Losanna: una meta per appassionati viaggiatori gourmet

A Losanna (CH) tutti gli appassionati gourmet troveranno … pane per i loro denti, poichè la città elvetica offre ogni tipo di ristorazione, dalla brasserie centenaria al ristorante stellato, passando per le tradizioni culinarie del mondo intero e i locali alla moda, oltre ad un numero elevato di ristoranti stellati.

Ce n’è davvero per tutti i gusti e ognuno avrà la possibilità di scegliere anche in base al proprio portafoglio!

 Ad esempio, Philippe Rochat, 3 stelle Michelin e 19 punti GaultMillau, ha contribuito a far crescere la fama del ristorante de l’Hôtel de Ville di Crissier, situato  nei sobborghi della città,  tanto che la guida Gault Millau Svizzera l’ha consacrato «cuoco dell’anno 2013 », confermando il suo punteggio di 19/20.

A Losanna e negli immediati dintorni, fra gli altri appuntamenti con la cucina d’autore, menzione d’onore va a Anne-Sophie Pic, fiore all’occhiello del Beau-Rivage Palace Lausanne con 2 stelle Michelin e 18 punti GaultMillau, così come a “Le Cerf” di Carlo Crisci a Cossonay (2 stelle Michelin / 18 punti Gault-Millau), L’Ermitage di Bernard Ravet a Vufflens-le-Château (1 stella Michelin / 19 punti GaultMillau) e «La Table d’Edgard» del Lausanne Palace (1 stella Michelin / 17 punti GaultMillau).

Non solo ristoranti stellati, però, perchè tra Losanna e dintorni ci sono più di 320 locali dedicati al buon cibo. Locande tipiche, brasserie storiche e terrazze con vista lago servono abitualmente una cucina regionale ricca di prodotti locali e tipicità del territorio – papet vaudois (porri e salsiccia di cavoli), cochonaille, salumi vari, piatti a base di formaggio, torte all’uva passa – e del lago, come i filetti di pesce persico, coregone, luccio, salmerino. Gli amanti del buon cibo, i turisti, le famiglie, gli uomini d’affari e giovani con piccoli budget…… a Losanna trovano una vasta scelta di ristoranti, cucine, stili, di ambienti e prezzi congeniali ai diversi gusti e alle rispettive possibilità di spesa. Locali giovani e di tendenza, etnici ed esotici, ristoranti classici per pranzi d’affari o cene romantiche a lume di candela, le tradizionali pintes – di cui la più antica, la Pinte Besson, vanta 230 anni di attività – senza dimenticare le proposte gastronomiche a bordo dei battelli della Compagnie Générale de Navigation. Grande varietà in una città piccola, come è Losanna, che denota volgia di godersi al vita e di accolgiere i turisti al meglio, anche nella gastronomia.

Losanna fa parte di numerose associazioni e aderisce a varie iniziative gastronomiche che hanno fatto apprezzare la città al di là delle frontiere. La città, con altre 18 destinazioni scelte di una rosa ristretta, è affiliata al circuito «Délice». Creato nel 2007, questo gruppo di città gourmandes del mondo intende favorire i contatti fra le realtà urbane che nel mondo si distinguono per la loro riconosciuta tradizione gastronomica. Fra gli obiettivi, la promozione di iniziative a tema, l’eccellenza dei rispettivi prodotti, il savoir-faire e la preparazione dei loro professionisti.

Nel 2012, Losanna è stata nominata “Città del Gusto” in occasione della 12.a edizione della Settimana del Gusto. Vetrina che, per tutta la durata dell’anno, ha consentito di far scoprire affinità e diversità in cucina, i sapori del territorio favorendo la conoscenza di protagonisti e culture alimentari. Fra gli appuntamenti a tema gastronomico, da citare “Gastronomia” salone con oltre 150 espositori che si svolge in novembre nei padiglioni di MCH Beaulieu Lausanne. La sua originalità è nel proporre, con assoluto equilibrio, momenti commerciali, contatti fra operatori ed animazioni per il pubblico.

