Eventi

Al via la Mauritius Gourmet Week all’Hub di Identità Golose Milano

 

Si alza il sipario sulla quattro giorni della Mauritius Gourmet Week che da oggi fino al 24 settembre  farà rivivere le straordinarie peculiarità della cucina dell’isola dell’oceano Indiano.

 

L’evento sarà magistralmente coordinato da Moorogun Coopen, Executive Chef dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa

È finalmente arrivato il giorno: prende il via oggi la Mauritius Gourmet Week all’Hub di Identità Golose Milano. Le sorprendenti particolarità della cucina della nota isola dell’oceano Indiano potranno essere vissute e soprattutto gustate da ogni tipo di palato grazie a Moorogun Coopen. Insieme all’Executive Chef  dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa renderanno unica la quattro giorni milanese anche Luca Marchini, detentore di una stella Michelin, e la coppia formata da Antonella Ricci e Vinod Sookar.

Nella splendida location del capoluogo lombardo a una manciata di metri dal Teatro alla Scala gli chef daranno vita a un evento sublime in cui i sapori e gli odori di Mauritius saranno sapientemente mixati con quelli tipicamente mediterranei, dando vita a un’esperienza unica.
Il tutto usando soltanto materie prime di alta qualità. All’evento si accederà su prenotazione e tutti i fortunati si ritroveranno “sospesi”, a metà tra il mare del Vecchio Continente e l’oceano Indiano.

Dopo un solo giorno all’Hub di Identità Golose Milano a farla da padrone sarà di sicuro la voglia matta di volare alla volta dell’isola che ogni anno accoglie migliaia di turisti incantati da spiagge, acque cristalline, tramonti da favola e, naturalmente, dalle prelibatezze del posto.

Il ristorante ha la cucina a vista mentre nel cortile interno gli ospiti potranno godere di un’affascinante pergola bioclimatica sormontata dai rami di un glicine centenario dalle sfavillanti tinte.   

La Mauritius Gourmet Week è organizzata da Beachcomber Resorts & Hotels, Turisanda, Mauritius Tourism Promotion Authority e Air Mauritius.

GLI CHEF

MOOROGUN COOPEN – Executive Chef Shandrani Beachcomber Resort & Spa

21-22-23-24 settembre

Schivo, stacanovista, curioso e perennemente alla ricerca di confronti per scoprire, approfondire e distinguersi a livello internazionale, in quel resto del mondo in cui ha sempre saputo rappresentare la sua isola raggiungendo risultati di assoluta eccellenza.

Entra nel gruppo Beachcomber Resorts & Hotels nel 1992, come Chef de Partie al Mauricia Beachcomber, per poi distinguersi al Canonnier Beachcomber, dove diventa Executive Chef e seguire oggi il direttore Rico Paoletti allo Shandrani Beachcomber Resort & Spa, che alla riapertura dei confini di Mauritius lo scorso ottobre si è presentato ai suoi ospiti con un concept completamente rinnovato.

Qui Chef Coopen cura nei minimi dettagli stile e menu di 6 ristoranti, supervisionando il lavoro delle relative brigate di cucina, passando dall’internazionale, al thai, dall’healthy all’italiano, senza dimenticare la sua passione per i piatti a base di pesce e frutti di mare.

Il suo impegno si estende anche al di fuori del resort, con i produttori e i pescatori locali con cui come presidente della Mauritian Chefs Association ha stretto forti legami e sta lavorando ad un programma per pianificare la coltivazione in modo consapevole, perché non ci sia sovrapproduzione di alcuni ortaggi e carenza di altri. Stessa cosa per quanto riguarda i pescatori che incoraggia a raggrupparsi in associazioni e a sviluppare tecniche di pesca eco-sostenibili.

Chef Coopen, in linea con l’approccio eco-friendly del gruppo Beachcomber, è sceso in campo anche per ridurre al minimo gli sprechi alimentari, incoraggiando la pratica del ‘just in time’, possibile con la cottura sottovuoto e a temperatura ottimale che permette di cuocere i cibi all’interno e finirli solo quando serve in base al numero di porzioni necessarie, salvaguardando le risorse ambientali, che per un grande resort con 6 ristoranti situato in una paradiso naturale è tra i principali obiettivi.

