Il nuovo Pandoro by il Milanese imbruttito

Il nuovo Pandoro by il Milanese imbruttito

Il Milanese imbruttito ha deciso di pensare finalmente anche a tutti i non milanesi. Lo fa per il Natale 2020 con un nuovo prodotto: il Pandoro del Giargiana.

Espressione del dialetto di Milano per indicare tutti coloro che non sono del capoluogo. Il Milanese imbruttito ha avuto un’ottima idea: concentrare lo spirito del Natale in un nuovo dessert. Il pandoro è da sempre uno dei protagonisti di molti dei pasti festivi in tutta Italia.

Già in precedenza era uscito, sempre con la collaborazione preziosa della storica pasticceria Vergani, il Panettone. Quello, al contrario del pandoro, era espressamente dedicato e pensato per i milanesi doc. Quest’anno Vergani ha deciso di mettere di nuovo le mani in pasta, nel vero senso della parola. Per creare, con il Milanese imbruttito, una nuova opzione dolce che metta d’accordo gusti e animi di tutti.

Questo Pandoro ha un impasto morbidissimo, tanto zucchero a velo a ricoprirlo e l’eccellenza culinaria della pasticceria Vergani. Una garanzia in materia di gastronomia dolciaria italiana. Ed è assolutamente originale perché caratterizzato dallo stile pungente, spiritoso e ironico del Milanese imbruttito. Che con abilità e sagacia, sarcasmo e una punta di cinismo, è riuscito a creare una vera e propria filosofia di vita. Il tutto rigorosamente made in Milan.

Nella stessa presentazione fatta dal Milanese imbruttito leggiamo che ci sono due tipi di persone. I milanesi, che odiano le feste piene di parenti, il Natale, le classiche domande scomode del periodo festivo, i pranzi e le cene interminabili, i mercatini di Natale. Insomma snobbano, con estremo charme, tutto ciò che è esuberanza e spirito natalizio. Oltre che quei noiosissimi biglietti di auguri che non sai mai dove conservare e la corsa ai regali dell’ultimo minuto. Per loro era pensato proprio il Panettone.

Panettone e pandoro si contendono, da sempre, il titolo di miglior dolce delle feste.

Il nuovo Pandoro by il Milanese imbruttito

L’altro tipo di essere umano, ci dice il Milanese, racchiude tutti gli altri. Sempre più entusiasti man mano che si avvicina il momento tanto atteso del Natale. I regali ben impacchettati, l’albero luminoso, le decorazioni tradizionali, e il giro di auguri, il cenone della Vigilia, i maglioni a tema. I giochi in scatola con tutta la famiglia e i brindisi festosi immancabili. Loro che amano le fantasie di renne, folletti, lucine, alberelli, casette innevate e cappellini bianchi e rossi. Pronti a pasti infiniti con decine di parenti e venti portate. Antipati, primi, secondi, contorni, formaggi, frutta, frutta secca, dolci, sorbetti, caffè e ammazzacaffè. L’unica concessione per loro è il Pandoro del Giargiana.

In questo fine anno che sarà, probabilmente, molto diverso dai soliti a cui siamo abituati. A causa della pandemia che affligge il nostro paeso e il mondo intero. Forse in molti si dispereranno di non poter festeggiare come si deve. Ovviamente per chi non è di Milano! Allora il Milanese imbruttito ha pensato proprio a loro, concedendogli almeno una gioia. Quella di gustare la bontà dei maestri pasticceri Vergani, il Pandoro.

Il Pandoro del Giargiana si può acquistare solo presso gli store e ipermercati Esselunga. Oppure direttamente dallo shop online del sito web ufficiale della pasticceria Vergani. E’ disponibile in due versioni. La piccola da 100 grammi e quella normale da 750 grammi.

By | 2020-11-01T07:50:35+01:00 Novembre 2020|festività, Food|