Che Vino!, l’E-Commerce dedicato alle più cantine più particolari

Con Che Vino ha vita un progetto che va oltre il servizio di delivery.

Grazie alla conoscenza dei territori e dei piccoli e medi produttori, grazie all’attenzione alla qualità, all’economia circolare e alla sostenibilità nasce un progetto che promuove la cultura del vino.

Sono tante e tutte diverse le cantine in vendita su Che Vino, la start-up dedicata al vino di qualità, ideata da Giuseppe Trisciuoglio, da Federica Piersimoni e da Elio Maria Piersimoni, due esperti di beverage e di food e una celebre travel blogger d’Italia.

Il progetto però non si occupa solamente di delivery, ma è una risposta innovativa alle esigenze dei produttori e confronta il meglio delle piccole e medie aziende vinicole locali. Mirando a fornire una vetrina alle cantine italiane e ad aumentare i consumatori di vino.

Non vendiamo solo vini, raccontiamo storie.

Per questo motivo su Che Vino non è possibile trovare tutti i produttori italiani, ma solamente i più speciali e unici. A tal proposito vale la pena parlare dell’impegno che l’azienda mette nel ricercare i produttori più esclusivi da inserire nell’e-commerce.

Che Vino promuove solamente prodotti Made in Italy. Giuseppe Trisciuoglio ha dichiarato: I nostri prodotti enologici sono unici così come le nostre regioni, i nostri terreni, il nostro clima. Desideriamo raccontare la nostra italianità.

Il progetto si allarga anche al cibo. Che Vino propone ai suoi clienti diversi abbinamenti tra piatti e vini in base alle varie regioni del nostro Paese con l’obiettivo di esaltare la qualità del vino. Le occasioni per provare tali suggerimenti sono le cene in famiglie e con gli amici.

Nello shop online è possibile acquistare le bottiglie di vino ogni giorno della settimana, con tempi di consegna di 24/48 ore. Che Box è invece un abbonamento mensile che propone tre bottiglie a sorpresa ogni mese più una scheda in grado di raccontare la storia della cantina e dei vini.

L’azienda, oltre a promuovere il Made in Italy, è anche impegnata nella tutela dell’ambiente e nel sociale.

Per questo siamo consapevoli dell’importanza della tutela dell’ambiente e dei territori. Quindi abbiamo pensato a un packaging riciclabile al 100%.

E propone la vendita di pasta con farine di grani antichi, una borsa creata con tessuti eco della Tanzania e un panettone prodotto da carcerati.

Tra le altre proposte è possibile anche acquistare “Che Regalo!”, una box in cui è possibile ricevere le bottiglie confezionate e con un biglietto personalizzato.

I tre founder hanno spiegato che: Investire sul vino significa raccontare un territorio, una storia. A noi piace relazionarci con le persone, non con le aziende.

Che Vino! vuole essere un’occasione per i consumatori, per dare loro nuove chiavi di lettura e di avvicinamento al vino attraverso esperienze emozionali.

Vogliamo farli sentire parte di un mondo che possono vivere come proprio!

By | 2021-02-08T13:21:51+01:00 Febbraio 2021|I luoghi del bere|