I luoghi del bere

Vini online, quali i preferiti dagli italiani

Vini online,-quali i preferiti /dagli italiani

Un tempo il vino era qualcosa che si produceva in famiglia, che si regalava o si comprava, ma spesso a livello locale. Con il passare del tempo le barriere sono state abbattute, e oggi possiamo avere accesso a vini che provengono da tutto il mondo, e anche ai vini online.

Sì, perché anche sui siti internet, sia generalisti sia specializzati, si trovano moltissimi vini e gli italiani hanno certamente delle preferenze specifiche. Vediamo, quindi, quelle che sono le tipologie di vino preferite dagli italiani in assoluto, anche per gli acquisti online.

Vini online, dai bianchi ai rossi

A livello generale, si possono individuare delle caratteristiche relative ai vini preferiti dagli italiani. Si fa riferimento soprattutto a vini bianchi fermi, regionali e a denominazione d’origine.

Tra questi spiccano sicuramente gli spumanti secchi, che continuano a conquistare la popolazione italiana. Sempre a livello generale, seguono i vini rossi, tra i quali i preferiti provengono dal Piemonte, dalla Toscana e dall’Emilia Romagna, mentre i bianchi maggiormente acquistati provengono dal Trentino, dal Veneto e dalla Sicilia.

Per andare ancora più nello specifico, ai primissimi posti si trova il Lambrusco, seguito dal Chianti e dal Montepulciano d’Abruzzo. Inoltre, tra gli altri vini preferiti in assoluto dagli italiani si trovano il Grillo, il Primitivo, l’Ortrugo, la Ribolla, il Cortese, la Passerina e il Cannonau.

Vini online, le bottiglie e il packaging

Oltre al tipo di vino, gli italiani hanno mostrato di preferire anche alcune tipologie di bottiglia rispetto ad altre. Spopolano le bottiglie da 0,75 litri e i vini a denominazione d’origine. 

Come si è già accennato, hanno un posto d’onore nel cuore degli italiani gli spumanti, che sono aumentati, nelle vendite dell’ultimo anno, del 4,9%. È stata evidenziata anche la crescita del rosato frizzante, che è cresciuto, sempre nell’ultimo anno, del 3,9%.

I consumatori, invece, non sembrano gradire in modo particolare quelli che si possono definire “bottiglioni”, cioè le bottiglie che arrivano ai due litri. Solo nell’ultimo anno, queste hanno perso il 2,5% del mercato. Strano ma vero, la flessione non è così negativa per l’acquisto di altri formati, come i brik, che hanno subito una flessione solo dello 0,6%.

Invece, sembra essere cresciuto notevolmente il così detto formato bag in box, che ha visto un aumento del 5,4%. Oltre alle confezioni, gli italiani hanno una predilezione particolare anche per i metodi di produzione specifici, come quelli che si assestano nel settore biologico.

Infatti, si registrano aumenti costanti nella vendita, anche online, di vino e spumante biologico: solo lo scorso anno in tutti i canali di vendita questi hanno raggiunto i 4 milioni di litri venduti.

Sembra, quindi, che il vino online sia un trend che potrebbe continuare a crescere anche in Italia, e gli italiani si possono indicare come un insieme di consumatori amanti delle novità.

Prova sono proprio i nuovi canali di vendita, ma anche la realizzazione di vini, e anche di formati e proposte, che seppure considerabili come molto innovativi, hanno saputo ritagliarsi la propria nicchia di mercato. 

Articoli simili

Marcato-GianniTessari :due marchi per un nuovo brand in terra Veronese

claudia.dimeglio

Il 6 novembre 2017 è atteso sulla tavola San Martino

Redazione 111

Al Galatrona Val d’Arno di Sopra assegnati Tre Bicchieri del Gambero Rosso

anna.rubinetto