Andy Luotto chef d’eccezione a Formello

“Ci unisce l’amore per il nostro territorio, per le tradizioni e la cultura”, in queste poche righe si può racchiudere il pensiero dominante degli abitanti di Formello, l’antico comune laziale di origine etrusca che ha preso il nome dalla parola latina “forma”. La cittadina fu colonia romana per poi passare ai monaci di San Paolo e infine alle potenti famiglie degli Orsini prima e dei Chigi dopo.

“Aria mattutina, pillole fresche de gallina e sciroppo de cantina”: questo un modo di dire caro agli abitanti che la dice lunga su come essi amino il buon bere e la buona tavola tanto da dedicare un evento ad hoc nell’ambito della rassegna “Formello Palcoscenico Città 2014”.

Andy LuottoSabato 26 e domenica 27 luglio il Centro Storico della cittadina, dalle ore 19.00 si trasformerà in una osteria diffusa dove i cibi della tradizione, i cooking show e gli eventi spettacolo saranno i protagonisti e come piacevole chicca il menu della serata sarà preparato dall’attore-cuoco Andy Luotto, scoperto da Renzo Arbore, uno dei personaggi di “Quelli della notte” nell’85, quando dovette smettere di interpretare la caricatura di un arabo a seguito delle minacce ricevute. In compagnia di questo cuoco d’eccezione, autodidatta, che ha pubblicato l’anno scorso un libro di ricette “Padella Story, le mie cucine” (raccolta di aneddoti di vita e di cucina) e che tanto ama l’arte culinaria da essersi fatto tatuare una pianta di basilico su tutta la schiena,  si potrà in modo innovativo trascorrere un weekend all’insegna del mangiare bene e consapevolmente, con esperti che racconteranno i prodotti tipici del territorio, la loro storia, le loro capacità nutritive. Sarà una cucina open-air in cui saranno trasferiti al pubblico ricette, trucchi e curiosità sui piatti tipici della tradizione formellese. Un racconto, attraverso il cibo, della cultura, dell’ambiente, della società, dell’economia e del turismo del nostro territorio.

Il progetto “Formello Osteria Diffusa”, la cui direzione artistica è a cura di Vittorio Pavoncello, vede come organizzatore il Comune e si avvale del sostegno della Regione Lazio, nonché della collaborazione della Società Geografica Italiana – Onlus e della Pro Loco Formello. L’affascinante borgo antico si trasformerà in un grande ristorante all’aperto, elegante e immerso nella storia per percorrere un viaggio dentro i sapori, dentro la storia, insieme a tanti personaggi reali e immaginari, dentro le vie e le piazze della cittadina laziale. Molti i temi alla ribalta che saranno messi in evidenza, sia attraverso le degustazioni nelle piazzette, sia attraverso gli eventi multimediali previsti: il cibo degli etruschi, il cibo della Via Francigena e dei pellegrini, il cibo dei Papi e ancora il vino e i formaggi della campagna romana. Un viaggio dentro il sapere dei sapori accompagnati dall’antropologo ed etno-gastronomo Ernesto di Renzo e dall’attore-cuoco Andy Luotto.

L’iniziativa permetterà di prenotare un tavolo in una piazza di uno dei più affascinanti e storici borghi italiani ed europei. Non a caso la Via Francigena, che lambisce Formello e il cui tratto è stato ristrutturato nel 2011, è ormai definita itinerario dell’identità europea. Si tratta dell’ultima tappa del viaggio del pellegrino prima del suo arrivo a Roma. La cittadina ha però la sua antica identità storica anche nella Civiltà degli Etruschi che oltre ai Tumuli ha lasciato in eredità un vaso più noto come Alfabetario di Formello. Queste componenti e altre offerte allo spettatore-commensale faranno parte delle due serate dedicate  all’osteria diffusa. Unendo le impressioni di Goethe sulla campagna romana quelle di una cena nel borgo: «tutto scorre più lentamente che altrove e dove è possibile compiere fughe dalla storia o allontanamenti da un presente di cui si avverte la momentanea inadeguatezza» .

Si inizia sabato e domenica alle ore 19.00 nella Piazza San Lorenzo con l’aperitivo e la performance “Io sono cammino” del Teatro Comunale J.P.Velly di Formello a cura di Federica Fiorillo e Carmela Colaninno, con gli attori della compagnia Quarta Parete. A seguire improvvisazioni di musica antica in chiave contemporanea con il Duo Musicale “Terra Antica” (Mauro Bassano – organetto, Luca Trombaccia – chitarra) Dopo il saluto del Sindaco Sergio Celestino seguiranno gli interventi di Ernesto Di Renzo e cooking show dell’attore-cuoco Andy Luotto. Saranno la Cooperativa Sociale Il Sorbo e la Pro Loco di Formello a realizzare la cena dislocata lungo tutta Via XX Settembre e nelle piazzette adiacenti fino a Piazza S. Angelo.

Nel corso della cena, spettacoli dislocati in vari punti del borgo e itineranti, proiezione sulla facciata di Palazzo Chigi degli eventi che si succedono nel borgo a cura di SpamLife con musica di Davide Alivernini. In Piazza Vittorio Emanuele spettacolo “Il cibo dell’altro ovvero il paradiso del gourmand” con Giuseppe Lorin e Shulamith Orvieto.

 

Harry di Prisco

By | 2014-07-21T10:30:01+00:00 Luglio 2014|Esperti, I luoghi del gusto, News|