I luoghi del gusto

Friccico a Monteverde, il nuovissimo “bistrot alla vaccinara”

Con un riuscito incrocio tra atmosfere da locali parigini e piatti d’autore che non dimenticano la tradizione del territorio apre a Roma il Ristorante Friccico Mangia e Bevi.



Le radici romane

Tipica parola del dialetto romanesco, “friccico” secondo un noto dizionario disponibile su web è “una leggera scossa che pervade l’animo nei momenti di particolare emozione”. E invero sono particolari le emozioni suscitate dalle creazioni di Friccico, il progetto imprenditoriale di tre giovani amici, SimoneAndrea e Iacopo, di recente apertura nel quartiere Monteverde in viale dei Colli Portuensi 169.

Il format del locale, studiato con grande accuratezza da Simone La Rocca e Serena Moretti, nasce dalla voglia dei due di dar vita ad un luogo che potesse rappresentare la loro idea di socialità legata al gusto. Uno spazio che omaggia il bello attraverso scelte stilistiche e di design studiate con cura, nel quale convivono in piena armonia le atmosfere dei bistrot parigini ai quali si ispira la giovane coppia ed i sapori della tradizione in un ambiente caldo, accogliente e conviviale atto a far vivere un’esperienza sensoriale davvero unica.

Il bagaglio di esperienza

Simone può contare su una decennale esperienza in cucina e nel corso del tempo ha perfezionato la tecnica per supportare un processo creativo che parte sempre dalla fondamentale fase di studio. Serena “padrona di casa” di Friccico ha curato ogni dettaglio del concept, dal menu alla mise en place, passando naturalmente per il lavoro di strutturazione della carta dei vini.

Per Simone e Serena, artefici in cucina ed in sala di un riuscito connubio tra passione e competenza, l’atto del mangiare rappresenta la più intrigante tra le esperienze. Un posto nel quale poter assaggiare una cucina tradizionale ed autentica, che trae ispirazione dai sapori di una volta per donare nuova forma a piatti interpretati in chiave personale.

Fondere tradizione e novità

Riscoprire sapori andati nel tempo, sorprendersi per altri completamente nuovi: questo l’obiettivo di un approccio culinario semplice ma al tempo stesso accurato e che poggia le sue fondamenta sulla stagionalità e sulla qualità delle materie prime.
Un locale dal profilo francese, una casa del buono e del bello: 
 Friccico  è un posto tutto da scoprire, in una zona residenziale in grande fermento gastronomico.
Il locale può contare su
28 coperti posizionati nella sala interna, oltre ad ulteriori 5 posti al bancone e circa 18 esterni. 

Da Friccico si può gustare una cucina concreta,  legata alla tradizione nei sapori, che nasce dalla spesa quotidiana e dalle primizie delle piccole aziende agricole del territorio, dalla qualità delle verdure appena raccolte e delle carni. Questo approccio ha dato vita ad un menù in continua evoluzione, con una frequente rotazione di nuovi piatti, tutti legati da un fondamentale filo conduttore, quello rappresentato dalle lunghe cotture e dal fuoco vivo.

L’importanza della griglia

La protagonista da Friccico è la Griglia, che qui non è solo sinonimo di carne, poiché utilizzata da Simone quale fondamentale strumento di cucina per rifinire i piatti, per rendere intenso il sapore delle verdure e naturalmente per valorizzare le carni precedentemente impreziosite da marinature e spezie. La griglia a vista, una sorta di quadro in movimento che consente di ammirare in presa diretta il lavoro della brigata di cucina, è alimentata con carbone di leccio argentino che dona un particolare profumo alle pietanze.

Un’offerta gastronomica incentrata sulla combinazione di pochi ingredienti per originare sapori immediatamente riconoscibili, ma anche su lavorazioni fatte in casa che impreziosiscono un menu fortemente identitario.

Un menu vario e completo

Il lavoro dello Chef in cucina si traduce in proposte come la Terrina di faggiano, funghi alla brace, e crostino di pane, il Vitello Tonnato con ‘salsa antica’, Baccalà in tempura con chips di carciofo su crema di ceci. Il menù offre anche una ricca selezione di secondi tra i quali il Petto d’anatra alla brace con caramella croccante ripiena di coscia e salsa al mandarino, il Rollè di coniglio con crema di patate e carciofi fritti. Spazio naturalmente anche ai primi (tutti preparati con pasta fatta in casa) come i Plin di faggiano alla cacciatora con pesto di broccoletti e funghi alla brace ed i Pici trafilati al bronzo con ragù d’anatra in bianco, senza dimenticare i punti di forza del menu,  Le Foie Gras Maison con pere e cipolle caramellate al burro, la Lepre à la Royale farcita con foie gras e tartufo, e la sezione dedicata alla ‘Gastronomia’ con, tra le varie proposte, il Prosciutto d’anatra artigianale di produzione propria.

Una proposta diversa dal comune, c’è l’influenza francese ma contempla la tradizione territoriale con una una grande partecipazione della selvaggina ma che offre anche alternative vegetariane come l ‘uovo 63° con crema di patate e cardoncelli, il tutto corroborato da una carta dei vini, che comprende una interessante selezione di Rossi ma che lascia spazio anche a prestigiose etichette di Franciacorta e Champagne. Friccico è un posto dedicato ai sapori buoni che ha anche un’ importante valenza storica dal punto di vista cinematografico: in questi spazi infatti nel 1977 furono girate alcune scene del film “Un borghese piccolo piccolo” con protagonista l’indimenticabile Alberto Sordi.


Il Ristorante è aperto a cena dal martedì al sabato (dalle 19.30 alle 24) ed a pranzo dal Giovedì alla Domenica (dalle 12.30 alle 15), con giorno di chiusura il lunedì. Inoltre tutti i week end è possibile gustare la divertente formula dell’aperitivo nel dehors con musica cocktail ed una ricca selezione di vini alla mescita, accompagnati da salumi artigianali, gustose tartare e terrine di loro produzione.

Contatti:

Friccico Mangia E Bevi

Viale dei Colli Portuensi 169 – 00151 Roma
Tel. 06.95213511
Cell. 366. 8171293

Ugo Dell’Arciprete

Articoli simili