Eventi I luoghi del gusto Il mondo del bere

Restaurant Week da “Tano Passami l’Olio”

Tano Passami l'OlioRestaurant Week, giunta alla sua nona edizione, ha fatto tappa al ristorante stella Michelin “Tano Passami l’Olio” a Milano.

Tano Passami l’Olio è lo specchio esatto dello chef e titolare Gaetano “Tano” Simonato con l’olio. Tano propone una cucina moderna in cui unisce con sapienza  sapori e consistenze.

“Nati per stare insieme: Restaurant Week Ascovilo-Grana Padano” ha trovato proprio a casa di Tano la sua casa per l’occasione.

La cena, composta da 4 portate realizzate con 3 diverse stagionature di Grana Padano Dop è stata accompagnata da una selezione di vini Lombardi.

A precedere il momento conviviale si è tenuto un training formativo moderato da Alberto Lupini (Direttore di Italia a Tavola), con la partecipazione di Federico Bovarini (Ais), Cornelio Marini (Onaf), Andrea Lorenzi (Tenute del Garda), Paolo Fabiani (Tenuta Roveglia) ed Edoardo Medolago Albani (Azienda Medolago Albani).
Occasione per capire e conoscere le diverse stagionature del Grana Padano Dop e divertirsi abbinando ad esse i vini poi proposti durante la cena.Tano Passami l'Olio

I vini proposti dal Sommelier Federico Bovarini

“Riesling” Garda Dop 2018 – Tenute Del Garda

“Vigne di Catullo” Lugana Doc Riserva 2018 – Tenuta Roveglia

“I Due Lauri” Valcalepio Doc Ross Riserva 2018 – Medolago Albani

La cena proposta dallo Chef Tano per la Restaurant Week

Per iniziare lo Chef  ha proposto un fuori menù di “Raviolo liquido, grana padano, formaggella di montagna, uovo e brodo al Grana Padano Dop”, seguito dall’antipasto Uovo di cristallo ripieno di morbido albume, Grana Padano Dop oltre 20 mesi e patata, con il suo tuorlo su riso nero, oro e tartufo bianco”, un classico della cucina di Tano.
In abbinamento con il “Riesling” Garda Dop 2018.

Come prima portata è stata proposta una Vellutata di Grana Padano Dop con asparagi, crostini di Grana Padano Dop oltre 20 mesi e uovo in camicia al tartufo bianco”.
In abbinamento il “Vigne di Catullo” Lugana Doc Riserva.

Il secondo piatto proposto è stato un “Filetto di maialino Patanegra in crosta di mandorla, laccato al Grana Padano Dop 18 mesi, cavoletti di Bruxelles caramellati”. Questo piatto ha trovato il perfetto abbinamento con il “I Due Lauri” Valcalepio Doc Riserva.

Prima della chiusura chef Tano ha sorpreso gli ospiti con un pre-dessert “Zucca, yogurt, caffè, Crumble di amaretti e Grana Padano Dop”.

A seguire è stato servito il finale vero e proprio composto da una Crème brûlée al Grana Padano Dop 12 mesi, uva e frutti di bosco”

Articoli simili