I luoghi del bere Slide1

La storia di Berlucchi

Conosciamo insieme la storia di Berlucchi e l’amore per il vino

Guido Berlucchi e Franco Ziliani si incontrarono molti anni fa, era il 1955, in piena ricostruzione da dopo guerra. Il primo, erede di una famiglia di commercianti benestanti, il secondo un giovane enologo diplomato alla scuola di Alba. Entrambi amavano il vino ed erano legati a quel territorio che oggi è la Franciacorta, tra Brescia ed il lago d’Iseo. Ed è proprio da li che inizia la storia di Berlucchi.
Nel dopoguerra a Franciacorta non era conosciuta come oggi per i vini, in particolare oggi la Franciacorta è uno dei territori più vocati alla produzione di Chardonnay, con cui si produce lo spumante Franciacorta, rigorosamente prodotto con Metodo Classico, come gli champagne ed i TrentoDOC.

La storia di Berlucchi prende vita nella storica cantina Berlucchi risalente al 1600, Franco Ziliani fu in grado di sperimentare e mettere in pratica i concetti studiati a scuola e visti in Francia. Nel 1961 vide la luce il primo spumante della cantina Berlucchi, era il Pinot Spumante Franciacorta. Le sperimentazioni continuarono negli anni seguenti, in particolare visto il successo dello spumante. Non solo Chardonnay quindi, ma anche Pinot Nero con il quale si voleva ottenere un Franciacorta Rosé, che non si fece attendere molto. Franco Ziliani e Guido Berlucchi sono stati fondamentali per lo sviluppo della Franciacorta dalla loro cantina di Erbusco. Gli spumanti Franciacorta, per sostanza ed immagine, non sarebbero quelli che sono oggi senza il loro contributo. 

I più famosi vini della storia di Berlucchi sono:

Franciacorta Berlucchi Cuvée Imperiale Brut, di fatto è l’erede del primo franciacorta della cantina Berlucchi. Di questo esiste una versione rosé ed una con dosaggio zero.

Franciacorta Berlucchi ’61 Brut, nato negli ultimi anni come omaggio al 1961, l’anno che vide il primo spumante Berlucchi. Di questi esiste anche una versione rosé ed una versione Satèn.

Franciacorta Berlucchi ’61 Nature, prodotto esclusivamente senza dosaggio con un affinamento sui lieviti di almeno 5 anni. Tra questi spicca il Blanc de Blanc, uno Chardonnay in purezza con sentori di Prugna matura, tiglio e nocciola caramellata.

Franciacorta Palazzo Lana extreme riserva, un vino molto pregiato, uno spumante che ha sostato sui lieviti per molti anni ed è prodotto sono nelle annate migliori.

Articoli simili

I vini di Tenuta Diavoletto abbinano la qualità all’arte

redazione1

Al via la seconda edizione di Bottiglie Aperte : il festival dei piccoli tesori dell’enologia italiana

redazione1

Giro Birra Moretti: come abbinare ad ogni pizza la birra Moretti giusta!

anna.rubinetto