I luoghi del bere

Aceto Balsamico di Modena IGP, the best!

L’Aceto Balsamico di Modena IGP dell’Acetaia Giuseppe Cremonini ha ottenuto un importante riconoscimento: dall’ organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, è stato riconosciuto il migliore tra gli aceti Balsamici di Modena. 

Sulle pagine della sua rivista “Test” sono stati pubblicati i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 Aceti Balsamici di Modena: a guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’IGP “5 Grappoli invecchiato” dell’acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto (MO).

Una referenza, quella dell’acetaia Giuseppe Cremonini, 100% naturale, con una consistenza vellutata, un’alta densità (pari a 1,33 g/l), un 73% di mosto d’uva cotto e un invecchiamento in barrique di almeno 3 anni.

L’analisi comparata – di aceti balsamici di svariate fasce di prezzo – è stata effettuata da un panel di cinque esperti che hanno descritto l’aspetto visivo, quello olfattivo e il gusto, nonché la sensazione in bocca ed il retrogusto degli aceti. L’assaggio degli stesso è avvenuto con una diluizione di 1:10, di 1:5 e alle fine in purezza.
L’aspetto degli aceti è stato registrato solo allo stato puro.
Ogni assaggiatore ha degustato i prodotti in forma anonima più volte e nelle stesse condizioni.

Nell’articolo del magazine Test, che è corredato da una dettagliata tabella completa di tutte le valutazioni, viene precisato che in degustazione Aceto Balsamico di Modena IGP dell’Acetaia Giuseppe Cremonini, aceto 5 Grappoli invecchiato di Giuseppe Cremonini ha raggiunto il valore di eccellenza (che nella votazione tedesca corrisponde a “1”).
Viene inoltre descritto come particolarmente corposo, aromatico, con acidità e dolcezza ben equilibrate, un’alta percentuale di mosto d’uva con un lungo periodo di maturazione.

A proposito di Acetaia Giuseppe Cremonini
Acetaia Giuseppe Cremonini è un’azienda di nuova generazione che sorge all’interno di una tenuta agricola di 40.000 m2, per la maggior parte coltivati a vigneto di Lambrusco Grasparossa IGT e Trebbiano DOC, uve tipiche del territorio utilizzate per il rinomato Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.
Lo stabilimento, progettato e realizzato basandosi su tecnologie di processo all’avanguardia per sposare tradizione, qualità ed efficienza, si può definire un modello di riferimento per l’intero settore.
Accanto al moderno stabilimento sorge l’acetaia tradizionale di famiglia.

Coraggio, passione e attesa: sono questi i valori sui quali Giuseppe Cremonini ha costruito l’acetaia che porta il suo nome.
Questi valori sono oggi interpretati dai figli Angelo, Camillo ed Elisabetta e si possono ritrovare in tutti i prodotti.
Acetaia Giuseppe Cremonini fa parte del Gruppo Olitalia, interamente di proprietà della famiglia Cremonini, azienda leader nel settore del confezionamento e della commercializzazione di oli alimentari e condimenti, distribuita in più di 120 Paesi nel Mondo.

 

Articoli simili

Corona e WeRoad, insieme per un aperitivo in paradiso

redazione21

Italian Wine Brands: riconoscimenti per Giordano Vini e Provinco Italia al Berliner Wein Trophy

redazione1

Yogurt Danone nelle ricette Cocktail di Filippo Sisti

claudia.dimeglio

1 comment

Comments are closed.