I luoghi del gusto

Emanuele Petrosino riconquista la sua Stella Michelin

 

Relais Bianca sul lago by Emanuele Petrosino: lo chef riconquista la sua Stella Michelin

Un traguardo importante raggiunto al relais Bianca sul lago by Emanuele Petrosino. Infatti, il gastronomico e chef del Bianca Relais di Oggiono è riuscito a riconquistare la sua Stella Michelin.

Emanuele Petrosino e la sua Stella Michelin

 

Brilla una nuova Stella in provincia di Lecco, lo chef Emanuele Petrosino che riconquista la sua Stella Michelin al “Bianca sul lago by Emanuele Petrosino”, il gastronomico del Bianca Relais di Oggiono.

Parliamo della stella di “Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino”, il gastronomico di Bianca Relais della Famiglia Spreafico, guidato dallo chef campano, ma di origini laziali, Emanuele Petrosino che da metà del 2020, con la sua brigata, ha preso le redini della cucina del relais di design affacciato sul Lago di Oggiono.

Una riconferma per lo chef Petrosino che nel 2019 viene insignito del titolo di “Giovane Chef Michelin 2019” e porta a “I Portici Hotel di Bologna” la prima Stella Michelin.

Un riconoscimento che porta lustro a questo territorio che potrebbe così diventare un’importante meta gastronomica.

L’emozione dello chef

 

Lo stesso chef Petrosino ha affermato di essere entusiasta del grande traguardo raggiunto. Lui stesso parla di sorpresa, speranza, imbarazzo, felicità e gioia. Un lavoro importante, quello svolto dal gastronomico, atto a riconfermare l’ambito riconoscimento al Bianca Relais.

Un assegnazione che avvalora il significato di questo nuovo riconoscimento all’interno di un territorio che non è lago e nemmeno città.

Una Stella Michelin attribuita ad una cucina fortemente identitaria e personale, di grande impatto estetico e di ricerca costante del gusto in ogni piatto.
Un’identità culinaria marcata che lavora sui concetti di essenzialità, estetica del gusto e valorizzazione dell’elemento vegetale con grande eleganza e rigore.
Italianità e mediterraneità i fulcri su cui lo chef imposta ogni sua portata, in una ricerca costante dell’elemento visivo, tra colore e design, che denota la sua forte passione per l’arte e la cromia.

Una cucina d’emozione che stimola i sensi conducendo il commensale a un viaggio parallelo tra esperienza gastronomica pura e un’esperienza introspettiva, che porta al cuore della filosofia dello chef Petrosino.

Articoli simili

Venticinque candeline per Maurizio Ferrillo

Harry

Il ristorante Il Desco presenta “Overture Gourmet”

redazione1

Gourmet Abu Dhabi 2014 : protagonista lo chef italiano Marco Sacco

anna.rubinetto