T O P Carne, il ristorante milanese dove la carne è spettacolare!

 

Oggi vi porto nel paradiso della carne! Sì, parlo di The Outstanding Place – Carne (T O P Carne), il nuovo ristorante che, come l’araba fenice, risorge dalle ceneri  (si fa per dire) dell’ex Picanha’s, probabilmente la prima churrascaria  di Milano. 

I proprietari storici, basandosi sulla lunga tradizione del noto ristorante, gli hanno voluto dare un nuovo volto, più raffinato e contemporaneo. 

Il nome The Outstanding Place (in inglese outstanding significa straordinario/eccezionale ma anche sospeso e sporgente)  dà un’idea precisa di cosa aspettarsi da questo ristorante: la sua  offerta gastronomica è davvero strepitosa e l’ambiente è estremamente curato, mentre la struttura  aggettante, prospiciente la bella piazza di zona San Siro, regala alla location un fascino internazionale pari a quello delle più audaci architetture contemporanee.

In un angolo riservato di Piazzale Lotto, a pochi passi dalla metro,T O P Carne è caratterizzato dalle grandi vetrate, da cui si può ammirare il verde circostante la piazza e, nell’ora e nei giorni giusti, un tramonto davvero spettacolare, proprio come è capitato a me.

Arredato in maniera elegante e con uno stile internazionale, mi ha accolto con ambienti ampi, dove materiali naturali, come marmo e legno, vetro, pelle, acciaio color bronzo e velluti hanno contribuito a regalarmi una piacevole sensazione di relax.

Adatto a pranzi o cene di lavoro, è perfetto anche per intimi téte-à-téte, grazie alla spaziosità delle sale e alla grande distanza tra un tavolo e l’altro.

Disponibili anche due sale separate e modulabili, ideali per eventi privati, una per massimo quattordici commensali e l’altra più capiente, dotata di schermo televisivo, dedicata a chi ama assistere ai grandi eventi sportivi.

Ma, oltre che per l’ambiente,  sono al Top Carne principalmente per assaggiare la carne, che è davvero il top che  si possa trovare  a Milano.

Nella splendida cucina a vista, infatti, lo  staff dello chef Fabio Baldassarre prepara alla griglia o ai fornelli i migliori tagli di carne, tra cui, in esclusiva per Milano, il Marango, incrocio tra Black Angus Aberdeen e Maremmana, allevata in un ranch nella Maremma laziale.

In abbinamento ottimi vini, scelti dalla fornita e scenografica cantina in vetro posta al centro del locale dal sommelier Minh Vaccarini, che ogni settimana propone anche alcune etichette al calice, per chi ama scoprire più vini in una cena senza dover acquistare più bottiglie.

Ovviamente è un ristorante dedicato ai buongustai non vegetariani, che apprezzano la bontà di carni scelte tra i migliori tagli e frollate al punto giusto.

A proposito di frollatura,  un volta salita con le scale mobili, che permettono l’accesso al locale, sono rimasta veramente colpita dalle vetrine per la frollatura, che espongono in bella vista intere lombate e fiorentine della migliore qualità.

Poco distante ho ammirato l’imponente cucina a vista con la sua griglia di 3,5 metri quadri dotata di vasche a temperatura diversa per una perfetta cottura dei diversi tipi di carne, realizzata da noti artigiani toscani.

Per grigliare  lo chef grigliatore, dall’esperienza internazionale, utilizza legni come il faggio o la quercia, che, abbinati ad erbe aromatiche, permettono di ottenere risultati strepitosi, che hanno deliziato perfino il palato di una gourmet esigente come me.

La churrasqueira annessa permette una cottura più lenta (una bassa temperatura “alla fiamma”), perfetta per tagli come il biancostato o le costine di maiale.

Io ho assaggiato, e molto apprezzato, antipasti come i favolosi mini Tacos con battuta di Fassona piemontese con capperi e senape o il “Giro del mondo” in otto bocconi (otto piccole tartare di Angus condite con ingredienti mediterranei ed esotici, dall’uovo di quaglia e tartufo a quella con crema e scaglie di cocco, quella al mango o con bacon croccante e salsa bbq), e ancora la gustosa e fresca Picanha scottata con insalata di mango, noci e bacche di goji, con dressing al peperone.

Ho tralasciato, con grande rammarico, il Risotto con polvere di anice stellato e jamon iberico o i paccheri con ragù di manzo sfilacciato con pistacchio e tè nero affumicato, per lasciare posto ai secondi, specialità del locale.

E allora via con  gli assaggi delle proposte alla griglia, dalla Tomahawk di Black Angus statunitense alla Fiorentina e alla Costata di Scottona bavarese, Rubia Gallega, Black Angus, Chianina e, in esclusiva per Milano, la Marango (incrocio tra Black Angus Aberdeen e Maremmana, allevata in un ranch nella Maremma laziale), quella che ho gustato di più!

Anche se ormai piena come un uovo, ho avuto il coraggio di piluccare anche i contorni, come il purè di zucca con castagne ( una vera delizia!) , le carote baby glassate con miele e arancia e le verdure alla griglia, tutte di stagione.

Per concludere la serata il direttore di sala Alcimar Maraschin,  brasiliano di origini venete già direttore per 18 anni del Picanha’s, esperto e appassionato di carne, mi ha preparato uno squisito mojito, ben bilanciato nel mix di alcol e zucchero di canna.

T O P Carne è aperto ogni sera sette giorni su sette, e, nonostante l’alta qualità dell’offerta gastronomica, propone prezzi assolutamente abbordabili.


Claudia Di Meglio

T O P Carne – The Outstanding Place Carne
P.le Lotto 14
20148 – Milano
Tel. 02.39214408
Sempre aperto (solo la sera, tutto l’anno, 7 giorni su 7)
Orari cucina: 19.30-01.00
Prezzo medio 40€
Carte di credito: tutte tranne Diners
Animali: No
Accesso disabili: Si
www.topcarne.com
FB TopCarneMilano
Instagram Top_Carne_Milano

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-05-12T12:20:02+00:00 Maggio 2019|I luoghi del gusto|