I luoghi del gusto Slide2

In Alta Badia un’estate 2023 all’insegna del gusto

Alta Badia e buon cibo, un legame ormai indissolubile che anche nell’estate 2023  delizierà ospiti e turisti con la genuinità di prodotti locali, con i piatti della tradizione ladina e numerose iniziative enogastronomiche in questa località simbolo dell’Alto Adige.

Alta Badia estate 2023
Ph. Alex Moling

In Alta Badia con gusto

La tradizione vuole che sia l’apertura degli impianti di risalita – fissata quest’anno per il 10 giugno – a dare il via ufficiale all’estate di Alta Badia, che negli ultimi anni si è accreditata sempre di più come punto di riferimento degli appassionati di cucina: in effetti pochi luoghi al mondo possono unire la bellezza delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO  con una cultura e varietà gastronomica quale quella di questi luoghi.

L’ Alta Badia si prepara ad un’estate 2023 all’insegna del gusto e delle iniziative enogastronomiche: colazioni con il contadino e corsi di cucina ladina, degustazioni di vino e tanto altro.

La colazione dal contadino, novità 2023

Sappiamo tutti quanto sia importante la colazione nella nostra giornata, ed in Alta Badia la colazione questa estate sarà diversa dal solito: una visita a 5 masi diversi dove gli ospiti con l’aiuto del contadino entreranno in stalla per vivere esperienze uniche come raccogliere le uova e preparare prodotti come la ricotta, a stretto contatto con la natura.
Dopo tutto questo “lavoro” arriva ovviamente la colazione, gustosa e naturale con tanti prodotti del contadino: burro, uova, marmellate e pane fresco.

Gli appuntamenti previsti – per i quali è obbligatoria la prenotazione da effettuarsi online , oppure presso gli uffici turistici dell’Alta Badia – sono 5: : 11 luglio (Maso Lüch Larcenei), 25 luglio (Maso Bio Lüch Ruances), 8 agosto (Dolomites Farm), 22 agosto (Maso Lüch da Mirió), 12 settembre (Maso Lüch Arslada).

Una serata dedicata ai canederli

Se dici Alto Adige dici (anche) Canederli, ed è per questo che l’Alta Badia dedica una serata intera a questa fantastica preparazione culinaria.
La serata dedicata ai canederli è prevista per martedì 18 luglio: una degustazione di questa pietanza che spazierà dal dolce al salato, dalle versioni tradizionali a quelle più innovative: appuntamento dalle ore 19.00 per le vie centrali di Badia – che per l’occasione sarà chiusa al traffico – con candele e fiaccole che saranno da suggestiva cornice all’evento, oltre alle musiche locali.
Prevendita ticket in tutti gli uffici informazioni.

Vini all’aria aperta: degustazioni outdoor con Andrè Senoner, miglior sommelier d’Italia 2022

Sono cinque gli appuntamenti con Andrè Senoner – esperto sommelier altoatesino e miglior sommelier d’Italia 2022 – che guiderà i turisti attraverso indimenticabili esperienze outdoor di degustazione dei migliori vini dell’Alto Adige.

Vini di qualità eccellente grazie al clima favorevole ed un terreno fertile che vengono degustati in location d’eccezione scelte per regalare esperienze sensoriali indimenticabili: il 29 giugno, ai piedi delle cascate del Pisciadú si terrà una degustazione di vini bianchi, mentre i vini rossi altoatesini verranno presentati il 7 luglio alle pendici dell’iconico Santa Croce.
Il 14 luglio invece, sui prati del Sas Dlacia, ai piedi del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies la degustazione  spazierà da una bollicina a due bianchi e un rosso.
Il 3 agosto si svolgerà una degustazione con abbinamento a due piatti ladini, tra cui una specialità molto antica, chiamata jüfa, preparata semplicemente con latte e farina. La location scelta per questo appuntamento è una piccola baita di montagna in località Val de Valacia poco sopra l’abitato di Badia.

L’ultimo appuntamento, previsto per il 25 agosto è dedicato interamente agli spumanti dell’Alto Adige, presentati sui Prati Larcenëi a La Val, con una vista spettacolare su Cima Nove, Cima Dieci e il Santa Croce. Per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione onlinehttp://www.altabadia.org oppure in tutti gli uffici turistici dell’Alta Badia.

I corsi di cucina ladina

Per tutti quelli che restano ammaliati dai sapori della cucina locale e vogliono portare a casa un po’ di Alta badia al ritorno dalle ferie, ecco i corsi di cucina ladina.

L’iniziativa si chiama “Cujiné te ütia” e prevede un corso di cucina outdoor sulle terrazze a 2000m dei rifugi Club Moritzino (28 giugno), I Tablá (12 luglio) e Ütia de Bioch (30 agosto) con un panorama dolomitico mozzafiato.
Ogni partecipante avrà una propria postazione e potrà cucinare i vari piatti insieme allo chef del rifugio, che spiegherà nel dettaglio ogni passaggio della preparazione dei cajincí arestis (ravioli fritti, ripieni con ricotta e spinaci), i canederli di spinaci e i cajincí t’ega (i classici ravioli ripieni con spinaci e ricotta).
Ogni appuntamento avrà inizio alle ore 14.30, e la prenotazione è obbligatoria. 

I sapori dell’autunno

Infine, per salutare l’estate 2023 e dare il benvenuto all’autunno, in Alta Badia arrivano due settimane – dal 17 settembre al 1° ottobre – all’insegna delle eccellenze culinarie locali, per la valorizzazione dei prodotti locali e dei loro produttori. 

Nei rifugi Club Moritzino, I Tablá, Ütia de Bioch, e Lé saranno creati dei menù a tema studiati appositamente per l’occasione, con la presenza dei produttori locali pronti ad illustrare le caratteristiche e particolarità dei vari prodotti, che saranno acquistabili anche in loco.

 

 

Articoli simili