I luoghi del bere

Tenuta Sette Ponti celebra i 20 anni di storia di Oreno

A Berlino un appuntamento internazionale per celebrare i 20 anni di storia di Oreno, il vino di punta di Tenuta Sette Ponti

Un traguardo importante per uno dei vini di punta della Tenuta Sette Ponti. Parliamo di Oreno che compie 20 anni di storia, celebrati in un appuntamento internazionale svoltosi al Bocca di Bacco di Berlino.

Oreno di Tenuta Sette Ponti e i suoi 20 anni di storia

Un evento senza precedenti è quello che ha reso protagonista uno dei vini di punta di Tenuta Sette Ponti. Parliamo di Oreno, protagonista indiscusso dell’evento internazionale di degustazione di otto annate speciali, che celebrano i suoi 20 anni.
La verticale si è svolta presso tenuta Bocca di Bacco di Berlino, a questa ha fatto seguito un incontro gastronomico con un menu curato dallo chef Alessandro Mannozzi.
Alla proposta culinaria sono state abbinate alcune prestigiose etichette prodotte dalla famiglia Moretti Cuseri.

Il vino

Oreno è un vino elegante e strutturato che esprime l’internazionalità della realtà vitivinicola di Tenuta Sette Ponti.

Nel corso dell’incontro svoltosi al Bocca di Bacco di Berlino, hanno preso parte giornalisti e critici. La serata è stata, invece, presentata dal Caporedattore di Falstaff Italia, ovvero l’esperto di vini Othmar Kiem che, assieme ad Alberto Moretti, ha illustrato le 8 annate di Oreno.

Una narrazione che è riuscita a far rivivere le annate che sono state maggiormente apprezzate, in particolar modo dal pubblico tedesco.

Subito dopo l’evento, gli ospiti hanno avuto la possibilità di gustare la cucina dello chef Alessandro Mannozzi con un menu speciale accompagnato da alcuni vini della famiglia Moretti Cuseri.

Le fasi

Oreno è un vino di altissimo livello che rappresenta l’etichetta di punta della famiglia Moretti Cuseri. Ogni fase di produzione è stata curata meticolosamente in ogni dettaglio. Infatti, ogni scelta e ogni gesto rendono unico e riconoscibile il vino in questione.
Per non parlare del grande potenziale di invecchiamento e dell’elegante taglio bordolese con tocco toscano. Elementi che implicano il desiderio di fare un grande vino, cercando di fare sempre meglio, proprio come enuncia Antonio Moretti Cuseri.

Onero prende il nome dal torrente che attraversa la tenuta. La sua struttura coniuga quella morbida ed avvolgente del Merlot con la classe del Cabernet Sauvignon e l’eleganza del Petit Verdot.

La sua qualità, l’eleganza e struttura gli hanno permesso di ottenere numerosi riconoscimenti a livello mondiale.
Tra questi: il quinti, il decimo e il quindicesimo miglior vino della Wine Spectator TOP 100 del mondo. Inoltre, Onero ha ricevuto il premio come Miglior vino d’Italia al Biwa 2017 con l’annata 2015. Infine, l’assegnazione di 99 punti da parte di James Suckling nelle annate 2016 e 2019.

Articoli simili