Eventi Fiere

Il Farmers’ Market della Certosa di Pavia ospite della Antica Sagra di Chiaravalle

Ottobre si apre all’insegna di un viaggio indietro nel tempo: nel primo week-end di ottobre, vale a dire il 3 e il 4 ottobre, infatti, il borgo di Chiaravalle, alle porte di Milano, torna al Medioevo, alla sua vita quotidiana, ai cavalieri, ai duelli, alle atmosfere già viste in film quali, ad esempio, “Il Mestiere delle Armi”, “Lady Hawke”, “Excalibur” …

Sarà quindi un fine settimana di rievocazione storica con un ricco programma in una località suggestiva come l’Abbazia di Chiaravalle, fondata nel XII secolo da San Bernardo di Chiaravalle come filiazione dell’Abbazia francese di Citeaux, in Borgogna: scene in costume, scorci di vita medievale, spettacoli per grandi e piccoli, visite guidate all’Abbazia, al Mulino, alla Cappella delle Donne.

Sabato 3 ottobre 2015, in particolare, sono previsti, alle 20.00, la Cena Medievale presso Arci Pessina e, alle 21.00, il concerto presso “l’Anguriera” del Borgo.

Domenica 4 ottobre 2015 si inizia alle 9.00 con il Mercato dell’artigianato e degli hobbisti nelle vie del borgo, si ascolta, alle 10.00, la Fanfara dei Bersaglieri itinerante, alle 13.00 è prevista la Risottata in piazza, dalle 14.00 alle 16.00 sono previsti giochi medioevali per i bambini presso Arci Pessina, alle 15.00 ci sarà il Torneo Medioevale in piazza, sempre in borgo, alle 16.00 suonerà la Banda d’Affori, itinerante, mentre alle 21.00 si chiuderà con il Ballo Liscio.

Ospite della manifestazione sarà anche il Mercatino enogastronomico della Certosa di Pavia, farmers’ market delle eccellenze enogastronomiche dei produttori pavesi: Varzi DOP (prodotto con l’utilizzo del filetto che è la parte più pregiata del maiale), salame d’oca di Mortara IGP, pregiata produzione  lomellina. E poi distillati, birre artigianali, grappe, digestivi, liquori e creme per torte e gelati; specialità casearie di latte vaccino e per quanti tengono d’occhio il tasso di colesterolo, anche di pecora e capra del vicino Monferrato. Non mancheranno poi i prosciutti ed il paté di fegato d’oca della Lomellina, vini DOC dell’ Oltrepo Pavese e del Monferrato, formaggi tipici, riso del Pavese, miele, funghi, le dolci offelle di Parona, succhi di frutta e salse, pane di farro e frutta secca, integrale, Senatore Cappelli, grano saraceno e riso in purezza. Per i golosi del dolce anche confetture e composte. Patate e per i più coraggiosi cipolle e aglio appena raccolti. Da Mornico Losana poi lo zafferano della fattoria La Robinia.

Ingresso libero

Info: tel 3477264448 – www.agenziareclam.it

Giovanni Scotti

Articoli simili