News

Mozzarè Casearia dona 300 pacchi di “spesa solidale” per “Uniti per la Campania”

Mozzarè Casearia dona 300 pacchi di “spesa solidale” per “Uniti per la Campania”Conclusa l’iniziativa benefica “Mozzarè Casearia per il sociale

Oggi più che mai siamo vicini a centrare l’obiettivo della comune tutela della salute di tutti, in questo momento abbiamo bisogno di tanta pazienza per un sano ritorno alla nostra umanità più profonda.
Occorre stringerci a coloro che ogni giorno rischiano la loro vita per fermare il Coronavirus e che non riusciamo a comprendere completamente.

Mentre si rafforzano le misure per fronteggiare l’epidemia di COVID-19 in tutta Italia, si moltiplicano i gesti di solidarietà, da quelle dei comuni cittadini a quelli delle aziende.
Gli imprenditori campani si dimostrano sempre più solidali in un periodo d’emergenza economica come quello che la Campania e l’Italia tutta sta affrontando.

Si è appena conclusa l’iniziativa benefica “Mozzarè Casearia per il sociale” ideata da Giovanni Palmentieri, proprietario di Mozzarè Casearia, insieme al socio Gianluca Loreto, che si inserisce nella più ampia rete di iniziative di beneficenza promosse da “Uniti per la Campania”.
Da sempre al fianco dei migliori pizzaioli, Mozzarè ha dedicato tantissime energie al mondo della pizza. Gli operatori del settore sanno bene quanto è importante utilizzare prodotti di qualità ottimizzati per una specifica ricetta. Mozzarè ha sviluppato una gamma prodotti che soddisfa le esigenze di tutti i pizzaioli.Mozzarè Casearia dona 300 pacchi di “spesa solidale” per “Uniti per la Campania”
Il giovane imprenditore campano, grazie alle collaborazioni di esponenti di altre aziende del settore agroalimentare, la Caritas, la Protezione Civile e l’Associazione “Colora il Corona”, ha distribuito nella provincia di Napoli 300 pacchi di “spesa solidale” ad altrettante famiglie che hanno risentito maggiormente della crisi economica a seguito della pandemia in corso e che hanno visto arrivare sulle proprie tavole per Pasqua generi alimentari d’ogni tipo.

«Una comunità è tale se in un momento difficile come quello che stiamo affrontando sa dimostrarsi coesa e capace di porgere una mano laddove ce n’è bisogno. Grazie alle tante aziende amiche che mi hanno sostenuto, il progetto ha preso forma in pochissimo tempo perché, si sa, solo uniti si va più lontano» ha dichiarato Giovanni Palmentieri.

Sono tanti e importanti i gesti di solidarietà arrivati dal mondo enogastronomico ed agroalimentare. In queste settimane, abbiamo infatti assistito a una vera e propria “corsa alla beneficenza”. A cogliere nel segno sono i gesti di chi, come quello di Giovanni Palmentieri, fa il possibile per aiutare, donando ciò che produce. Sono iniziative come queste che fanno bene al cuore e fanno ben sperare a una ripresa migliore, non solo economica, ma umana.

Harry di Prisco

Articoli simili