News

Fruit Exhibition compie dieci anni

Fruit Exhibition compie dieci anni e annuncia la sua ultima edizione: dopo le edizioni digital del 2020 e “one day” all’aperto del 2021 

 

Il festival e market internazionale dell’editoria d’arte indipendente torna dal 30 settembre al 2 ottobre 2022 nella sua struttura originale: un market di tre giorni che riunisce i migliori esempi di pubblicazioni indipendenti e un programma di incontri, proiezioni, mostre e workshop dedicati al mondo dell’editoria.

Per questo importante atto finale, Fruit Exhibition ha scelto DumBO, uno spazio di rigenerazione urbana temporanea a poche centinaia di metri dal centro e dalla Stazione Centrale, pronto ad accogliere le proposte di quasi cento espositori italiani e internazionali tra micro editori d’arte, self-publisher, graphic designer, illustratori e artisti, case editrici di grafica contemporanea, magazine, etichette musicali, stampatori artigianali: in mostra, il pubblico potrà trovare libri d’artista, cataloghi, graphic design, zines, edizioni sonore, illustrazione, fotografia, nuove tipologie di stampa e pubblicazioni tradizionali e digitali.

Partecipano al market di Fruit Exhibition X:
5X Letterpress (Italia), AIAP (Italia), Alvorturazine (Italia), Almanacco Press (Italia), Anita Scianò (Italia), Anna Giuntini-Iroiroworld (Italia), Anomali (Italia), Anonima Impressori (Italia), APRI (Italia), Archivio Magazine (Italia), Baco About Photographs (Italia), Beauroma Books (Italia), BEKKO (Italia), BOLO Paper (Italia), Cabin Boy Studio (Italia), Calluna Cartilegi (Italia), Canicola (Italia), Checkpoint Charly (Italia), Cicuta (Italia), Collettivo Canederli (San  Marino), Collettivo Franco (Italia), Compulsive Archive (Italia), Condylura+Xong (Italia), Costanza Coletti (Italia), Curatela Placebo (Italia), Damocle Edizioni (Italia), Damiano Boldrini (Italia), Dito Publishing (Italia), École supérieure d’arts & médias de Caen/Cherbourg (Francia), Eki Magazine (Italia), Elfi Seidel (Germania), Federico Blu di Prussia (Italia), Flow Photozine (Italia), FranZine (Italia), FRUTE (Italia), Fuori Formato (Italia), Galleria D406 disegno contemporaneo (Italia), Galleria Disastro (Italia), Giada Fuccelli (Italia), Giorgiabaloo (Italia), Howphelia (Italia), Illustation (Italia), Inferno 5 (Italia), Ivana Spinelli (Italia), KABUL Magazine (Italia), Kristian Ujhelji (Austria), Le Palle (Italia), Leporello-Photobooks et al. (Italia), Libri Finti Clandestini (Italia), Libri Tasso (Italia), Lievito Creative LAB (Italia), Lisa Gelli (Italia), Lök Zine (Italia), Lucangelo Bracci (Italia), Maaterials (Italia), Marcello Ruvidotti (Italia), Marco Brancato (Italia), Margotmao (Italia), Marisa Ventura (Italia), Mel The Sketcher (Italia), Memorial Paint (Italia), Mia Martì (Spagna), Mira Mink (Finlandia), Mulieris Magazine (Italia), Noi, libreria progetto TATO (Italia), Nerofumo680 (Italia), Numero Cromatico (Italia), Obsolete Shit (Italia), Officina del giorno dopo (Italia), Officina Typo (Italia), Officine Amaro (Italia), Papièl di Carmine Luino (Italia), Panopticon (Italia), Polenta Malgazine (Italia), Press Press (Italia), Rapso (Italia), Red Lab Edizioni (Italia), Robida (Italia), Rollingsteel (Italia)  Saleh Kazemi (Iran/Italia), Salvatore Liberti (Italia), Sigaretten Edizioni Grafiche (Italia), Studio Boîte (Italia), Studio Makebu (Italia), Studio Saor (Italia), Suppergiú Magazine (Italia), Suren Hash (Mongolia), Taller Trez (Colombia), Testa Imperfetta (Italia), Valeria Cardetti (Italia), VIAINDUSTRIAE (Italia), Vincenzo Sparagna (Italia), Virginia Elena Patrone Illustrations (Italia), Zanna Dura (Italia).

