La Sagra dell’anguilla a Comacchio tra gusto e tradizione

La Sagra dell’anguilla a Comacchio tra gusto e tradizione. L’anguilla ed il suo regno. Comacchio e la sua civiltà fatta di acqua e di pesca. Questo felice e plurisecolare connubio ha consentito alla città lagunare, posta a guardia del Delta del Po emiliano-romagnolo, di sopravvivere all’atavica povertà con l’unica risorsa economica ed alimentare possibile: l’anguilla, da pescare nelle valli che la circondavano.

Così, per onorare e mantenere viva la straordinaria unione rimasta intatta e consegnata ai comacchiesi di adesso dalle tante generazioni passate, il Comune di Comacchio, in collaborazione con Associazioni ed Enti di volontariato locali, ha organizzato la “Sagra del’anguilla”. La kermesse enogastronomica, con tanti risvolti spettacolari, culturali e di animazione, proposti per fare conoscere Comacchio ed il suo territorio ai tanti visitatori che come ogni anno invaderanno la città, sarà effettuata nei fine settimana del 27/28 settembre , 4/5 e 11712 ottobre prossimi.

L’attrazione principale dell’evento sarà costituita dalla degustazione di prelibati piatti a base di anguilla e di pesce di mare e di valle, presso lo stand gastronomico ubicato in via Fattibello, che rimarrà aperto dalle ore 11,30 alle 15 e dalle ore 18 alle 21 dei giorni 5-6, 12-13, 19-20 Ottobre, effettuando servizio al tavolo. Info e prenotazioni 335 5438027 (per gruppi di oltre 20 persone).

Mentre i ristoranti del territorio creeranno un circuito gastronomico durante l’intero periodo della Sagra (dal 27 settembre al 12 ottobre) che rivisiterà in chiave moderna i piatti a base di anguilla ed altre specialità locali.

Per questo tradizionale appuntamento, tutta Comacchio sarà coinvolta; infatti, nel caratteristico centro storico cittadino, lungo i canali e fino al Loggiato dei Cappuccini, sarà allestito un percorso espositivo con prodotti agricoli, prodotti tipici locali, artigianato, manufatti artistici, enogastronomia e dolciumi. Oltre ad un angolo giochi per bambini, mercatino del collezionismo e delle curiosità, animazione di strada, musica, teatro dialettale, allestimenti con ambientazioni di valle e la possibilità di effettuare piccole e suggestive escursioni nel centro storico a bordo delle tipiche imbarcazioni lagunari chiamate “batane”.

Invece, l’aspetto culturale, integrativo di quello enogastronomico, sarà costituito dalle Mostre allestite, al Museo cittadino, ai palazzi storici ed al complesso della Manifattura dei Marinati.

Nell’ex Ospedale degli Infermi sarà allestita la Mostra: “Omaggio a Giglio Zarattini (1958-2004)”, indimenticato sindaco di Comacchio, a dieci anni dalla sua prematura scomparsa;

Mentre la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea dell’ottocentesco Palazzo Bellini, ospiterà la mostraNicola Sebastio. La bellezza della vita. Storie d’arte e d’amicizia”.

Al Museo del carico della Nave Romana, situato a pochi passi dal monumentale ponte dei Trepponti, sono esposti ritrovamenti archeologici di grande importanza appartenenti ad un’imbarcazione ritrovata presso l’antico litorale romano che offrono al visitatore un’affascinante spaccato sui commerci del I secolo a.C. e sulla vita a bordo di una nave dell’età augustea.

Mentre nel complesso di fabbrica della Manifattura dei Marinati, in via Mazzini, dove in passato veniva lavorata l’anguilla pescata nelle valli di Comacchio, rimarrà aperta ad orario continuato nell’intero periodo della Sagra. Con la possibilità di degustazioni di pesce fritto di vallenei giorni 27-28 settembre, 4, 5, 11, 12 ottobre, dalle ore 12 (€ 2,50 a porzione).

Visite guidate gratuite (la guida è compresa nel prezzo del biglietto, intero 2 euro, ridotto un euro), nei giorni 27-28 settembre, 4, 5, 11, 12 ottobre, alle ore 10,30 ed alle ore 16. Sarà disponibile anche un servizio di noleggio biciclette.

Ed ancora, n una villa eccentrica a ridosso della spiaggia, il Museo Alternativo Remo Brindisi, in via Pisano 51 al Lido di Spina, sarà possibile visitare la ricca collezione d’arte contemporanea appartenuta al maestro Remo Brindisi (1918 – 1996), rappresentativa delle principali espressioni artistiche del Novecento.

E sarà possibile anche effettuare escursioni storico-naturalistiche in battello nelle valli di Comacchio che partiranno tutti i giorni dalla Stazione Foce alle ore 9 – 11 – 15 e 17. Tariffe: intero € 11 – ridotto € 9.

E visitare in bici la Salina di Comacchio con escursione gratuita che prevede l’incontro con una guida presso il Casone Bettolino nei pressi della Stazione di Pesca Foce e partenza per la visita della salina, un’importante zona umida del vasto complesso delle Valli di Comacchio, luogo di nidificazione e stazionamento dei fenicotteri rosa.

Mentre domenica 5 ottobre sarà organizzata un’escursione “Pedalata dell’anguilla” lungo un suggestivo itinerario che porterà alla scoperta delle Valli,da  sempre protagoniste della dura vita della popolazione comacchiese.   Partendo dalla Manifattura dei Marinati, il percorso sisnoderà lungo l’argine della Valle Fattibello fino a raggiungere la stazione di pesca Foce dove si potrà osservare il “lavoriero”,tradizionale sistema per la cattura delle anguille. L’incontro con la guida sarà effettuato a Comacchio presso la Manifattura dei Marinati, Corso Mazzini n°200.

Prenotazione obbligatoria con Tariffe di € 25 comprese escursione con la guida e degustazioni. E’ prevista la possibilità di noleggio bici in loco, € 5.  Info e prenotazioni: 345 2518596.

www.comune.comacchio.fe.it

www.turismocomacchio.it

www.sagradellangiulla.it

www.podeltatourism.it

By | 2015-02-07T19:50:42+01:00 Settembre 2014|I luoghi del gusto, News|