LUCA MARCHINI – L’Erba del Re (Modena) – 1 stella Michelin

21 settembre 2022

Luca Marchini, un’anima toscana d’origine, cresciuta a Modena. Della cultura gastronomica emiliana e della forte vocazione alla Cucina sperimentale ha fatto uno stile di vita, un mestiere e un’espressione di crescita personale.

Dopo un’intensa formazione in diversi ristoranti stellati tra Italia e estero, realizza il suo progetto più importante. L’Erba del Re nasce nel 2003. Non soltanto un ristorante, piuttosto il laboratorio dove poter sperimentare i molteplici “concetti e racconti del cibo” ed esprimere quella che rappresenta l’essenza della sua arte culinaria: equilibrio, rispetto e valorizzazione della materia prima. Numerosi i riconoscimenti, da La Guida dell’Espresso e Gambero Rosso. Nel 2008 ottiene la stella Michelin.

Oltre al ristorante, la sua attività si compone di divisione Catering L’Erba del Re, Scuola di Cucina Amaltea e Trattoria Pomposa al Re gras. Nel 2020 nasce il suo nuovo progetto Bottega DA RE, lo shop online che offre gustosi prodotti artigianali.

ANTONELLA RICCI & VINOD SOOKARal Fornello da Ricci (Contrada Montevicoli / Brindisi)

22 settembre 2022

Si è prima laureata in Scienze Economiche Bancarie, pur trascorrendo tutti i weekend a lavorare nel ristorante di famiglia a Ceglie Messapica. Antonella ha iniziato così e ricorda come fosse ieri – era il 1992 – la telefonata a papà Angelo in cui gli veniva comunicata la stella Michelin, il primo ristoratore in Puglia ad ottenere il prestigioso riconoscimento, con la sua cucina, che ancora oggi lei ama definire ‘di campagna’.

Antonella ha sempre creduto che la formazione fosse il primo passo per riuscire in cucina e alla scuola di Paul Bocuse prima, e poi in un due stelle in Normandia ha imparato a muovere i primi passi che l’hanno portata a gestire magistralmente Al Fornello da Ricci.

Nel 1996 durante un seminario di cucina pugliese a Mauritius, incontra Vinod Sookar, un vero e proprio colpo di fulmine. Si sposano dopo un anno e da allora non si sono più separati, nella vita e nel lavoro.

Nel 1998 entra a far parte dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, autorevole e selettiva associazione che raccoglie i “bravi” con età interiore a 35 anni; nel 2004 è docente presso l’Alma, scuola di cucina internazionale diretta da Gualtiero Marchesi,che nel 2010 le assegnerà il prestigioso premio”Arti e Mestieri, la qualità della formazione”. Oggi è Direttore della Mediterranean Cooking School di Ceglie Messapica, facendo diventare realtà il sogno di papà Angelo.

Antonella e Vinod hanno saputo fondere le loro tradizioni e esperienze in giro per il mondo creando una cucina all’insegna di pescato freschissimo, frutti e spezie, grandi piatti della tradizione italiana, ma anche alcuni richiestissimi piatti innovativi nei quali il tocco di freschezza mauriziano ben si sposa con il cestino di bontà, di terra e di mare, della Puglia.

Vinobha (detto Vinod) Sookar con grande perseveranza ed impegno è riuscito a coltivare due cucine, quella del suo Paese d’origine, Mauritius, e al tempo stesso accogliere a braccia aperte la tradizione pugliese, in particolare quella dell’arte norcina, diventando uno dei Maestri del Capocollo pugliese. Per oltre 10 anni è stato delegato regionale del Jeunes Restaurateurs d’Europe e rappresenta abitualmente la Puglia e l’Italia nel mondo, alternandosi con la cattedra come docente in vari corsi di cucina con “A tavola con lo chef” a Roma, alla IFOA di Alberobello, col GAL Alto Salento e nel teatro cucina del Gambero Rosso.

La coppia, che da tempo desiderava portare al nord la loro personale cucina nata a Ceglie Messapica, ha recentemente inaugurato a Milano l’Osteria Ricci – Dal 1966. Qui l’ospite si sente a casa, respira l’aria della Puglia nelle materie prime scelte, e rivive il sogno dei suoi luoghi più spettacolari nei dettagli degli interni del locale; una cucina concreta, eseguita con ingredienti di produttori locali d’eccellenza.

Per chi desidera prenotare una delle serate della “Mauritius Gourmet Week”:  thefork.it

Articoli simili