Conclusa con la vittoria del Consorzio Gorgonzola la querela fra Gorgonzola e Stracchino

Il 18 luglio 2013 il Tribunale di Milano ha condannato il Comune di Gorgonzola e l’Azienda Agricola Caterina al ritiro dal commercio del prodotto denominato “Stracchino di Gorgonzola” in quanto mera contraffazione della DOP Gorgonzola.

Il Comune e la società, con sede proprio a Gorgonzola, sono stati condannati anche al pagamento delle spese processuali.

La causa era stata intentata nel luglio del 2010 dal Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola, ente senza fini di lucro creato nel 1970 con il preciso compito di vigilare sulla produzione e sul commercio del Gorgonzola DOP e sull’utilizzo della sua denominazione in Italia e nel mondo. Il formaggio Gorgonzola, infatti, è un prodotto a denominazione d’origine protetta dal 1996 e pertanto gode di una tutela internazionale.

La commercializzazione col nome “Stracchino di Gorgonzola” di un formaggio, seppur del tipo stracchino, facente parte dell’antica tradizione locale della zona di Gorgonzola, riportante inoltre la De.Co. (un marchio collettivo di Denominazione Comunale), è stata ritenuta dal Tribunale di Milano una condotta potenzialmente ingannevole per il consumatore visto che il formaggio Gorgonzola Dop in origine veniva definito proprio “Stracchino di Gorgonzola”.

Il Consorzio ha agito e continuerà a farlo in futuro, a tutela del consumatore per garantire che la denominazione “Gorgonzola” sia utilizzata esclusivamente nei casi in cui un prodotto sia realizzato seguendo il rigoroso disciplinare di produzione della DOP.

Il Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola è stato creato nel 1970 ed ha sede a Novara. E’ un ente senza fini di lucro che raggruppa 40 caseifici che rappresentano il 100% della produzione mondiale.

Il Consorzio, che dipende direttamente dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha il preciso scopo di vigilare sulla produzione e sul commercio del gorgonzola DOP e sull’utilizzo della sua denominazione al fine di tutelare produttori e consumatori. Il Consorzio promuove tutte le iniziative tese a salvaguardare la tipicità e le caratteristiche del formaggio gorgonzola preservandole da ogni abuso, concorrenza sleale, contraffazione, uso improprio della DOP e comportamenti illeciti. Inoltre, in collaborazione con le Università, gli Istituti di ricerca e gli Istituti Tecnici Lattiero-Caseari, il Consorzio promuove ricerche tecnico-scientifiche.

IL GORGONZOLA IN CIFRE

• Con il 10% della produzione nazionale e circa il 6% dei consumi di formaggio nel nostro paese, il gorgonzola è il 3° formaggio di latte vaccino per importanza nel panorama dei formaggi DOP italiani, dopo i due grana.

• Più di 4 milioni di forme, pari a circa 500.000 quintali annui, è stata la produzione globale di gorgonzola nel 2012 da parte delle circa 3000 aziende agricole e 40 caseifici dislocati nel territorio consortile.

• 500 milioni di euro è il giro d’affari del gorgonzola al consumo.

• In Italia le vendite si suddividono per il 65% nel nord-ovest, 19% nel nord-est, 9% nel sud e nelle isole e il 7% al centro.

• Il 31 % della produzione è destinato all’esportazione, prevalentemente nell’Unione Europea (con la Germania e la Francia che assorbono più del 50% dell’esportazione totale), ma anche negli Stati Uniti, in Canada e in Giappone, paese in cui il consumo di formaggi italiani è in forte crescita.

By | 2014-10-22T07:50:43+02:00 Settembre 2013|News|