Merenda golosa con le Crêpe Suzette monegasche

Un viaggio nel Principato di Monaco? Oggi non è possibile, a causa dell’emergenza sanitaria, ma possiamo provare a viaggiare con la fantasia, magari preparando in casa le crêpe Suzette, una ricetta tipica di Monaco, grazie alle indicazioni riportate qui di seguito.

Le crêpe Suzette sono un piatto goloso e facile da preparare, che ci trasporta, per ora solo con la mente e il palato, nei sontuosi café del Principato di Monaco, dove ha avuto origine più di cento anni fa. 

Secondo alcune testimonianze questo piatto sembra essere stato ideato proprio nel cuore della Costa Azzurra, da un giovane apprendista di nome Henry Charpentier, al servizio del grande chef Auguste Escoffier nel 1895.
Proprio a quel tempo Charpentier lavorava al Café de Paris di Montecarlo, nell’elegantissima Place du Casino, dove venne incaricato di cucinare per il principe del Galles. In preda all’emozione, aggiunse troppo liquore facendo prendere fuoco al tegame.

La crêpe venne così per la prima volta sottoposta alla cottura flambé; il principe assaggiandola la trovò deliziosa e la ribattezzò Suzette, in onore della bellissima figlia di un amico che stava pranzando con lui.

Per cucinare questo dolce occorrono uova, latte, zucchero, burro, scorza d’arancia e farina. Una volta pronte, le crêpe, vanno imbevute nella “beurre Suzette”, una caratteristica salsa a base di zucchero caramellato, succo di mandarino o d’arancia, scorza d’arancia, e Grand Marnier; alcune versioni prevedono anche l’utilizzo del triple sec o del Curaçao all’arancia.

Il segreto sta nello scaldare il Grand Marnier in un pentolino a parte e poi versarlo nella padella con le crêpe, ricordandosi di fiammeggiarlo, per spegnere la fiamma basterà coprire la padella con un coperchio.
I più golosi possono accompagnarle con una ganache al cioccolato preparata sciogliendo il cioccolato fondente nella panna.

Le crêpe Suzette sono preparate tutt’oggi nelle eleganti pâtisserie e nei café del Principato di Monaco.

La speranza al momento è di tornare al più presto alla quotidianità, così da poter gustarle proprio lì dove sono nate nel cuore della Costa Azzurra. #visitmonacolater 

 

By | 2020-04-15T12:37:41+00:00 Aprile 2020|Food, In cucina con noi, Slide1|