Guida Michelin 2020: 11 ristoranti meritano le tre stelle

Guida Michelin 2020

Giunta alla sua 65esima edizione, la Guida Michelin riserva anche quest’anno numerose sorprese agli appassionati di cucina e ai ristoratori.

La Guida è stata presentata al Teatro Municipale di Piacenza e la sua espansione appare inarrestabile. Anche nell’edizione 2020, una nuova realtà ristorativa ha ricevuto le ambite tre stelle. Si tratta del ristorante Enrico Bartolini, con sede al MUDEC di Milano. Nel corso della sua carriera, il professionista ha conseguito la prima stella negli anni 2010 e 2011, rispettivamente a le Robinie e al Devero. La seconda stella, invece, risale al 2017, quando era già di casa al MUDEC.

Attualmente, sono ben 11 i ristoranti la cui cucina è in grado di “valere un intero viaggio”. Scopriamo insieme quali sono:

  • Piazza Duomo, Alba (CN);
  • Da Vittorio, Brusaporto (BG);
  • St. Hubertus, San Cassiano (BZ);
  • Le Calandre, Rubano (PD);
  • Dal Pescatore, Canneto sull’Oglio (MN);
  • Osteria Francescana, Modena;
  • Enoteca Pinchiorri, Firenze;
  • La Pergola, Roma;
  • Reale, Castel di Sangro (AQ);
  • Mauro Uliassi, Senigallia (AN);
  • Enrico Bartolini al MUDEC, Milano.

Al contempo, le due stelle da parte della Guida Michelin sono state attribuite ad un totale di 35 ristoranti. Nella lista sono stati introdotti due nuovi poli.

Il primo è La Madernassa, con sede a Guarene (CN) e guidata dallo chef Michelangelo Mammoliti.

Il secondo è GLAM, sempre di Enrico Bartolini e con sede a Venezia. 

Ben 30 nuove entrate riguardano invece i ristoranti a una stella, per un totale di 328.

Ad oggi, possono essere annoverati ben 374 ristoranti stellati. La Lombardia guida la classifica con ben 62 ristoranti, seguita dal Piemonte con 46, dalla Campania con 44, dalla Toscana con 40 e dal Veneto a quota 37. Se si guardano le province, Napoli mantiene la vetta con 26 ristoranti, seguita da Roma con 24, Milano con 20, Bolzano 19 e Cuneo 18. Nel complesso, la Guida Michelin 2020 contiene:

  • 328 ristoranti da una stella, con 30 new entry;
  • 35 ristoranti da due stelle, con 2 new entry;
  • 11 ristoranti da tre stelle, con 1 new entry.

Oltre alle stelle, la Guida Michelin Italia ha previsto anche l’attribuzione di quattro premi speciali. Il premio Mentor Chef è stato assegnato a Gennaro Esposito del ristorante Torre del Saracino di Vico Equense (NA). Il riconoscimento Giovane Chef è stato vinto da Davide Puleio del ristorante L’Alchimia di Milano. Il premio Servizio di Sala è ad appannaggio di Sara Orlando del ristorante Locanda di Orta di Orta San Giulio (NO). Infine, il Passion for Wine è andato a Rino Billia del ristorante Le Petit Restaurant di Cogne (AO). Al contempo, il Bib Gourmand, ossia la simpatica faccina sorridente dell’Omino Michelin che si lecca i baffi, è stato dato a 266 locali.

“L’Italia continua a brillare al centro del panorama gastronomico globale”. Lo afferma il Direttore Internazionale delle Guide Michelin Gwendal Poullennec. “Ben 33 nuovi ristoranti stellati – prosegue – offrono la loro personale testimonianza delle molteplici varianti della cucina italiana. Il ristorante Enrico Bartolini al MUDEC brilla grazie alla personalità dello chef, all’insegna della ricerca e della sperimentazione. Questa struttura ricettiva si armonizza perfettamente con la dinamicità di Milano e impreziosisce ulteriormente il dovizioso patrimonio gastronomico italiano.”

Felice anche il Direttore di Guida Michelin Italia Sergio Lovrinovich, che sottolinea quanto “la straordinarietà della cucina italiana sta nell’eccellenza dei prodotti, nelle tradizioni del territorio e nella capacità di innovare”. “Essere semplici e innovativi al contempo – aggiunge -richiede passione, costanza e collaborazione. Congratulazioni agli chef e ai loro team che valorizzano la scena gastronomica italiana”.

La Guida Michelin può essere consultata anche nell’apposita app Michelin Ristoranti, oltre che in formato cartaceo.
Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito Internet di Guide Michelin, valido motore di ricerca che consente la scelta del ristorante più adatto alle proprie esigenze. Ciascun locale viene impreziosito da un’attenta descrizione.
Non manca una sezione editoriale con le ultime news e gli itinerari suggestivi segnalati dagli ispettori in occasione del loro “Viaggio in Italia”.

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-11-21T07:46:25+00:00 Novembre 2019|News|