Turismo enogastronomico: una tendenza in crescita non solo tra i viaggiatori italiani - Sapori News Oggi vogliamo parlare di un tipo di turismo sempre più popolare: il turismo enogastronomico.

Questo tipo di viaggio si concentra sulla scoperta dei prodotti tipici locali e sulla degustazione di cibo e vino. Ma perché il turismo enogastronomico è così popolare? In primo luogo, perché ci permette di entrare in contatto con la cultura e la storia di un luogo attraverso i suoi sapori e profumi. Inoltre, è un modo per staccare la spina dalla routine quotidiana e vivere un’esperienza immersiva.

Turismo enogastronomico in Italia: quali sono le zone più popolari?

Il turismo enogastronomico in Italia sta conoscendo una crescita costante negli ultimi anni, grazie alla riscoperta delle tradizioni culinarie del nostro Paese e alla consapevolezza della loro importanza per la valorizzazione del territorio. L’Italia è un Paese ricco di specialità culinarie, ognuna legata alle tradizioni e alle caratteristiche delle diverse regioni. Dalle cucine del Nord, con i loro risotti e i loro salumi, alle cucine del Centro, con i loro piatti a base di pasta fresca e formaggi, fino alle cucine del Sud, con le loro pietanze a base di pesce.

In ogni regione d’Italia si possono trovare piatti tipici squisiti e vini DOC e DOCG che sono ideali per degustazioni. La degustazione di vini e piatti locali è un modo per scoprire i sapori del territorio, immergendosi nella cultura e nella storia di una località. Questa forma di turismo permette di vivere un’esperienza indimenticabile, che non solo appaga il palato, ma anche la curiosità e la conoscenza della cultura locale.

Il turismo enogastronomico offre anche l’opportunità di sostenere l’economia locale, acquistando prodotti a km 0 e visitando aziende agricole e cantine. Inoltre, molti ristoranti e alberghi stanno adottando un approccio sostenibile, utilizzando prodotti a km 0 e promuovendo la cucina locale, contribuendo così a preservare le tradizioni culinarie e l’ambiente.

Prenota la tua vacanza in Romagna per scoprire i sapori

Non importa che tu abbia scelto un hotel a pensione completa o un b&b, soggiornando in Romagna avrai modo di scoprire da vicino la tradizione culinaria della località. Tanti i cibi che strizzano l’occhio agli ingredienti della zona, alcuni piatti sono diventati famosi in tutto il mondo e sono apprezzati anche in modalità street food. Per poter scoprire la cucina più autentica e tradizionale della zona, ti consigliamo di prenotare un hotel a Riccione con pensione completa: in questo modo avrai la possibilità di gustare primi, secondi, antipasti e street food direttamente dalla tradizione. Puoi trovare molti hotel di questo tipo, anche in offerta, su hotelriccione.travel, dove attraverso un elenco puoi visionare tutte le strutture disponibili e richiedere preventivi personalizzati.

Quali sono i piatti da non perdere? Partiamo con la piadina; questo piatto tradizionale è una sfoglia sottile fatta con farina, acqua, sale e strutto; può essere farcita con ingredienti come formaggi e salumi ma una delle vere chicche è l’autentica con crudo e squacquerone. Le versioni light non mancano, alcuni hanno sostituito lo strutto con l’olio EVO.

Altro piatto street food immancabile sulla tavola in Emilia Romagna è lo gnocco fritto; consiste in piccoli pezzi di pasta fritta serviti con salumi e formaggi. Si tratta di un piatto molto popolare in Romagna e può essere gustato come antipasto o come piatto unico. E come dimenticare i sardoncini scottadito? Si tratta di sardine fresche grigliate e servite con una spruzzata di limone e olio d’oliva.

Una vacanza nelle Langhe tra tartufi, vino e tartare

Le Langhe sono famose per la loro ricca tradizione culinaria e vinicola, e offrono un’ampia varietà di piatti e vini da provare. Tra i piatti tipici da provare ci sono i Tajarin, pasta fatta a mano simile ai tagliolini, solitamente serviti con sughi a base di funghi porcini, ragù di carne o sugo d’uva. Per gli amanti dei primi piatti, immancabili gli agnolotti del plin, piccoli ravioli ripieni di carne o verdure, solitamente serviti con burro e salvia. Il secondo piatto che vogliamo citare è la fonduta: una zuppa cremosa a base di formaggio, servita con crostini di pane. Immancabile un delizioso brasato al barolo: un secondo piatto di carne di manzo cotta a lungo nel vino Barolo, molto saporito e perfetto per l’inverno.

La Romagna e le Langhe sono due zone perfette per praticare turismo enogastronomico ma ogni regione italiana ha tantissimo da offrire!