Eventi

Identità Golose: Berlucchi presenta il nuovo Palazzo Lana Extrême Riserva

 

Identità Golose: Berlucchi presenta il nuovo Palazzo Lana Extrême Riserva

Gli assaggi del Ristorante Da Vittorio incontrano lunedì la Riserva Gustose sorprese domenica, con le alici di Cetara Mealitaly, e martedì, coi tartufi di San Pietro a Pettine

La Guido Berlucchi parteciperà a Identità Golose (Mi.Co. Fieramilanocity, 6/8 marzo) con tre gustosi abbinamenti e una Riserva in anteprima.
La lounge area dello storico marchio, oltre all’assaggio continuato dei Franciacorta Berlucchi ’61 Brut, Satèn e Rosé, si trasformerà ogni giorno dalle 12:30 alle 14:30 in uno “spazio del gusto” dove sperimentare abbinamenti insoliti e “provocatori”.

Si inizierà domenica 6 marzo con “Seta e mare: Berlucchi ’61 Satèn e alici di Cetara Mealitaly”. Gli aromi suadenti del Satèn, Chardonnay in purezza dalla bollicina cremosa e mai invadente, avvolgono il gusto deciso e la genuinità delle alici sul pane imburrato, in un intrigante incontro di contrasti.

Si proseguirà quindi lunedì 7 con “Osare l’Extremo”: la nuova annata 2007 della Riserva Palazzo Lana Extrême incontra gli assaggi osé di Chicco & Bobo Cerea del Ristorante Da Vittorio.
La Riserva, preferita dalla critica enologica e dal degustatore più esigente, è composta da Pinot Nero in purezza e si affina sui lieviti ben 7 anni, per restituire una complessità aromatica – dove spicca la mineralità – unica, enfatizzata dal dosaggio Extra Brut.

I fratelli Cerea hanno ideato tre assaggi di grande carattere, che valorizzano la struttura poderosa, eppure elegante, del vino.

Martedì 8 si chiude con “Un cellario a Norcia”: gli aromi rigorosi del “classico” Cellarius Brut 2011 saranno abbinati ai finger al tartufo della Cucina San Pietro a Pettine, in un incontro di sapori di grande impatto e suggestione.

Guido Berlucchi & C.
Con oltre 500 ettari di vigneto in conversione biologica e 4 milioni di bottiglie prodotte all’anno, la Guido Berlucchi & C. a Borgonato di Corte Franca, Brescia, è leader nella produzione del Franciacorta. Guidata da Franco Ziliani e dai figli Arturo, Paolo e Cristina, l’azienda coltiva da oltre mezzo secolo un sogno diventato realtà nel 1961, quando Ziliani, enologo, con Guido Berlucchi e Giorgio Lanciani creò il primo metodo classico della Franciacorta. Quel vino contribuì a modificare le sorti del territorio, dando vita a una DOCG che rappresenta oggi un fenomeno enologico internazionale. L’azienda continua la sua opera pionieristica sia nel vigneto, con la sua conversione totale ai dettami dell’agricoltura biologica, che in cantina, dove accoglie, oltre all’affascinante porzione scavata nel XVII Secolo, l’impianto di spremitura qualitativa più efficiente nel mondo del metodo classico.
La Guido Berlucchi produce 4 linee di Franciacorta: Palazzo Lana Riserva, Cellarius Millesimato, Berlucchi ’61 e Cuvée Imperiale.
Alla società fanno capo i marchi Antica Fratta, a Monticelli Brusati, Brescia, e Tenuta Caccia al Piano, a Bolgheri, Livorno.

Mealitaly
È nel cuore del Mediterraneo, tra storia antica e tradizioni millenarie, che Mealitaly, giovane e affermata realtà imprenditoriale dell’agroalimentare italiano, opera con la missione di riproporre una cultura culinaria italiana tramandata dalle generazioni di artigiani e maestri di un sapere oggi sempre più oscurato da realtà economiche globalizzate.
Mealitaly rappresenta le eccellenze di una terra incontaminata, certificate da marchi DOP e IGP; ha iniziato la sua avventura in Campania, con una selezione di primizie degne rappresentati del territorio; L’azienda aspira a diventare un portavoce della tradizione agroalimentare di estrema qualità dell’intero scenario nazionale.
È la prima azienda italiana ad aderire al progetto di trasparenza e tracciabilità di QrItaly, un’app che, tramite lettura ottica di un qrcode apposto sulla confezione riporta al consumatore i dati sulla provenienza di ogni singolo componente del prodotto.

Ristorante Da Vittorio
Un nome: Vittorio. E una famiglia, marchio di eccellenza nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Una dedizione premiata dalle guide – Tre Stelle Michelin – e dalla fedeltà di una clientela in crescita costante. Uno stile culinario inconfondibile, vivo e vitale da oltre 45 anni, grazie all’intuizione del fondatore – papà Vittorio – e all’evoluzione compiuta dai figli, che negli ultimi anni hanno integrato la tradizione con le tecniche più moderne. Un’armonia che si traduce in massima valorizzazione di materie prime di qualità assoluta, in arrivo dalle migliori aree di produzione.
Oggi a occuparsi di Da Vittorio sono la signora Bruna Cerea e i cinque figli. Enrico e Roberto sono entrambi chef, Francesco ha la responsabilità della cantina e della ristorazione esterna, Rossella è responsabile dell’ospitalità nel Ristorante e nella Dimora mentre Barbara dirige Cavour 1880, il caffè pasticceria di Bergamo Alta.

Tenuta San Pietro a Pettine
Oltre ottocento ettari di boschi secolari con tartufaie protette e riservate nel cuore incontaminato dell’Umbria. Un piccolo borgo nel cui centro spicca una chiesa romanica del XIII Secolo e la casa padronale con annesso il ristorante di famiglia; un laboratorio artigianale per la produzione di specialità alimentari al tartufo operante sin dal 1948: questo è San Pietro a Pettine, luogo da sogno a Trevi, Perugia.

Mariella Belloni

 

Articoli simili