Masseto e Massetino: presentate le annate 2017-2018

massetoLa tenuta Masseto ha presentano ufficialmente due nuove etichette. Si tratta di due annate di vino: il Masseto 2017 e il Massetino 2018. La presentazione ufficiale si è svolta a Bolgheri, alla presenza dei collezionisti.

Masseto e Massetino sono due vini diversi, ma dello stesso territorio. Il primo è dell’annata 2017. Invece, il Massetino appartiene all’annata 2018. I due vini sono complementari, come le annate. La tenuta di produzione ha scelto di inserire le due etichette tra i vini per il mercato internazionale, con la distribuzione al Place de Bordeaux.

Infatti, il 2017 è stata un’annata caratterizzata da un microclima soleggiato e secco. L’annata 2018 che la portato alla freschezza del Massetino, invece, è stata carica di piogge. I punti in comune delle due etichette presentate dalla tenuta Masseto sono:

  • equilibrio;
  • territorio;
  • gusto.

Il terreno ha delle caratteristiche particolari, che influenzano le etichette. Infatti, il terreno è argilloso e assorbe l’acqua. Così, le viti sono rigogliose anche nei periodi soleggiati. In più, il sole e la brezza costiera (trattandosi di una zona vicino al mare) creano la base per una maturazione lenta dell’uva.

I due vini hanno caratteristiche diverse non solo per le annate. Infatti, la fermentazione è completamente diversa.

Masseto: caratteristiche del vino

Per il Masseto, l’accurata selezione e il clima soleggiato hanno regalato al vino un colore rubino scuro e un profumo intenso. Si possono riconoscere all’olfatto note di ciliegia, di frutti neri e liquirizia. Si tratta di un vino denso e vellutato, ideale per le grandi occasioni. Questa particolare etichetta di vino si produce dal 1986. Rappresenta la storia della tenuta dalle sue origini e ne scrive la storia di annata in annata. L’annata 2017 riesce in tal senso ad attirare l’attenzione non solo dei cultori del gusto, ma anche dei collezionisti del buon vino.

Massetino: la freschezza in bottiglia

Il Massetino è il vino novità della tenuta Masseto. Armonioso ed equilibrato, all’olfatto si presenta con note di ciliegia, rovere tostato e spezie balsamiche. Si tratta di un vino raffinato, con un gusto fruttato. La prima etichetta è proprio quella del 2018. La tenuta è sicura che sarà la prima etichetta di una lunga serie.

Tenuta Masseto: le caratteristiche del territorio

La vigna della tenuta Masseto si trova nel territorio collinare toscano. L’argilla blu, le fresche brezze costiere provenienti dal Mar Mediterraneo e l’ottima luce garantita dal sole, rendono i vini prodotti qui corposi e intensi. La tenuta fa parte del gruppo controllato dalla famiglia Frescobaldi.

La tenuta è gestita dal team composto da:

  • Axel Heinz, Estate Director,
  • Eleonora Marconi enologa,
  • Tim Banks, Sales & Marketing Director,
  • Vianney Gravereaux e Susanne Weber, rispettivamente Global Sales Manager e Brand Manager,
  • Elena Oprea, Communication Manager.

La tenuta è progettata dallo Studio Zito Mori. L’azienda vinicola si è fatta riconoscere nel tempo come una delle realtà più importanti del Made in Italy a livello internazionale. I vini prodotti dalla tenuta subiscono in ogni fase della lavorazione severi controlli interni per garantire la qualità. Per maggiori informazioni su Masseto e Massetino e su dove trovarli, si può consultare il sito www.masseto.com.

By | 2020-10-05T17:12:21+02:00 Ottobre 2020|I luoghi del bere|