LAUSANNE VILLE DU GOUT 2013

Dopo il successo dello scorso anno, “Lausanne Ville du Gout” torna questa estate a sedurre vista e palati…Da giugno a settembre, un “menu” di sfizi e delizie da gustare, provare, assaggiare in ogni angolo della città.www.lausanne.ch/gout Lausanne Night Market – les Tables Longues – Esplanade du Flon, ingresso libero  Ogni giovedì sera, dal 30 maggio al 12 settembre.Brunchs al ParcoParc de Milan, ingresso libero
Il Café de Grancy propone brunchs bucolici, “ a piedi nudi nel parco” Sabato e domenica 1 e 2 giugno

Balades gourmandes – Gratuite, su iscrizione
Un’ appetitosa selezione di 6 passeggiate in città, alla scoperta delle frontiere …urbane e del gusto!!!
Agosto e settembre

Pic nic per la Festa Nazionale Esplanade de Montbenon, ingresso libero
Un pic nic goloso, in un contesto idilliaco, per celebrare la festa Nazionale elvetica.
Giovedì 1° agosto

Restaurant Day – Iscrizione gratuita
Cordon bleu? Diventare Chef per un giorno e aprire il prorpio ristorante virtuale….Un sogno tutto da vivere….

Domenica 18 agosto

La Grande Table des Lausannois Antica Halle CFF (futuro polo museale), su iscrizione
Valenti Chef fanno squadra e, in un luogo insolito, metteno in tavola un banchetto d’eccezione…Giovedì 5 settembre

Un buon cibo, si sa, non può mancare del suo degno accompagnamento, il vino e a Losanna il vino è di grande qaulità, grazie alle regioni  vinicole che si trovano nei pressi della città e  che offrono un paesaggio magnifico: Lavaux, inserito nel Patrimonio mondiale dell’Unesco, e La Côte.

La Città di Losanna, la più importante realtà vinicola pubblica della Svizzera, è proprietaria di cinque tenute viticole: l’Abbaye de Mont, il Domaine du Burignon, il Château Rochefort, il domaine du Clos des Moines e il domaine du Clos des Abbayes. Proprietà che, in alcuni casi, propongono “ tables e chambre d’hôtes”. Una vera calamita per i viaggiatori in cerca di autenticità e di prodotti genuini.

I vini della città di Losanna sono oggetto di un’asta pubblica che si tiene ogni anno, a dicembre. Richiamo per le migliori tavole della regione e della stessa città. Gli amanti dei crus più pregiati possono trovare, e degustare, piacevoli sorprese nelle numerose enoteche di Losanna o nelle cantine del circondario, dove i vignaioli propongono interessanti degustazioni.

Da qualche anno, il Servizio Aree verdi e Parchi ha iniziato a diversificare i vitigni delle tenute cittadine. Benché Chasselas e Pinot nero rappresentino la maggior parte della produzione, sono state introdotte nuove varietà (Gamaret, Garanoir e Viognier). L’ultimo arrivato è il Merlot, coltivato a Château Rochefort e a Burignon.

Dal 1995, si è deciso di usare metodi dolci nella lotta contro i parassiti, di difendere le diversità biologiche nelle vigne, la tutela dei terreni e della stessa salute dei produttori. La vinificazione  viene fatta in gran parte in botti di rovere, legno proveniente dalle foreste losannesi e,  per limitare le emissione di CO2 durante il trasporto, le bottiglie – realizzate in vetro riciclato – sono più leggere.

Per coloro che desiderano conoscere meglio i vigneti di Lavaux e i vini del posto, dal 2010, in un edificio dall’architettura ultra contemporanea, il Lavaux Vinorama propone seminari enologici, uno spazio degustazione, vendita dei vini locali, un punto vendita, una sala proiezioni high-tech dove viene proiettato un film a tema (in 8 lingue).

Siti
www.lausanne.ch/domaines
www.lavaux-vinorama.ch

By | 2020-11-11T13:34:57+01:00 Giugno 2014|Food, News|