Il presidente del Consorzio Gorgonzola e il sindaco di Gorgonzola si stringono la mano

In occasione della 13° Sagra Nazionale del Gorgonzola, in programma ieri e oggi nella cittadina omonima, il Presidente per la tutela del Formaggio Gorgonzola, Renato Invernizzi, e il sindaco dell’omonimo comune, Angelo Stucchi, si sono stretti la mano dopo la sentenza del Tribunale di Milano del luglio scorso.

Il giudice aveva, infatti, condannato il Comune di Gorgonzola per contraffazione della DOP Gorgonzola e imposto il ritiro dagli scaffali dello “Stracchino di Gorgonzola”, prodotto commercializzato con la De.Co., marchio collettivo di Denominazione Comunale.

Sono molto felice” – afferma il Presidente Invernizzi – “di essere qui a Gorgonzola per mettere finalmente fine ad un inesistente conflitto tra noi e il Comune di Gorgonzola che, oltre a far parte del territorio consortile in cui si produce il gorgonzola DOP, ospita da anni questa bellissima sagra, autentico punto di riferimento per tutti gli amanti del nostro formaggio. Ho accettato, quindi, volentieri l’invito del Sindaco Stucchi” – prosegue Invernizzi – “col quale intendiamo proseguire i nostri rapporti nel contesto collaborativo che c’è sempre stato anche nell’ottica di promuovere un’eccellenza gastronomica come il Gorgonzola in vista di Expo. Questa stretta di mano ci sembra il modo migliore, più chiaro e diretto, per rispondere a qualche articolo un po’ polemico che abbiamo letto dopo la sentenza. Colgo l’occasione per precisare che il gorgonzola è prodotto in 10 province lombarde e 6 piemontesi.

By | 2014-10-22T07:48:08+02:00 Settembre 2013|Food, News|