Bergamo vino en primeur e la sua sfida con i Châteaux di Bordeaux

Bergamo vino en primeur e la sua sfida con i Châteaux di Bordeaux

La Tenuta Casa Virginia ha ospitato una degustazione en primeur dei vini rossi prodotti dalle 11 case vinicole di Valcalepio Rosso DOC e della denominazione Bergamasca Rosso DOC, con una successiva sfida tra le loro riserve, le selezioni e 4 Châteaux di Bordeaux

Nelle sale di Tenuta Casa Virginia, a Villa d’Almè, in provincia di Bergamo, i giornalisti e degustatori intervenuti hanno esaminato e valutato due diverse batterie di vini ; i primi a essere testati sono stati gli assaggi en primeur, con i vini ottenuti dalla vendemmia 2018, con già le caratteristiche che li renderanno unici e perfetti. I risultati di questa valutazione ha evidenziato un diverso stile di produzione tra gli undici campioni presentati così come una differente disamina da parte dei critici. Da sottolineare la provenienza degli en primeur presentati : dall’estremo limite ovest della provincia di Bergamo alla prossimità con il Lago d’Iseo. Terre, esposizioni e microclima hanno fatto percepire sensibili differenze.

A seguire, sempre per i professionisti, la degustazione alla cieca: le Riserve e le selezioni locali hanno sfidato i grandi Bordeaux, per un totale di 15 vini.

A seguire la squadra francese, con i relativi punteggi e gli sfidanti sino all’undicesima posizione e il punteggio degli 87 punti su 100 :

Château Malescot Saint-Exupery 2012 – Margaux 3eme Cru Classé – 1 classificato 92,80
Château Mouton Rothschild 2012 Grand Cru Classé Pauillac Baronne Philippine de Rothschild – 2 classificato 92,20
Château Lynch – Bages 2014 Grand Cru Classé Pauillac
 – 4 classificato 90,53
Château Leoville Las Cases 2012 Grand Cru Classé 2012 – Saint-Julien – 5 classificato 90,20
Luna Rossa
 2015 Bergamasca Rosso IGT Merlot 50% Cabernet Sauvignon 50% – Caminella
 – 3 classificato 91,26
Donna Marta rosso2012 Bergamasca rosso IGT Merlot 50% Cabernet Sauvignon 50 % – Le Mojole
 – 6 classificato 89,93
Uroboro 2015 Bergamasca Rosso IGT merlot 50% – Cabernet sauvignon 50 % – VALBA – 7 classificato 89,60
Colle del Calvario 
2015 Valcalepio Riserva DOC Merlot – Cabernet Sauvignon 
- Tenuta Castello Grumello – 8 classificato 89,46
Rosso Passione 
2011 Valcalepio Rosso DOC Merlot 50% Cabernet Sauvignon 50% 
–  La Collina – 9 classificato 89,40
Ronco di Sera2013 Valcalepio Rosso DOC Merlot 50% Cabernet Sauvignon 50% – Sant’Egidio – 10 classificato 88,20
Violino Essenza 2015 Bergamasca Rosso IGP Merlot 55% Cabernet Sauvignon 45% –Tenuta Casa Virginia – 11 classificato 87,86

Gli altri quattro vini hanno ottenuto i seguenti punteggi : Eligio Magri annata 2016 – 86,66, Le Corne 2015 – 85,93, Pecis 2012 – 84,80 e Tosca 2011 – 82,46, che testimoniano vini da molto buoni a corretti e di qualità.

Bergamo vino en primeur e la sua sfida con i Châteaux di Bordeaux

La degustazione a bottiglie anonime è un genere di assaggio sempre molto stimolante per chi fa del vino la propria professione e passione, sia da produttore che da degustatore.

Qui si sono avute le soprese più grandi: Bordeaux, con tutta la storia e la fama solidamente acquisite nel tempo, non è più così distante da Bergamo.

Prova ne è che al terzo posto si è classificato un vino bergamasco, inserito tra i francesi e le altre posizioni sopra riportate distavano di poco nei punteggi. Il futuro del vino bergamasco si fonda sì sul continuo miglioramento della qualità in cantina, ma anche e soprattutto sull’incremento di una comunicazione efficace e professionale che sappia esprimere e raccontarne i progressi fatti negli anni. Uno spunto incoraggiante ad approfondire questa modalità di confronto, è venuto dai degustatori presenti e dalla modalità alla cieca dove si valuta effettivamente il vino in assaggio senza essere influenzati dalla fama dell’etichetta.

di Giovanna Moldenhauer

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-09-02T15:52:26+00:00 Settembre 2019|I luoghi del bere|