Food Slide3

Alla scoperta dell’enogastronomia lucana

BasilicataLa Basilicata è una regione racchiusa tra mare e monti che si caratterizza per un’incredibile offerta enogastronomica.

Infatti, qui, è possibile trovare tantissime produzioni tipiche locali, da gustare così come sono nel caso di salumi e formaggi, deliziosi ortaggi per realizzare ricette dai sapori ricchi e decisi, ma non solo.

I piatti tipici della tradizione lucana vanno accompagnati poi da ottimi vini che vengono prodotti proprio in questo territorio.

Due ortaggi simbolo della Basilicata

La produzione agricola di questa regione è molto interessante e ci sono due prodotti tipici lucani che vale la pena assaggiare. Si tratta dei peperoni cruschi, specialità simbolo della Basilicata, coltivati soprattutto nella zona Senise e della Melanzana di Rotonda, una varietà originale dalla forma tonda che viene coltivata solo in questo paesino.

I peperoni cruschi, una parola che nel dialetto locale vuol dire croccante, sono una varietà che viene fatta essiccare all’aria aperta dopo aver realizzato delle collane da appendere a balconi e scale. Questo peperone si caratterizza per la croccantezza, che viene esaltata ancor di più quando vengono cotti in olio bollente e per ilsapore particolare. I peperoni cruschi vengono anche utilizzati per cucinare pietanze dal sapore insolito e caratteristico, ma anche per arricchire impasti di pane, pizze e focacce.

La Melanzana di Rotonda ha anch’essa un sapore particolare e si presenta con una buccia arancione, quasi simile a quella del pomodoro, dovuta all’elevato contenuto di carotene che la pianta accumula durante la maturazione. Questa melanzana è molto saporita e versatile tanto che viene impiegata per contorni sfiziosi, preparata sia fritta e impanata sia grigliata, anche se la forma tonda di questo ortaggio lo rende perfetto per essere arricchito con diversi ripieni.

Formaggi e salumi: quali assaggiare

É difficile parlare dell’enogastronomia lucana senza citare il Caciocavallo Podolico, un formaggio che viene prodotto esclusivamente con il latte delle mucche di razza podolica che conferisce a questo prodotto un sapore e un aroma particolare. La sua forma è allungata ed è frutto della tradizione di lavorazione della pasta filata che è tipica di tutto il Sud.

Il Caciocavallo Podolico si abbina bene con la salsiccia “pezzente” della montagna materana un salume antichissimo che veniva realizzato con le parti meno nobili di un maiale autoctono, il Nero di Lucania. Oggi, questa salsiccia si prepara ancora manualmente secondo la tradizione con resti di alcuni parti di scarto del maiale che vengono abbondantemente conditi con peperone, finocchio e altre spezie.

Il Caciocavallo Podolico e la salsiccia pezzente si abbinano bene con un l’oliva infornata di Ferrandina, altra specialità tipica, gustosa e saporita, da accompagnare al pane di Matera, realizzato solo con la semola di grano duro.

Vini tipici lucani, quali sono

I terreni vitivinicoli della zona del Vulture sono caratterizzati da una sapidità evidente: qui, ad esempio, si può degustare l’Aglianico del Vulture, un vino che rappresenta quasi il 40% della produzione vitivinicola della regione. Per chi preferisce invece i sapori più decisi, sono ottimi anche il Greco e Primitivo, coltivati soprattutto nella zona di Matera, oppure un più aromatico San Giovese.

Articoli simili