Doc Colli Berici e Vicenza: un 2020 ricco di successi

Doc Colli Berici e Vicenza: un 2020 ricco di successiOttimi riconoscimenti per i vini del Consorzio Colli Berici e Vicenza dalle guide Gambero Rosso, Slow Wine e Luca Maroni, al concorso Grenaches du Monde e su Decanter

I vini del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza si fanno strada tra i più apprezzati a livello nazionale e internazionale. Le due DOC vicentine possono infatti vantare quest’anno riconoscimenti a sette cantine del territorio, celebrate in Italia dalle guide vini Gambero Rosso, Slow Wine e Luca Maroni e all’estero dalla prestigiosa rivista inglese Decanter, oltre al concorso Grenaches du Monde, che si è svolto a settembre a Montpellier, in Francia.

“L’impegno del Consorzio nel presentare al mondo le eccellenze vitivinicole di questo territorio sta dando i suoi frutti – commenta Giovanni Ponchia, Direttore del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza – I risultati ottenuti quest’anno dai vini delle DOC sono un’ulteriore conferma dell’ottimo lavoro dei nostri soci e ci confermano che la strada che stiamo seguendo è quella giusta”.

Tra le cantine premiate Dal Maso Vini, che ha ricevuto due importanti riconoscimenti: la medaglia d’oro al concorso Grenaches du Monde per il suo Colpizzarda Tai Rosso 2017 e i 90 punti di Decanter al Montemitorio Tai Rosso 2017. La rivista inglese ha inoltre assegnato 92 punti al Tai Rosso 2018 di Giannitessari e 91 punti al Cicogna Cabernet 2016 di Cavazza.

Tra le aziende premiate dalle guide vini 2021 italiane troviamo Inama, che può vantare il prestigioso Tre Bicchieri conquistato dal Carminium 2016 e il riconoscimento tra i Top Wines di Slow Wine assegnato al Carmenere Più 2017. Lo stesso premio è andato anche al Tai Rosso 2019 di Pegoraro, mentre il Torengo Tai Rosso 2015 de Le Pignole ha conquistato la corona da parte di Vini Buoni d’Italia. Ottimi anche i punteggi ottenuti dalla guida di Luca Maroni per l’azienda Cielo e Terra tra cui spiccano 97 punti al Defra Riserva Rosso 2017.

By | 2020-10-13T20:56:56+02:00 Ottobre 2020|I luoghi del bere, News|