Due i focus di quest’anno:
Invito al viaggio, a cura di Chiara Capodici, book designer e fondatrice della libreria romana Leporello – photobooks et al., che sottolinea l’importanza della dimensione del viaggio prima di tutto interiore, nella sua accezione transculturale, storica e visionaria, che si schiude pagina dopo pagina e mai come ora si carica di grande forza evocativa;
Drawing (r)evolution, a cura di Andrea LoSavio (galleria D406) e Cinzia Ascari, indaga invece il crescente interesse verso il disegno contemporaneo negli ultimi anni, non solo come medium al servizio dell’editoria ma anche come forma artistica autonoma e compiuta sempre più apprezzata nel mercato dell’arte.

Dieci i workshop dedicati alla formazione e alla creatività, che spaziano dalle tecniche tradizionali come il lettering, la serigrafia e il letterpress, fino al digital publishing e alle nuove frontiere tecnologie: dal 26 settembre al 1 ottobre, AvvistamentI.
Bookmaking workshop, a cura di Stefano Ricci; sabato 1 ottobre, Zine Garden. Laboratorio di creazione di una fanzine, a cura di Giulia Vallicelli per Compulsive Archive e Sulla Comunicazione Guerriglia a cura di Andrea Natella; sabato 1 e domenica 2 ottobre, La Fotografia: il racconto per immagini, a cura di Gianpaolo Arena, Alfabeti Componibili. Laboratorio di letterpress e composizione tipografica a cura di Anonima Impressori, Vedo Colore.
Per creare un personale alfabeto visivo a cura di Alberonero; domenica 2 ottobre, Notebook. Cucitura a punto lungo e stampa a rilievo, a cura di Officine Amaro, Image Based Types. Laboratorio di lettering, a cura di Matteo Bertin, Laboratorio serigrafico di Bee’s Wrap a cura di Stranedizioni e La Commedia Dell’informazione a cura di Vincenzo Sparagna.

Non mancherà un nutrito programma di talk ideato per avvicinare il pubblico all’editoria indipendente attraverso interviste, conferenze e presentazioni di progetti inediti.
Venerdì 30 settembre, alle ore 18.00, Invito al viaggio –
In movimento con l’artista ed educatrice Francesca Crisafulli, e Chiara Capodici; alle 19.00, Frute × Robida: come il fare editoria si interseca con il fare comunità con Cecilia Cappelli e Lucia Gasti (Frute) e Vida Rucli (Robida); alle 20.00, Invito al viaggio – Spazio. Gli Europei ai tempi dell’Europa con il fotografo Rob Hornstra; alle 21.00, Quasi nessuno ha riso ad alta voce con Pastoraccia in dialogo con Matteo Gaspari attorno al suo nuovo libro a fumetti.

Sabato 1 ottobre alle ore 15.00, Il disegno a fumetti.
Un linguaggio artistico in forte ascesa con l’editore Emilio Varrа e l’artista Stefano Ricci; alle 16.00, A puro caso – Un viaggio nel tempo e nello spazio, una ricerca sulla memoria come spunto per l’indagine del paesaggio contemporaneo con il fotografo e videomaker Marcello Ruvidotti e Giorgia Vanzolini (De Pietri Artphilein Foundation, Lugano); alle 17.00, Swiss artists’ books. Il libro d’artista in Svizzera e nel mondo con l’artista, curatore e scrittore Stefano W. Pasquini e Susanne Bieri, storica dell’arte e ricercatrice; alle 18.00, Invito al viaggio – Tempo. Future Memories con l’artista Nico Krebs e Chiara Capodici; alle 19.00, Dal foglio alla strada. Il disegno nell’arte urbana tra intimità e spazio pubblico con il critico d’arte, docente e curatore indipendente Claudio Musso, Eugenio Sidoli, collezionista e fondatore di SpazioC21 (Reggio Emilia), e l’artista 108, uno dei primi e maggiori rappresentanti del post-graffitismo astratto a livello nazionale ed europeo. Domenica 2 ottobre, alle ore 13.00, Fruit Picks. I sei progetti che ci hanno colpito di più, dal market di Fruit X; alle 15.00, Invito al viaggio – Interconnessioni. Visioni di viaggio e attraversamenti di spazi, tempi e identità con Cristina Marasti (Iperborea), Marco Agosta (The Passenger), Dionigi Mattia Gagliardi (Numero Cromatico). Federica Boragina e Giulia Brivio (Studio Boîte); alle 17.00, Collezionare opere su carta. La raccolta di illustrazioni di Sergio Cereda con il collezionista Sergio Cereda in dialogo con l’artista Fausto Gilberti e il gallerista Andrea Losavio; alle 18.00, Disegno contemporaneo e mercato dell’arte. Tendenze e prospettive con la curatrice Irina Zucca Alessandrelli, il curatore Antonio De Falco e Massimo Pulini, pittore, scrittore e storico dell’arte; alle 19.00, Image based types. Progettare un carattere tipografico partendo da un’immagine con Matteo Bertin, art director, progettista grafico e autore del libro; alle 20.00, In piena luce. Una fanzine per i 40 anni di storia del Cassero con Sara De Giovanni, archivista presso il Centro di Documentazione “Flavia Madaschi” Cassero LGBTI Center, Eugenio Nittolo e Andre Tognan (Laboratorio Zanna Dura di Torino – Fanzines, serigrafia, disegno), Enea Brigatti, assistant editor di Archivio Magazine.

Tra le proiezioni, vedremo il film Una storia in punta sottile – la bella grafia di Enza Negroni sulla grande calligrafa bolognese Barbara Calzolari, la prima donna ad aver ricevuto il prestigioso Master Penman dallo Iampeth (sabato 1 ottobre, ore 21.00), e due documentari di Emanuele Angiuli: la prima nazionale di C’era Una Volta… La Rivista A Fumetti, che racconta la storia di pubblicazioni come Cannibale, Frigidaire, Orient Express, Valvoline, Dolce Vita, Fuego, Cyborg, Mondo Mongo, Zero, Nova Express, Kappa Magazine, Mondo Naif, nate a Bologna dalla fine degli anni Settanta fino al 1996 (sabato 1 ottobre, ore 12.00); Piccolo Gruppo In Moltiplicazione, che propone invece l’esperienza grafica, letteraria e politica – tra disegni, poesie e proclami politici deliranti – di A/traverso, ZUT, Wow, Oask, Il limone a canne mozze, La Congiura dei pazzi, Desir, nella Bologna nella seconda metà degli anni Settanta (domenica 2 ottobre, ore 12.00). In rotazione durante gli orari di apertura del festival, il programma include anche in Luther Blisset – Informati, credi, crepa di Dario Tepedino, che ricostruisce le più famose e riuscite beffe ai danni dei mass media per dimostrare la fragilità e la manipolabilità del sistema dell’informazione, F for Fake. Piccola lezione sul falso di Vincenzo Sparagna e Art Book Stories, un’indagine di Christian Battiferro sul mondo dell’editoria artistica indipendente tra Madrid, New York, Bologna, Parigi e Amsterdam (per saperne di più, clicca qui)

Venerdì 30 settembre alle ore 22.30 si potrà assistere a Sigaretten Ensemble/Concerto disegnato/033, una performance nata da un’idea di Stefano Ricci che unisce improvvisazione musicale e disegno in uno spettacolo unico. Gli spazi di Dumbo ospiteranno anche la mostra fotografica La strategia del pattìno di Francesca Crisafulli, a cura di Chiara Capodici, parte di un progetto editoriale commissionato dalla casa editrice Topi Pittori.

Fruit Exhibition è un progetto di Crudo in collaborazione con Arci Bologna con il sostegno di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Orari: Venerdì 30 settembre: h.17:00 – 01.00 (chiusura market alle 22); h.22:30 concerto di Stefano Ricci

Sabato 1 ottobre: h.11:00 – 01.00; h.22 dj set

Domenica 2 ottobre: h.11:00 – 01.00 (chiusura market alle 21:30); h.21 party di chiusura

Ingresso (biglietto valido per tre giorni):
9 € per possessori di tessera ARCI 2022/2023
14 € ingresso + tessera ARCI 2022/2023 (tesseramento all’ingresso)
20 € ingresso per non associati
Consigliata la pre-adesione: https://portale.arci.it/preadesione/associazionecrudo

Il programma potrebbe subire minime variazioni, per aggiornamenti si consiglia di consultare il sito www.fruitexhibition.com

Articoli simili