Food Slide5

Quanta e quale frutta secca mangiare al giorno

frutta seccaFrutta secca: quale scegliere, quanta consumarne e dove comprarla

Il prodigioso alimento è nutriente, energetico e ricco di proprietà, un autentico toccasana per la salute. Acquistato online offre qualità e convenienza

Il pensiero più comune riguardo la frutta secca è la convinzione che faccia ingrassare. Niente di più sbagliato, a patto che non si ecceda con la dose giornaliera.

Consumare la giusta quantità di questo prodigioso alimento è garanzia di salute e benessere. Per garantirsi una dieta sana ed equilibrata, è corretto non farsi mai mancare la frutta secca, da consumare in base al fabbisogno energetico individuale. 

Scegliendo di farne un uso abituale, vale la pena considerare la vendita online di frutta secca, per fare scorta di benessere approfittando della qualità degli e-shop di fiducia. Gli e-commerce di settore offrono prodotti a prezzi estremamente vantaggiosi, grazie a sconti e promozioni esclusive, riservate soprattutto a chi è cliente abituale, e magari sceglie di ricevere la newsletter.

Le proprietà nutrizionali

La frutta secca vanta un ruolo di prim’ordine nella dieta alimentare, e consente di fare il pieno di proteine vegetali, sali minerali, come ferro, rame, zinco, potassio, manganese, selenio, calcio, fosforo, e vitamine del gruppo A, B e K.

Grazie alle proprietà nutrizionali di cui gode, si rivela un alimento estremamente energetico, capace di offrire il giusto apporto di vitamine, proteine, fibre e Omega 3.

Un consumo costante contribuisce a rafforzare il sistema immunitario, favorendo l’adeguato funzionamento degli organi, e la formazione dei nuovi tessuti.

L’elevata presenza di fibre alimentari favorisce il transito intestinale, e può prevenire l’insorgere di patologie anche di natura grave.

La ricchezza di acidi grassi omega 3 e omega 6, si rivela di fondamentale importanza per la salute dell’apparato cardiocircolatorio, e garantisce un’importante azione di contrasto, tenendo bassi i livelli di colesterolo nel sangue.

Quale quantità consumare

Non è un caso che l’OMS, l’Organizzazione Mondiale per la sanità, abbia scelto di includere la frutta secca nell’elenco dei cibi che sono garanzia di una vita sana

Una volta stabilito che consumarla abitualmente fa bene alla salute, non resta che capire in quale quantità. Inserita nella giusta dose, in un regime alimentare ponderato, non fa ingrassare, a patto che non si vada oltre il fabbisogno calorico quotidiano.

Per evitare comunque che gravi sul peso corporeo, e soprattutto, per poter fruire di tutti i benefici che offre, è determinante che al consumo si abbini uno stile di vita sano, contraddistinto anche dalla pratica di una costante attività fisica.

Scegliere di inserire la frutta secca nella dieta alimentare, non può che essere garanzia di benessere, soprattutto se la si mangia lontana dai pasti principali, magari a metà mattinata o nel pomeriggio, per saziare quel languorino che talvolta ci pervade. 

In fatto di quantità gli esperti nutrizionisti consigliano di non andare oltre i 20-30 grammi giornalieri, da calcolarsi a seconda delle caratteristiche nutrizionali, che variano sensibilmente da un frutto all’altro.

Il consumo di frutta secca è determinante per chi segue una dieta vegetariana e può concedersi di consumarne anche quantità superiori alla media, ad esempio per sopperire alla carenza di proteine e ferro, che abitualmente si assumono cibandosi di carne.

Articoli simili