Il Pianzio produce vino vulcanico che parla dei Colli Euganei

I Colli Euganei, dai morbidi pendii con le colline rivestite da verdi ulivi e da filari di vigneti ormai pronti alla vendemmia, offrono angoli davvero incantevoli e invitano a passeggiate rilassanti. Nonostante la loro discreta altitudine permettono una vista panoramica di tutto rispetto. Settembre è il miglior periodo per scoprirli. Le temperature si mitigano, i panorami ed i colori dei colli virano verso tutte le sfumature del giallo, marrone e rosso. 

L’occasione può essere organizzare un pomeriggio e “andar per vino” in una cantina con degustazioni guidate.L’azienda vitivinicola Il Pianzio della Famiglia Selmin situata nella vallata del Pianzio, comune di Galzignano Terme, è sempre disponibile ad accogliere i visitatori. Gli onori di casa li fa la sig.ra Mariagrazia che insieme al marito ed ai cognati gestisce l’azienda che coltiva 15 ettari di viti, la maggior parte nella Valle del Pianzio, dove viene prodotto vino bianco  i terreni marnosi influenzano il carattere del vino.     |
La visita inizia tra i filari di uve ormai prossime alla vendemmia. Una cosa curiosa: un cespuglio di rose piantato in testa ai filari di vite. Il rosaio nei vigneti è una tradizione antica. Veniva usata dai vignaioli come una sentinella a guardia del vigneto. Infatti  la rosa è una pianta che manifesta prima i sintomi di un’ eventuale presenza di parassiti e ammalandosi per prima consentiva ai viticoltori di intervenire per prevenire i danni al raccolto. Oggi essenzialmente i rosai hanno una funzione decorativa.  La sig.ra Mariagrazia spiega che una buona gestione e cura della vigna permette di evitare le malattie in modo da ottenere così uve sempre più sane usando con “testa” gli antiparassitari per non nuocere al territorio.

Il Pianzio produce vino vulcanico che parla dei Colli Euganei

L’azienda Il Pianzio produce vini rossi e bianchi DOC e DOCG tipici della zona collinare euganea. Vini di notevole pregio grazie all’origine vulcanica dei colli. Il suolo magmatico ricco di tanto potassio, magnesio e fosforo rende prezioso il terreno nel quale i vitigni affondano le proprie radici conferendo alle uve caratteristiche particolari per ottenere vini con una spiccata mineralità, longevità e dal gusto sapido.                                                                                Accanto a questo si deve aggiungere la passione per il lavoro che coniuga il rispetto per la tradizione con il desiderio di progresso. Quindi un equilibrato mix tra raccolta delle uve a mano e innovazione tecnologia. Il risultato sono vini che hanno avuto diversi premi nell’ambito di varie manifestazioni enologiche e non solo in loco.

Il Pianzio produce vino vulcanico che parla dei Colli Euganei

Il Serprino frizzante ed il Moscato Fior d’Arancio, nelle due versioni secco e spumante, ed il passito in questa crue hanno un valore aggiunto. Vini “vivi” che raccontano la storia di sacrificio e dedizione di chi li ha prodotti che vogliono soddisfare il consumatore che è sempre più informato e attento a ciò che porta alla bocca. Sempre più spesso infatti gli “enoturisti” non si accontentano solo di degustare ma vogliono unire la conoscenza del vino al suo territorio. Altre sensazioni di piacevolezza si trovano assaggiando i vini rossi frutto dell’incontro tra Merlot e Cabernet Sauvignon con una percentuale di Cabernet Franc. Il colore rosso rubino è un invito alla meditazione. Un altro vino battezzato dalla famiglia Selmin Cabernet “Jenio” è un omaggio al nonno Eugenio che con il sudore della fronte ha dato esempio di dedizione al lavoro ed ha trasmesso il rispetto per la terra. Questo vino è ottenuto da uve 100% Cabernet Sauvignon, il suo colore è rosso rubino intenso, dal gusto secco e robusto.  Non manca la produzione di vino rosè frizzante per terminare con il vino dei “vecchi ricordi” : uno spumante rosso dolce “corbinello” ottenuto recuperando negli anni cinquanta le barbatelle della corbinella dai frati del convento di Praglia.
Il costo di per una bottiglia di vino parte dai 6 euro per arrivare a 14 euro. Il 50% del prodotto viene venduto in azienda e tramite spedizioni su tutto il territorio nazionale ed anche  in Germania ed Olanda. L’azienda Il Pianzio sa bene che non si rinuncia mai al piacere di bere un calice di ottimo vino abbinato ad un gustoso piatto tipico veneto immersi in una cornice affascinante e suggestiva come quella dei Colli Euganei che offrono, oltretutto, un bacino termale meraviglioso tra Montegrotto ed Abano Terme. Spostandosi nei dintorni non mancano punti di interesse e località d’arte.

Info www.ilpianzio.it per degustazioni e visite alle cantine su prenotazione

Testo e foto di Dorina Cocca

By | 2017-12-12T02:55:11+00:00 Settembre 2017|I luoghi del bere|