L’azienda vinicola Corte Capitelli conquista New York

Davvero un bel traguardo per l’azienda vinicola Corte Capitelli, che ha partecipato alla cena di gala tenutasi lo scorso dicembre presso il Museo dell’Immigrazione di Ellis Island, luogo simbolo della storia degli ultimi secoli, nel quale permanevano tutti gli immigranti in attesa di entrare negli Stati Uniti.

Un grande onore, essendo l’unica cantina vicentina presente con i suoi vini all’importante evento presentato dall’attore italoamericano Chazz Palminteri, sottolineato dalla partecipazione del console italiano a New York, insieme a molti vip e a illustri italoamericani che vivono nella Grande Mela. L’obiettivo della serata, organizzata dall’agenzia di eventi internazionale GR8, era di  raccogliere fondi a favore di God’s Love We Deliver, un ente benefico fondato nel 1985 che si occupa di preparare e consegnare pasti, ma anche di dare assistenza nutrizionale, a persone che convivono con gravi malattie nell’area metropolitana di New York.
La suggestiva ambientazione, ai piedi della Statua della Libertà, ha visto protagonisti i vini di Corte Capitelli selezionati per la cena di gala – Capitello Zero.1 e Capiteldeoro – introdorre l’aperitivo con un cocktail di benvenuto accompagnando le preparazioni di Massimo Bottura, pluristellato chef titolare della Osteria Francescana, che ha curato l’intero menu.

Nel corso dell’evento, particolarmente apprezzato dai numerosi ospiti intervenuti, i vini vicentini hanno evidenziato la pienezza del bouquet intenso e profumato, realizzati con uva Garganega in purezza. Scelti e selezionati dal famoso winemaker Roberto Cipresso, saputo imporsi per autorevolezza e personalità, in accordo perfetto con i piatti proposti da Bottura. Un bel successo per Corte Capitelli, che produce vini di elevato valore, a Montebello (VI), una delle più belle aree vitate del vicentino; un’azienda giovane e vivace, che inizia nel migliore dei modi la sua avventura alla conquista del mercato americano.

Per informazioni: www.cortecapitelli.it

By | 2020-11-03T20:32:00+01:00 Gennaio 2018|Eventi, I luoghi del bere|