Villa Bibbiani e le sue cinque etichette d’eccellenza

Villa Bibbiani e le sue cinque etichette d'eccellenza

Nel 2020 la cantina Villa Bibbiani ha presentato l’intera linea delle sue cinque etichette.

La storica azienda decide di puntare al 2021 con grande entusiasmo e spirito d’innovazione. Villa Bibbiani è una realtà iconica dell’area del Chianti Montalbano.

Le eccellenze vinicole di Villa Bibbiani sono rinomate in tutto il territorio italiano. Dopo una maestosa ristrutturazione delle cantina hanno finalmente ripreso la vinificazione. Grazie a George Mc Carroll Rapier III, motore dell’intero progetto e grande amante della Toscana. L’intera tenuta comprende una villa cinquecentesca, un parco botanico ideato da Cosimo Ridolfi. Fu proprio lui a progettare anche la cantina vera e propria. Era un vanto dell’ingegnieria e all’avanguardia già nell’Ottocento. Idee pionieristiche che hanno saputo coniugare innovazione e tradizione.

Lo spirito dell’azienda punta alla valorizzazione del territorio circostante. I vigneti sono piantati a Sangiovese, Colorino e Canaiolo nero. Un’altra parte è dedicata al Cabernet Sauvignon. Le cinque etichette che nascono in questi vitigni sono tutte di alta qualità e gusti ineguagliabili. Prima di tutto il Chianti Montalbano DOGC, seguito dal Montereggi IGT prodotto con il Cabernet Sauvignon in purezza e Pulignano IGT che è 100% Sangiovese. Oltre al Treggiaia IGT, blend di Sangiovese e Cabernet Sauvignon e il rosato Flora, prodotto solo con uve di Sangiovese.

I buoni propositi per l’anno nuovo si muovono su due strade, entrambi importanti. Da una lato la volontà di espandere l’impianto dei vigneti con nuovi terreni. Oltre a migliorare le produzioni già avviate e diversificarle. Con l’intento di ottenere vini sempre di maggiore qualità. L’obiettivo è di arrivare a quaranta ettari di vigneti. La seconda strada è tutta volta alla scoperta di nuovi mercati innovativi.

Da poco hanno conquistato anche il mercato cinese partecipando a tre eventi fieristici di ampio rilievo internazionale. Da quest’anno l’azienda mira al mercato statunitense. Specialmente alle zone della Florida e della Texas.

 

Il prossimo appuntamento dell’anno sarà il 26 e 27 giugno a Milano, in occasione della “Best Wine Stars”. Simone Pezzatini, marketing manager di Villa Bibbiani dice “Il mercato italiano ha risposto positivamente nonostante le limitazioni contingenti dell’anno appena passato, e l’interesse è quello di proporci al mondo dell’Horeca di alta gamma: ristoranti, enoteche e winebar, per desiderio dello stesso Rapier che punta in alto e vorrebbe potare le bottiglie di Villa Bibbiani sulle tavole ad accompagnare i piatti degli chef stellati”.

Per celebrare i tanti obiettivi del 2021 ha anche inaugurato il sito di vendita online. Dove è possibile acquistare le loro cinque etichette. Arriverà a breve anche il canale Amazon. Pensato per incrementare la vendita e la disponibilità per i propri clienti. In questo periodo di restrizioni la soluzione migliore è offrire un servizio di shop online. Senza dimenticare l’importanza, oggi più che mai,  della consegna domiciliare.

Villa Bibbiani è ubicata sulle pendici meridionali del colle Montalbano. Situato tra le località di Capraia e Limite in Toscana. Una storia lunga 1300 anni in un territorio riconosciuto nel mondo per la sua eccellenza enogastronomica. La misson aziendale è sempre stata quella di riuscire a unire la grande passione per il vino con il rispetto per la vigna.

 

By | 2021-01-15T12:19:57+01:00 Gennaio 2021|I luoghi del bere|