Cibus in itinere, nuovo percorso delle Buone Tavole dei Berici

Cibus in itinere, nuovo percorso delle Buone Tavole dei Berici

Parte dalla valorizzazione della materia prima, studiata e trasformata con impegno e passione, il nuovo percorso delle Buone Tavole dei Berici, Associazione da oltre 30 anni impegnata nella ricerca costante di qualità, genuinità e tradizione. Tuttavia, consapevoli che in cucina è importante anche innovare e sperimentare, gli chef hanno ideato un nuovo percorso “Cibus in

Parte dalla valorizzazione della materia prima, studiata e trasformata con impegno e passione, il nuovo percorso delle Buone Tavole dei Berici, Associazione da oltre 30 anni impegnata nella ricerca costante di qualità, genuinità e tradizione. Tuttavia, consapevoli che in cucina è importante anche innovare e sperimentare, gli chef hanno ideato un nuovo percorso “Cibus in itinere”, che indica proprio l’evoluzione, l’impegno e la ricerca con cui si misurano quotidianamente.

Qualità che nasce dall’utilizzo di prodotti stagionali e territoriali, declinati con nuove modalità per coinvolgere maggiormente il pubblico, a partire da un nuovo allestimento delle sale, concepite per aree tematiche, mentre le combinazioni fra isole divise per contenuti (carne, riso, verdure e ortaggi, frutta) diventano il mix ideale per giocare sugli abbinamenti. Così, il riso abbinato alla zucca può fungere da antipasto, ma anche accompagnare un gustoso spezzatino, come può essere aggiunto alla crema di frutta. A loro volta, le verdure possono diventare antipasto, mentre la frutta si inventa un inedito ruolo di contorno e la carne si propone per un primo di alto livello. Gli ospiti possono dare vita a personali interpretazioni, nel corso delle serate dedicate ai Colori del Cibo, come quella di giovedì 23 novembre alla Trattoria Zamboni di Lapio. 

Protagonisti saranno gli alpeggi con i formaggi crudi d’allevo, vaccini o caprini, che si alterneranno agli stagionati a pasta dura e ai formaggi a pasta pressata. L’oca e l’anatra, i funghi e le castagne identificano le valli, dal brolo arrivano cachi e melograni, mentre l’orto porta in tavola verze e broccoli, facilmente abbinabili alla pasta fresca. Gli ospiti possono dare vita a personali interpretazioni, giocando su colori e sapori, tra numerose ghiotte proposte, come i cestini guarniti di funghi trombette da morto, tortelli ripieni di formaggi, di verdure o di carni, inframezzati da una rigenerante zuppa di cipolle all’Asiago Mezzano.
In questa esperienza golosa ci accompagneranno: Monica Gianesin della Trattoria Albergo Isetta di Grancona, Gino e Luisa Gasparella del “Piccolo Mondo” di Zovencedo, Giuseppe Zamboni della Trattoria Zamboni di Lapio e Roberto Berno dell’Antica Trattoria “Al sole” di Castegnero.

Per informazioni e prenotazioni:

Le Buone Tavole dei Berici  www.lebuonetavoledeiberici.it

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos