Food

World Pasta Day: perchè non gustarla a colazione?

Per il World Pasta Day lo chef Valerio Braschi, il più giovane vincitore della storia di Masterchef e chef estroso del ristorante 1978 di Roma, e WMF, celebre brand tedesco di prodotti per la cucina, per l’occasione hanno ideato una ricetta che permette di utilizzare la pasta in modo creativo, rendendola adatta ad una  colazione inedita.

Perchè la pasta è buona in ogni momento! 

Un modo originale per esaltare la versatilità e aprire a nuovi possibili utilizzi della pasta, ingrediente principe della cucina italiana.
In apparenza la ricetta si presenta come una vera e propria tazza di latte con cereali ma è realizzata con rigatoni soffiati e tagliati in piccoli cerchi e un “finto” latte di cocco e mandorle.
Insomma, un piatto che lo chef ha pensato per gli amanti della pasta e per chi in cucina vuol vivere esperienze intense e ricercate.
Unendo la pasta tipicamente italiana e un trend internazionale che vede sempre più spesso i nutrizionisti consigliarla per il primo pasto del giorno, Braschi ha ideato una preparazioni per sfidare anche i palati più competenti con tecniche di cucina moderne e innovative.
La ricetta di Valerio Braschi sarà consultabile sui canali social e sul blog di WMF ed è un invito a mettere alla prova la propria creatività ai fornelli e festeggiare il World Pasta Day sin dalle prime ore del mattino.

Pasta soffiata alla cannella in latte di cocco e mandorla.

Ingredienti per 4 porzioni

  • Rigatoni 200 gr
  • Cannella in stecche 30gr
  • Chiodi di garofano 5
  • Anice stellato 1
  • Cannella in polvere 5 gr
  • Zucchero 500 gr
  • Mandorle 300 gr
  • Latte di cocco 500 ml

 

Preparazione

Per la pasta

Fare un infuso scaldando 1lt di acqua e aggiungendo 400gr di zucchero, i chiodi di garofano, l’anice stellato e la cannella. Raggiunti gli 80° spegnere il fuoco e lasciar aromatizzare per circa 3 ore.

Filtrare il tutto, portarlo a 80° e cuocerci al suo interno la pasta. Successivamente scolare la pasta, tagliarla a piccoli cerchi ed essiccarla in essiccatore a 60° per circa 4 ore.

Successivamente scaldare dell’olio in padella e friggere dentro i cerchi di pasta essiccati per circa 4/5 secondi, finchè saranno belli croccanti.

Condirli con pochissimo zucchero e una spolveratina di cannella in polvere.

Per il latte

Lasciare le mandorle una notte in ammollo in 600ml di acqua, successivamente frullare tutto e setacciare con una garza alimentare. Mescolare il liquido ottenuto con il latte di cocco, aggiungere lo zucchero, mescolare nuovamente e riseracciare ottenendo un composto liscio ed omogeneo.

Impiattare la pasta soffiata in una tazza, aggiungendo poi il  finto “latte” di mandorle e cocco.

Articoli simili