più profondi, volata nel suo mondo dove colori suoni e profumi sono tutti in armonia, dove l’amore e la dolcezza la aiutano a creare nuove idee dall’inconfondibile stile che la contraddistingue.

Dario loison

Un ricco assortimento di cose buone da assaggiare

 In azienda, l’attaccamento alle tradizioni, la passione e l’innovazione, i tre ingredienti principali alla base del suo successo, vengono oggi declinati assieme a tenacia, curiosità, autocontrollo ed ispirazione.  La tenacia è credere in un obiettivo con coerenza e combattere con tutte le proprie forze per raggiungerlo, con disciplina e non con casualità. L’autocontrollo è il sistema dei controlli interni che comprende anche autodisciplina e fermezza, come ha dimostrato in primavera quando ha saputo reagire con spirito propositivo nel periodo di lockdown. La curiosità è invece il motore che alimenta la creatività aziendale che si riverbera poi sulla parte artistica delle confezioni grazie all’estro di Sonia Pilla.

Sonia Pilla

Il risultato di questo lavoro lo si vede nei prodotti che escono dal forno aziendale che –  come ripete spesso Dario –  è acceso da tre generazioni per fare arrivare sulle tavole dei consumatori  sempre nuovi prodotti di alta pasticceria, buoni e genuini. Ed anche per quest’anno le “cose buone” da assaggiare sono parecchie a cominciare dai panettoni. Quattro sono le collezioni  che li riguardano:  “Sogni” “Eroi”, “Fantasie” e “Latta Limited Edition”. Quest’ultima, giunta alla XIV edizione, viene proposta nei tre gusti più amati dal pubblico: Classico a.D. 1476, guarnito con pregiati canditi di arance di Sicilia, e cedro di Diamante; Mandarino, inimitabile grazie alle fragranze aromatiche del mandarino tardivo di Ciaculli, Presidio Slow Food e Regal Cioccolato, goloso grazie alla ricca farcitura dei più selezionati cru di cacao del Sud America.

Nel “bouquet” della pasticceria boutique ci sono  anche altri tipi di panettoni tra cui quelli ai Limoni, al Marron Glacé e al Nero e Sale, l’ultimo squisito gusto nato in Loison.

Altre due belle novità di quest’anno. La prima è rappresentata da Giulietta e Romeo, due grandi orsi di peluche coccolosi e carezzevoli ed abbracciati da una sciarpina in tinta firmata in oro Loison. Nel pancino nascondono un panettone da 750 grammi: Giulietta ha scelto il Classico A.D. 1476 perché ama i gusti tradizionali mentre Romeo ha preferito il gusto Regal Cioccolato, il colore della sua pelliccia, con selezionato cioccolato cru monorigine e crema al cioccolato. “Dopo avere gustato il panettone –  suggerisce Dario Loison – il peluche sarà il  rifugio dove ognuno proteggerà, chiusi a chiave, i propri segreti ed  i propri sogni”. La seconda è costituita da quattro Lattine (per altrettanti gusti di panettoncino da 100 grammi)  con una forma particolare ed un coperchio arrotondato che segue il Mood Loison 2020: un omaggio ai piccoli pasticceri che crescono.

Anche quest’anno Sonia ha creato una nuova dolce mascotte, che per l’occasione sono diventate due. Rudy e Serafina, due simpatiche marmotte, la prima con il manto più scuro e la seconda più chiara, carezzevoli e dolcissime. Anche loro nascondono un segreto: un piccolo panettone fatto con tanto amore!

Al Pandoro, l’altro re del Natale, è invece interamente dedicata la “Collezione Segreti”. Quattro le varianti, tutte da un chilogrammo, che si distinguono per il colore di fondo differente: Caramello Salato, gusto nato nel 2019 e che ha incontrato un grandissimo successo di pubblico; Classico, ricco di burro e vaniglia naturale Mananara del Madagascar; Cioccolato, farcito con  selezionatissimi cru di cacao sudamericani e Zabaione, cremoso e intenso ideale per questo soffice lievitato.

I protagonisti delle confezioni  che impreziosiscono queste delizie sono i bambini che si divertono con i giochi di una volta.

Il fantastico mondo dei giochi di una volta

Infatti il tema  studiato  per caratterizzare la collezione delle prossime festività natalizie è quello dei giochi di una volta, un mondo fantastico fatto di bambole in porcellana,  aeroplanini in legno, macchinine a pedali, cavallucci a dondolo, trottole e carillon.

Un tema complesso ed interessante, in perfetto stile Sonia Design, che da un lato riporta gli adulti  ai tanti bei momenti dell’infanzia quando si sognava ad occhi aperti e, dall’altro, vuole far riflettere sul fatto che i “giochi di una volta” possono, ancora oggi,  aiutare i bambini a crescere giocando con la fantasia, abituarli a coltivare ed affinare  creatività  abilità in maniera naturale senza un carico eccessivo di strumenti digitali.

“I protagonisti di questo spaccato di vita –  ha ricordato Sonia – sono bimbi di collaboratori ed amici che, in un’ambientazione dei primi del ‘900, si sono divertiti con giochi autentici, per trasmetterci ciò che è parte della nostra storia”.

Per ricreare il mondo fantastico, ma reale, che ha costituito il palcoscenico del tema 2020, Sonia è andata alla ricerca nei solai, con il prezioso aiuto di amici e conoscenti,  di giochi d’epoca originali dei primi anni del Novecento. Ha poi studiato ogni dettaglio, ha scovato vecchie stoffe di una volta  per realizzare, con l’apporto di sarte esperte, gli abitini di un tempo indossati per le riprese. Ecco quindi i gilet o i pantaloncini alla zuava per i maschietti, o per le femminucce vestitini in velluto, camicette con il colletto rotondo, vestagliette e abitini alla marinara per entrambi.

“ I piccoli – conclude Sonia – all’inizio erano un po’ spaesati poi, con serenità, si sono guardati intorno e ognuno, a modo suo,  si è espresso in maniera naturale e con grande felicità. Li voglio ringraziare uno ad uno con grande piacere unitamente a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto. Grazie di cuore a tutti”.

 Info: Loison Pasticceri dal 1938 – Strada del Pasubio, 6 – Costabissara (Vi) – Tel. 0444-557844. Sito internet: www.loison.com.

 

Articolo di Tiziano Argazzi

By | 2020-11-22T17:45:03+01:00 Novembre 2020|festività, Food|