La migliore tecnologia per lo stile unico di ogni barista

Dal 23 al 27 gennaio appuntamento a Riminifiera con Dalla Corte al pad. A1, 052 di Sigep 2016.

Ad accogliere baristi e addetti del settore caffè c’è uno stand colorato e dinamico, in cui spicca la brand line Make it Better insieme ai nuovi colori, al nuovo logo e un’immagine che unisce vivacità alle caratteristiche di affidabilità e innovazione che si accompagnano a ogni macchina dell’Azienda di Baranzate (Milano).

Riflettori puntati sulla macchina espresso a un gruppo Mina, che sarà sul mercato dal prossimo marzo: dalla sua presentazione a Milano lo scorso ottobre riscuote grande successo in tutto il mondo.

Mina conquista l’operatore più esigente che può personalizzare al massimo il suo caffè e ottenere in tazza il profilo desiderato, controllando manualmente ogni fase dell’estrazione. L’esclusiva tecnologia brevettata DFR (Digital Flow Regulation) permette di gestire elettronicamente il flusso dell’acqua in ogni fase dell’estrazione. Abbassando la cloche, infatti, si varia il flusso dell’acqua sul caffè fino a raggiungere i 9 bar. Mina assicura le migliori performance anche in modalità automatica, permettendo di replicare espressi sempre perfetti.

Piace per la sua estetica piacevole e lineare con tratti innovativi, primi tra tutti la cloche e i fianchi e il pannello posteriore personalizzabili. La scelta spazia dai colori standard Black, White, Glass, Yellow a materiali e finiture innovative e ricercate in legno, metalli e vetro in ogni possibile declinazione. Nel corso di Sigep cambierà più volte “vestiti” che stupiranno per bellezza e creatività, mentre il dc coffee pro Johnny Jeon sarà a disposizione di chi voglia provare la grande funzionalità di Mina.

I workshop in programma

 Un fitto calendario di workshop e di cupping è in programma con i migliori protagonisti del settore, ogni giorno dalle 14.

Sabato 23 e martedì 26 gennaio Giuseppe Musiu, trainer della coffee school Work Up, terrà un workshop di latte art advanced.

Domenica 24 Simone Guidi parlerà dei metodi di estrazione manuale e delle basi delle competizioni brewing.

Lunedì 25 il trainer autorizzato Scae Andrea Matarangolo svolgerà una Proof of Taste con caffè specialty di Etiopia, Indonesia e Brasile.

Latte art e Coffee in Good Spirits: il contest

Un altro polo di attrazione ruota attorno alla macchina espresso evo2 Blackboard, con la carrozzeria che riproduce la superficie di una lavagna, con cui comunicare e dare sfogo alla propria creatività.

Qui ogni giorno la mattina dalle 10,00 alle 12,00 il trainer Simone Guidi sarà a disposizione dei visitatori per dare consigli, avviare o migliorare le tecniche della decorazione dei cappuccini con la latte art.

Ogni pomeriggio dalle 15,00 alle 17,00 il campione del mondo 2013 di Coffee in good spirits, Victor Delpierre, proporrà workshop sulla mixability legata al caffè.

I baristi e gli appassionati sono invitati a fare pratica: le migliori realizzazioni di ogni sessione saranno fotografate e postate su Facebook: il decoro più votato in latte art e il miglior cocktail a base di caffè vinceranno un training presso la sede milanese dell’Azienda con due grandi nomi del settore: il pluricampione italiano latte art Andrea Antonelli e il finalista mondiale di Coffee in Good Spirits Francesco Corona.

Due baristi nati da questo “vivaio” hanno raggiunto il traguardo della finale italiana di Latte Art: Elisa Urdich nel 2015 e quest’anno Marco Carrieri.

Le macchine dei campioni

Domenica 24, Lunedì 25 e Martedì 26 gennaio le macchine Dalla Corte – sponsor ufficiale delle finali italiane Scae di Latte Art e Coffee in Good Spirits con la dc pro serie Industrial Titanium – saranno protagoniste all’area dei Campionati italiani baristi, al pad. D1.

Si comincia con la prova di art bar: decori liberi su una tazza di cappuccino che la giuria giudica “al buio”, senza sapere chi è l’autore delle diverse preparazioni. Le tre postazioni delle gare di Latte Art prendono il via nel pomeriggio e culminano nelle finali del 26 insieme a quelle di Coffee and Good Spirits: occhi puntati sui concorrenti e le “acrobazie” che sono in grado di realizzare con la lattiera e con lo shaker.

A fine giornata la premiazione dei vincitori, che concorreranno alla finale mondiale in programma a Shangai (Cina) dal 29 marzo all’1 aprile.

www.dallacorte.com

By | 2016-01-16T10:35:32+01:00 Gennaio 2016|Fiere, News|