Food

Dolcificante TRUVIA, per una dolcezza naturale e senza calorie


Una  recente  pubblicazione  apparsa  sulla  rivista  scientifica  Trends  in  Endocrinology  &  Metabolism  ha sottolineato come il continuo ricorso ai dolcificanti artificiali (diversi dai glicosidi steviolici estratti dalla Stevia e di origine naturale), pur riducendo l’apporto di calorie, non aiuterebbe a dimagrire. Colpa dell’interferenza nell’equilibrio glicemico ed energetico dell’organismo, la quale porterebbe ad alterazioni metaboliche e, con una sorta di effetto boomerang, spingerebbe anche a mangiare di più e a cercare ‘rifugio’ negli alimenti e nelle bevande zuccherate.

L’EFFETTO DEI DOLCIFICANTI DI ORIGINE NATURALE SULL’APPETITO –
Non tutti i dolcificanti, però, sono uguali: questo aspetto non riguarda quelli a base di glicosidi steviolici. I  primi studi condotti sull’uomo hanno mostrato, infatti, che queste sostanze hanno effetti benefici sul glucosio ematico e sui livelli di insulina, suggerendo un possibile ruolo nella regolazione dell’assunzione di alimenti. Anche uno  studio più recente suggerisce che i dolcificanti a base di glicosidi steviolici non spingono a compensare l’apporto calorico inferiore rispetto al saccarosio. Avrebbero, al contrario, l’unico effetto di ridurre il contenuto calorico della dieta quotidiana, mantenendo lo stesso impatto dello zucchero sulla sazietà.

IL GUSTO DOLCE DELLA STEVIA –
Non rinunciare al piacere della tavola se si è a dieta è dunque possibile. I dolcificanti  di  origine  naturale  assicurano  un  effetto  analogo  a  quello  del  comune  saccarosio,  con il vantaggio di poter utilizzare dosi notevolmente inferiori, con un apporto energetico pari a zero. Ma c’è un motivo in più per cambiare le proprie abitudini alimentari. Negli ultimi mesi, infatti, diversi studi hanno confermato che, se assunti con moderazione all’interno di un regime alimentare equilibrato, i dolcificanti a base di glicosidi steviolici possono contribuire a prevenire o gestire le principali complicazioni metaboliche dell’obesità e del diabete mellito di tipo 2. Per questi dolcificanti, dunque, non ci sono preclusioni. I test effettuati su particolari categorie di consumatori hanno rivelato come risultino sicuri anche se assunti da bambini, donne in gravidanza e allattamento.

TRUVIA®, UN VALIDO ALLEATO CONTRO IL DIABETE
Truvia®   è l’unico dolcificante a base di Stevia i cui tre formati sono costituiti sempre e solo da tre ingredienti, tutti di origine naturale: glicosidi steviolici, eritritolo (unico carboidrato privo di calorie) e aromi naturali. Per questo può essere ritenuto una soluzione ideale per i diabetici e per chi segue una dieta ipocalorica, oltre che una vantaggiosa alternativa allo zucchero per l’alimentazione di tutti: «Diverse ricerche hanno dimostrato che la Stevia, e in particolare il componente rebaudioside A, non ha alcun effetto sui livelli ematici di glucosio, quindi non altera la glicemia – spiega Giuseppe Marelli, diabetologo e responsabile della struttura di Diabetologia Endocrinologia e Nutrizione Clinica dell’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate nonché componente del gruppo di studio Nutrizione e  Diabete  dell’Associazione  Medici  Diabetologi  (AMD)  -.  Pertanto,  alla  luce  di  queste considerazioni, i dolcificanti di origine naturale sono sicuri e possono costituire un valido supporto sia nella prevenzione che nel trattamento del diabete di tipo 2».

Convinta di poter soddisfare le esigenze di un’ampia fetta di consumatori, Eridania, azienda leader della dolcificazione  in Italia, in collaborazione con  The Truvia Company®, ha lanciato sul mercato Truvia®, il dolcificante di origine naturale a base di Stevia dal gusto eccellente e senza calorie.

Foto by Truvia

Articoli simili

Leave a Comment