Pasta Sgambaro e le ricette di chef Barbieri per Natale

Pasta Sgambaro e le ricette di chef Barbieri per Natale

Pasta Sgambaro e chef Bruno Barbieri si uniscono per proporre due nuovissime ricette.

Ovviamente si tratta di due primi piatti d’eccezione, ideati dal famoso chef romagnolo, con la Pasta Sgambaro.

La pasta è da sempre uno dei simboli più forti e sentiti dello star bene, della convivialità e della buona tavola. Quest’anno, più che mai, è stata riscoperta da tutti gli italiani. Il tempo trascorso nelle nostre case ci ha fatto capire quali sono le cose davvero importanti. La genuinità e la bontà del cibo che compriamo e consumiamo rientra tra queste. Così Pasta Sgambaro ha deciso di far dono ai suoi clienti più affezionati di due inedite ricette. Firmate da uno dei cuochi più amati d’Italia, Bruno Barbieri.

Come ricorda Pierantonio Sgambaro, alla guida dello storico pastificio, la pasta è un bene rassicurante e primario. Rappresenta i valori della famiglia, dell’affetto, della gastronomia d’eccellenza del nostro paese. Un alimento che ci invidiano e copiano in tutto il mondo. Le due ricette pensate con lo chef sono idee gustose per un pasto di Natale sorprendente. Sono semplici da preparare, ma di grande impatto visivo e gustativo, pensate per quattro persone. Tutti gli ingredienti rigorosamente 100% italiani. La pasta adoperata è quella della linea Etichetta Gialla di Sgambaro. Prodotta con il solo utilizzo di grano duro Marco Aurelio, il migliore.

Partiamo dai “Mezzi rigatoni con soffritto di vongole e patate con la zuppa di mare”. Per la pasta 240 gr di mezzi rigatoni Sgambaro, 500 gr di vongole, 1 patata e 1 spicchio d’aglio.

Olio EVO, prezzemolo e 100 gr di ricotta stagionata da grattugiare. Per la zuppa 4 moscardini, 10 cozze, 1 cucchiaio di capperi salati, 5 foglie di basilico, 200 gr di passata di pomodoro, 1 spicchio d’aglio e 1 peperoncino. Ecco il procedimento: soffriggere i moscardini con aglio, olio e capperi dissalati. Aggiungere poi passata, basilico, peperoncino e per ultime le cozze. Al termine della cottura sgusciarle, salare e tenere l’umido di mare da parte.

Nel frattempo tagliate le patate a cubetti piccoli e cuocetele al dente. In una casseruola fate aprire le vongole con aglio e olio. Sgusciatele, tenendo da parte qualche guscio come guarnizione. Bollite i mezzi rigatoni al dente, infine buttateli in padella con olio aglio e prezzemolo. Aggiungete le vongole. Per l’impiattamento: l’umido di mare va sul fondo del piatto, sopra i mezzi rigatoni con vongole e in cima una spolverata di ricotta.

La seconda ricetta, di terra questa volta, è “Tortiglioni con soffritto di zampone e parmigiano, sauté di zucca, cipolla e tartufo bianco”. Prevede 280 gr di Tortiglioni Sgambaro, 200 gr di zucca cruda, 1 zampone piccolo, 200 gr di Parmigiano Reggiano, 1 cipolla dorata e pepe nero.

In una casseruola capiente cuocete lo zampone, una volta cotto spellatelo e sminuzzatelo. Tagliate la zucca a dadini piccoli, sbollentateli e poi, raffreddati, marinateli con olio, sale e pepe. Tagliate la cipolla a julienne e rendetela croccante in padella, con sale e pepe. Da parte, in un sauté fate sciogliere acqua e burro, aggiungete lo zampone. In acqua cuocete i tortiglioni. Una volta cotti, saltateli in padella con zucca e parmigiano grattugiato.

Per la presentazione prendete una ciotola capiente. Ponete i tortiglioni con zampone, zucca e formaggio. Poi guarnite con cipolla e tartufo bianco a piacere. Il pasto di Natale è servito, con raffinatezza, semplicità e gusto indiscutibile.

By | 2020-12-01T17:47:36+01:00 Dicembre 2020|Food, News|