Degustì sapori in circolo

Degustì  sapori  in  circolo

Il tour degustativo alla scoperta delle eccellenze della nostra terra.  La IV° tappa di Degustì da “Sciuè, il panino vesuviano” di Pomigliano d’Arco

 

Degustì è un percorso degustativo nel mondo delle eccellenze italiane. Un viaggio alle origini della bontà accompagnato da una giuria di esperti che valutano le preparazioni di chef e pizzaioli ispirati dalla bontà dei prodotti della Luigi Castaldi Group, creatrice del format “Degustì“, sapori in circolo. La Castaldi, azienda di distribuzione, è attualmente a Casoria dove dispone di un deposito di 40.000 metri quadri e ha superato il fatturato di venti milioni di euro. Nel 2002 ha aperto a Pontecagnano  un’azienda specializzata in birra alla spina, nel 2013 si è insediata a Tramonti per meglio raggiungere la Costiera Amalfitana. Il 2013 segna la svolta decisiva verso il ramo spirits, vini, spumanti ed alimentari, oltre a prodotti d’eccellenza come una selezione di sott’ olio,  genuinità, qualità e ricercatezza sono le caratteristiche a cui devono rispondere i prodotti della loro catena.

Il quarto appuntamento, organizzato dal magazine “La Buona Tavola” diretto da Renato Rocco,  ha fatto tappa a Pomigliano d’Arco nel locale “Sciuè, il panino vesuviano” in via Giovanni Boccaccio,  per degustare le proposte dello chef  Mauro De Luca, il quale con i figli Giuseppe e   Marco, che si occupa della sala, conduce da un anno e mezzo il locale di Pomigliano dopo la fortunata esperienza di Ottaviano. La nuova location è di maggiori dimensioni con 90 coperti e indubbiamente è stata una scelta felice:” Oggi il panino ha preso valore non è più il panino classico da strada di una volta – tiene a sottolineare lo chef Giuseppe De Luca – stiamo interpretando il panino come un piatto vero e proprio che necessita quindi tutte le cure di uno chef professionale. Le nostre proposte risentono della stagionalità e sono accessibili a tutti, ragazzi e famiglie“. La cucina è al centro della sala in ossequio alla assoluta trasparenza, in un locale attiguo  vi è la cucina per preparare gli alimenti senza glutine.

Degustì  sapori  in  circolo

la cucina dalle pareti di cristallo

A dimostrazione del successo dell’iniziativa, Mauro De Luca, con una lunga esperienza nel settore, ci dichiara:” Facciamo 300 coperti al giorno, il sabato arriviamo a 700, lo scorso fine settimana abbiamo superato 850 coperti, ci avvaliamo di 26 ragazzi che lavorano con noi in maniera efficiente e motivata“. Quale il motivo di tanta attenzione, specialmente da parte di una clientela giovane ?: ” La semplicità ! – ci risponde Giuseppe – facciamo piatti semplici, rigenerando le vecchie tradizioni in una zona di giovani e contiamo sul sostegno dei social. Ovviamente la qualità delle materie prime è alla base”. Vengono utilizzate carni pregiate per gli hamburger, materie prime tipicamente campane (mozzarella di bufala, provolone del monaco, pomodoro del piennolo DOP) e  prodotti presidi Slow Food, ma è noto che i condimenti sono quelli che esaltano il sapore e rendono i cibi digeribili: in cucina fanno bella mostra di se le lattine bianche del famoso olio extra vergine “La Torretta“, un olio certificato D.O.P. “Colline Salernitane” fatto prevalentemente con tre varietà di oliva : Carpellese, Rotondella e Frantoio.

Giuseppe De Luca, dopo uno stage a Roma con Angelo Iezzi, presidente dell’associazione pizzerie italiane che da trent’anni ha rivoluzionato il modo di fare la pizza  nella capitale, ha aperto con i familiari un locale nelle vicinanze di Sciuè specializzato nella pizza in teglia , uno dei pochi di tale tipo dalle nostre parti. “Anche mia madre Maria e la mia sorellina Anna di dieci anni ci aiutano” ci dice Marco De Luca, il quale conclude: “Lavoriamo molto ma ci prendiamo le nostre soddisfazioni“.

Nella quarta tappa di Degustì si sono potute assaggiare le proposte dello chef Mauro De Luca che ha abbinato i piatti in menù con le birre “Antoniana Craft” note per essere birre rigorosamente non filtrate e non pastorizzate, come Keller, IPA, Double e Deus, dove la tradizione birraria incontra l’estro e la fantasia del birraio! Le birre  sono state le protagoniste della serata, rifermentate in bottiglia nel birrificio agricolo che da sempre pone l’attenzione sul rispetto delle bellezze paesaggistiche e delle  materie prime.

Tutti gli eventi targati Degustì sono dedicati ai professionisti ed a tutti gli appassionati del settore, al mondo dei foodies, agli amanti del buon cibo e dei prodotti di qualità. I piatti preferiti con gli abbinamenti delle birre  sono stati votati attraverso il codice QR,“like” all’immagine di riferimento, con rimando diretto alla pagina per esprimere il giudizio. Il prodotto che riceverà il maggior numero di like sarà eletto vincitore della prima edizione Degustì. Ai fortunati vincitori andrà una gamma completa di birre “Antoniana Craft”,  quelli  meno si dovranno accontentare di un apribottiglie magnetico, oltre alla soddisfazione di aver potuto partecipare ad un banchetto di cui se ne parlerà per molto tempo.

Ora finalmente comprendiamo a cosa servissero le due stufe piramide a gas  a fiamma libera collocate all’esterno del locale Sciuè, a scaldare coloro che attendono pazientemente di poter assaporare tante bontà.

Harry di Prisco

Degustì  sapori  in  circoloQuesto il menù Degustì della quarta tappa :

Crocchè di baccalà
con impanatura di farina di riso
Polpetta al sugo
polpetta di scottona con antico pomodoro Napoli su cialda di pane, con emulsione di basilico e fonduta di parmigiano reggiano 36 mesi
In abbinamento con: Birra Antoniana Craft Keller

Focaccia con genovese
Focaccia con 72 ore di maturazione con farine biologiche tipo “0” e tipo “1”, con corazza di marchigiana cotta a bassa temperatura, cipolla di Alife e scaglie di conciato Romano
In abbinamento con: Birra Antoniana Craft IPA

Tris di panini
Tre mini panini con 36 ore di maturazione con farina “00”
– Hamburger di marchigiana, pecorino bagnolese, noci, scarole napoletana, lardo di suino nero casertano, fili di peperoncino
– Baccalà fritto, papaccelle napoletane sotto aceto, misticanza selvatica (Montoro erbe)
– Battuta di manzo, fungo cardoncello biologico a vapore, scaglie di tartufo e germogli.
In abbinamento con: Birra Antoniana Craft Double

Dolce
Sbriciolata dolce con crema alla nocciola e granella di nocciola
In abbinamento con: il nocino Frà Amedeo “Azienda agricola Fabio de Beaumont”
In abbinamento con: Birra metodo champenois Deus

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-01-25T06:02:37+00:00 Gennaio 2019|Eventi|