A Serralunga d’Alba votati i calici Riedel migliori per il nebbiolo

 

Nel cuore delle langhe piemontesi, terra ricca di vigneti, cultura e ricchezza enogastronomica, si sono tenute a luglio due degustazioni organizzate da Angelo Gaja – la prima dedicata a 34 ristoratori, la seconda a 28 rinomati produttori – per eleggere i calici Riedel migliori per il Nebbiolo

Dopo un’interessante dimostrazione di come anche la percezione dell’acqua possa cambiare in base al bicchiere utilizzato, Georg J. Riedel ha condotto personalmente le degustazioni accompagnando gli ospiti, con il suo inconfondibile carisma, nel pregiato mondo del Barolo, protagonista indiscusso della due giornate. Per l’occasione sono stati degustati, oltre ai pregiati vini di casa Gaja, quelli prodotti dagli stessi ospiti: molti, infatti, i viticoltori che hanno assaggiato il nebbiolo di propria produzione nei vari calici Riedel messi a disposizione, votando il bicchiere che, a loro giudizio, esaltava al massimo le qualità del vino.
Georg Riedel, infatti, sostiene da sempre “l’importanza di dare voce ai veri protagonisti della scena vinicola, quegli stessi produttori che scelgono di valorizzare e di potenziare al massimo, attraverso la scelta del calice più adatto alla specifica varietà d’uva, la percezione organolettica dei propri vini”. Molti i nomi d’eccellenza tra i produttori presenti – per citarne alcuni Federico Ceretto, Luciano Sandrone, Alfio Cavalletto, Alberto Cordero di Montezemolo, Luisa Rocca e molti altri.
A seguito delle due degustazioni, l’azienda austriaca leader nella produzione di calici specifici per varietà d’uva ha ottenuto un importante risultato: gli ospiti hanno, infatti, confermato all’unanimità che il bicchiere Riedel per il Nebbiolo è in assoluto lo strumento ideale per esaltare le proprietà uniche di questo prestigioso vitigno.
Angelo Gaja ha dichiarato: “Sono onorato e orgoglioso di avere qui oggi Georg J. Riedel, punto di riferimento internazionale del mondo del vino. Georg rappresenta un grande valore aggiunto per la cultura enologica contemporanea e allo stesso modo, ne siamo certi, sarà per suo figlio Maximilian, da pochissimo nuovo e promettente Presidente di Riedel Crystal”.
A proposito di Riedel: l’azienda leader mondiale da 250 anni nel settore del vetro e cristallo, è il primo nella storia a riconoscere che il gusto del vino è influenzato dalla forma del bicchiere nel quale è consumato. Riedel è stato riconosciuto come l’originale marchio di bicchieri per il vino, per i suoi complementi e i liquori. Famoso per aver introdotto per la prima volta al mondo un bicchiere studiato sulle caratteristiche delle diverse varietà di uve, il Burgundy (Borgogna) Grand Cru nel 1958 e la collezione Sommeliers in cristallo soffiato inaugurata nel 1973, Riedel è diventato la scelta preferita dei maggiori intenditori di vino, professionisti dell’ospitalità e consumatori esigenti in tutto il mondo.
L’inizio della collaborazione tra Riedel Glas Austria e Gaja Distribuzione risale al 1987, anno che segna l’ingresso dei prestigiosi calici austriaci nella ristorazione italiana. Furono Georg J. Riedel, grazie alla sua grande passione per il vino che ha ispirato la produzione di bicchieri atti a potenziarne il godimento,  e Angelo Gaja, produttore piemontese e toscano che ha sempre operato per esaltare l’immagine del vino di qualità, a dare vita a questo forte legame.

www.riedel.com
www.gajadistribuzione.it

 

By | 2018-06-15T15:25:40+02:00 Luglio 2013|Design in cucina|