Evidenza I luoghi del gusto

‘A trattoria, a Monza l’eccellenza del cibo siciliano

‘A trattoria, nel cuore di Monza, è un ristorante dove si può mangiare dell’ottimo cibo a qualsiasi ora del giorno. Vi viene voglia di un piatto di spaghetti alla norma di mare, una delle specialità del ristorante a base di melanzane fritte abbinate a frutti di mare, alle dieci del mattino?
Nessun problema! Mentre agli altri tavoli ci sono persone che bevono caffè o cappuccino e brioche, voi potrete soddisfare il vostro appetito con un primo piatto della tradizione italiana, o più precisamente siciliana.

L’ambiente è intimo e accogliente e  richiama la trattoria di una volta solo grazie ad alcuni dettagli, come i cesti di vimini appesi al soffitto, perchè nel complesso è un ambiente moderno, a cui le piastrelle decorate, di un verde che ricorda gli splendidi colori del mare siciliano, regalano un’eleganza soft.

Come in ogni trattoria che si rispetti tutti i piatti proposti, dall’antipasto al dolce, sono vere specialità che si ispirano alla cucina tradizionale isolana, con un tocco di creatività in più che li rende davvero squisiti.

L’eccellenza del cibo siciliano arriva in tavola con tutta la sua freschezza, a  cominciare dal pesce che alla ‘A trattoria – il bistrot del più blasonato ristorante Il Moro appartenente anch’esso alla famiglia Butticè –  viene elaborato in varie ricette,  che portano in tavola tutto il profumo del mare siciliano.  

Gli ingredienti arrivano tutti dal sud Italia, come, ad esempio, la farina derivata da un grano antico autoctono, la tumminia,  che viene usata per fare ogni giorno un pane fragrante e poco ricco di glutine, un pane che si mantiene morbido per molti giorni e regala sensazioni gustative e olfattive straordinarie.

Impossibile, poi, non concludere un pasto, ma anche farne una deliziosa colazione o merenda, con gli squisiti cannoli, farciti al momento con ricotta che arriva quotidianamente da Palermo e decorati con la polvere di pistacchi che la famiglia Butticè coltiva nelle sue proprietà in Sicilia.

 Se, poi, tra tante delizie siete indecisi su cosa scegliere, potrete dare la preferenza a La Giostra, un menu degustazione che vi permetterà di assaggiare ben nove specialità, tanto per avere un’idea completa di tutto ciò che di genuino e gustoso offre ‘A Trattoria.

Si comincia con lo Sfingione palermitano e la  giardiniera in agrodolce, poi una gustosa e classica caponata di melanzane, a cui seguono una catalana di gamberi e cipolla di Tropea in agrodolce e gli insuperabili salumi di Marco d’Oggiono, il culatello dei fratelli Spigaroli, i paccheri di Gragnano con un pesto di pistacchi di Raffadali dal sapore avvolgente, i gamberi di Mazara del Vallo e  la frittura di totani e gamberi, leggera e non unta. Un turbinio di sapori che non dimenticherete!

Da assaggiare i pomodori secchi calabresi o le varie specialità della Basilicata, che permettono un tuffo in sapori vibranti e straordinari, quasi dimenticati nel moderno mondo gastronomico.

Scelta la selezione dei vini, ma una marcia in più ha il Fileno di Canicattì, un bianco perfetto in abbinamento con piatti di pesce, sapido e profumato, nato da vigneti che crescono su terreni sequestrati alla mafia, il che aggiunge valore ad ogni calice.

 Last, but not least, verrete accolti nella sala, che dispone di soli 20 coperti proprio come una vera trattoria, con grande cordialità da Lucia, la giovane responsabile del locale che vi condurrà nel mondo gastronomico del Sud con un sorriso e tanta, tanta  competenza. 

Claudia Di Meglio

Articoli simili