Il LUGANA DOC festeggiato dal Consorzio

Il LUGANA DOC festeggiato dal Consorzio

Il Consorzio Lugana ha festeggiato in diretta con collaboratori e #luganalovers il Lugana DOC.

Il 2020 è stato un ottimo anno per il Lugana DOC, che ha saputo crescere nonostante l’annata difficile per tutti.

Il Lugana DOC gardesano è riconosciuto anche come vino emergente più apprezzato dagli italiani, secondo una ricerca del novembre 2020. Un anno di vittorie, tra cui l’incremento del 12% nelle vendite. E’ riuscito anche a mantenere la quota annuale di esportazioni e addirittura a conquistare nuovi mercati. Come ad esempio la Svizzera, attraverso una grande campagna digitale. Si è rivelato uno dei pochi vini capaci di resistere alla crisi economica di quest’anno funesto. Tutte le bottiglie del 2019 sono state messe in vendita con successo. Una grande soddisfazione per il Consorzio.

Nel mondo della distribuzione questo vino si è anche visto riconoscere il primato di vino bianco con il più alto prezzo a scaffale. Il prezzo medio si aggira infatti intorno ai 7.50 euro e ha registrato un 17% in più del suo valore e un volume maggiorato del 25%. Una sfida più che vinta da parte del Consorzio, che si è attivato per aumentare la commercializzazione di questo vino così particolare.

Lo stesso presidente Ettore Nicoletto sottolinea quanto quest’anno sia stato complesso. Ma al tempo stesso sia servito per riflettere profondamente sul futuro del mondo enologico italiano e internazionale. Bisogna sviluppare strategie pionieristiche e nuove, che guardino al futuro con intraprendenza e positività. Come canali di comunicazione diretti, e-commerce, profilazione del cliente e restauro dell’intera rete attuale di distribuzione.

Bisogna pensare il vino in modo diverso, guardando al futuro. Lugana DOC, ci conferma Nicoletto, l’ha fatto già a partire da questo 2020.

Proprio per festeggiare i suoi successi, mercoledì 23 dicembre si è tenuto un appuntamento social in diretta. In questa occasione il Consorzio ha potuto ringraziare il team, i collaboratori fidati, ma anche tutti gli appassionati di questo vino. E’ stata solo la prima diretta di quella che diventerà una serie: “Lugana Cheers Box”. Un’iniziativa che nasce per sostenere viticoltori, vignaioli e tutto il territorio del Consorzio Lugana. Quest’area riconosciuta DOC comprende 2.500 ettari di viti.

Nel 2020 l’imbottigliato dovrebbe arrivare a superare i 24 milioni di bottiglie. Di cui il 70% circa è destinato all’esportazione verso l’estero. I primi destinatari di questi vini d’eccezione sono la Germania e gli Stati Uniti. E’ proprio in questi paesi che si concentra da anni l’attività promozionale del Consorzio, sono ottimi mercati per crescere. Negli USA, infatti, si svolge già la SommCon una delle più importanti conferenze enologiche per professionisti del settore. Il Consorzio sarà presente in cinque delle sue tappe. Senza dimenticare che partirà anche il Lugana Web Show. In collaborazione con il Gambero Rosso. Un nuovo educational format digitale che inizierà nel 2021 e avrà lo scopo di avvicinare le aziende ai produttori.

La prossima meta sarà invece il Giappone, dove si sta preparando un importante campagna sui media locali e presso uno dei ristoranti più rinomati. Il Bulgari ristorante di Tokyo, guidato dallo chef italiano Luca Fantin. Come sottolinea Andrea Bottarel, Direttore, si stanno sperimentando sempre nuove forme di promozione per arrivare a più clienti possibile in luoghi sempre più lontani. Una sfida che il Consorzio accoglie con grande passione e professionalità da sempre.

 

By | 2020-12-28T11:22:36+01:00 Dicembre 2020|I luoghi del bere|