Aeffe Beer Day presenta le nuove birre Margherita e Estate Liquida

Aeffe  Beer  Day presenta le nuove birre Margherita e Estate Liquida

La prima edizione dell’Aeffe Beer Day, giornata informale nel nuovo stabilimento di Nocera Inferiore, è nata con il desiderio di “ragionare” di birra artigianale per discutere in maniera corale e scambiarsi, informalmente, pareri e consigli, nonché degustare la birra nel luogo di produzione coinvolgendo numerosi appassionati e stimatori della bionda bevanda.

“Hanno una gamma di birre molto variegata passando dallo stile di ispirazione tedesca e belga, strizzando l’occhio alle nuove tendenze americane – ci dice Alfonso Del Forno, degustatore e beer writer, coordinatore di Unionbirrai per la Campania e il Lazio, nonché presidente dell’Associazione Nonsologlutine Onlus – linee di facile approccio come la “Prima” fino ad arrivare ad una molto complessa come la “Top Rock” che è una quadrupel di ispirazione belga: E’ interessante il loro progetto birra “Margherita” poiché ha come obiettivo finale di realizzare birre che hanno come scopo finale l’abbinamento con i vari tipi di pizze, per affermare la necessità di bere birre diverse per ogni tipologia di pizza. Sono state individuate 4 tipi di birre che riescono a trovare il giusto connubio con la diversa materia prima con cui si farciscono le pizze. Per esempio la pizza quattro formaggi è molto grassa e occorrerà una birra con gradazione alcolica maggiore; una pizza con i salumi necessita invece di una birra che abbia una particolare morbidezza” conclude Del Forno. Ecco dunque sfata l’affermazione che una birra vada bene per ogni pizza, ne più ne meno come per il vino.

Aeffe  Beer  Day presenta le nuove birre Margherita e Estate Liquida

Ferdinando Di Landro e Arturo Spinelli

Sentiamo il mastro birraio Salvatore Arnese:” una birra artigianale si differenzia da una industriale perché quella artigianale è più ricca di sapori e profumi”, gli fa eco il collega Francesco Maiorano:” quella artigianale lascia un ricordo indelebile, crea un’emozione che consente alla birra artigianale di avere un’identità sua particolare”. L’azienda è sorta nel 2008 a Castel San Giorgio e nel marzo 2018 si è trasferita a Nocera Inferiore. Il co-titolare con Ferdinando Di Landro, Arturo Spinelli ci tiene a sottolineare che:” negli anni sono sorti molti micro-birrifici poiché hanno creduto nei facili guadagni, fare birra buona è molto più complesso, noi siamo quelli che restano nella scia della tradizione e siamo contrari alle tante alchimie e aggiunte improprie”.
Un mondo sempre in fermento, e non solo per via della produzione. La birra artigianale campana cresce, cambia, migliora. Un divenire che necessita di fermarsi a riflettere, almeno una volta all’anno e di certo assieme a tutti gli attori del settore.
Ne sono convinti Arturo Spinelli e Ferdinando Di Landro, fondatori ed animatori del Birrificio Artigianale Aeffe. E’ lì che, all’interno del nuovo stabilimento di oltre mille metri, hanno pensato di accogliere il primo “Aeffe Beer Day”.
Nome che fa rima con “birthday”, di conseguenza con festa, condivisione, ma anche “riflessione aperta”. Con l’occasione è stata presentata la nuova nata del birrificio Aeffe, “Estate Liquida” con la nuova etichetta stagionale disegnata con una riduzione di birra dall’artista Hugo Art, leggera e beverina, una Session Saison di poco più di 4 gradi.
“Sarà pronta tra un paio di mesi, ma siamo sicuri che ci conquisterà per la sua piacevolezza. D’altronde sarà una birra stagionale che produrremo, anche in futuro, soltanto per il periodo estivo. L’etichetta che Hugo Art ha disegnato per noi rappresenta la sua idea di estate e di giovialità”, commentano Arturo Spinelli e Ferdinando Di Landro.Aeffe  Beer  Day presenta le nuove birre Margherita e Estate Liquida

 

“L’aspetto più insolito di questa produzione è senz’altro legata ai lieviti, ne abbiamo due ceppi. Uno è il French Saison che utilizziamo già normalmente per la nostra Saison, l’altro proviene dalla Lituania che ha la caratteristica di fermentare a temperature molto alte e nella birra apporterà aromi fruttati a pasta gialla”, spiega il mastro birraio Francesco Maiorano.

Vi è una nuova moda di vestire le bottiglie con il nome degli sposi utilizzandole come bomboniere, in futuro ci auguriamo che si possa utilizzare la birra al posto dello spumante per brindisi augurali nel corso di ricevimenti.

Harry di Prisco

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-03-30T09:42:24+00:00 Marzo 2019|Eventi|