Carapelli lancia Le Origini, l’olio extra vergine tutto italiano

 

page3image27718016page3image27718208

page4image27358144

Carapelli valorizza l’origine del suo olio extravergine lanciando la collezione Le Origini, dedicata alle eccellenze olearie delle regioni italiane. 

“La nuova gamma LE ORIGINI racconta le eccellenze olearie nostrane attraverso le storie di selezionati Maestri Oleari e delle tradizioni legate ai loro territori”, ha evidenziato Matteo Sala, Direttore Marketing Carapelli Firenze Spa, che continua spiegando che:

“Sono storie di qualità, di territorialità, di arte olearia e di vita, che aggiungono il valore umano a quello dell’olio extra vergine italiano”. “Continueremo a dialogare e a lavorare insieme al mondo della filiera produttiva italiana, come abbiamo iniziato a fare quest’anno. L’obiettivo condiviso – ha aggiunto – è valorizzare la produzione italiana di qualità aumentando produttività e sostenibilità per tutti gli attori coinvolti “

Questo lancio di nuovi prodotti rappresenta l’impegno di Carapelli a promuovere e sostenere la produzione olearia italiana, rispettando il disciplinare del Consorzio di appartenenza che regola la provenienza e le caratteristiche principali del rispettivo prodotto.

La gamma è stata presentata in tutta la sua completezza: un Toscano IGP, olio extra vergine di oliva di alta qualità, ottenuto prevalentemente da olive Leccino, Moraiolo e Frantoio. Racconta la storia di Francesco Peccianti, da sempre promotore della valorizzazione dell’eccellenza toscana e testimone di ricerca continua di qualità.

Un Olio di Calabria IGP ottenuto da olive Carolea, che racconta la storia di Pierluigi Taccone, appartenente ad una famiglia con una forte tradizione olivicola che da circa due secoli è votata alla ricerca di qualità e alla valorizzazione del territorio calabrese.

Un Terra di Bari Bitonto DOP ottenuto da olive Coratina e Cima di Bitonto e che racconta la storia di Rosa Berardi e racchiude l’essenza della tradizione familiare e dello spirito imprenditoriale femminile nel riscoprire un’eccellenza pugliese.

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-05-20T09:24:24+00:00 Febbraio 2019|News|