News

Doppio appuntamento Rural Market : sabato 21 ottobre la pecora è protagonista

Al Rural Market di Parma arrivano i pecorini di Garfagnina e Massese, mentre alla Rural School di Traversetolo proseguono i nuovi corsi di biodiversità agricola con le pecore dell’Appennino settentrionale

Continuano gli incontri dedicati alla biodiversità agricola del territorio tosco-emiliano al Rural Market di Borgo Giacomo Tommasini 7.
Al centro loro, gli agricoltori e allevatori custodi, guidati dalla passione per la salvaguardia di prodotti della terra e da razze animali a rischio di estinzione, di grande qualità e dal forte legame con il territorio. Piccole realtà emiliane e toscane che si presenteranno periodicamente al pubblico il sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30.
Il 21 ottobre, dalla provincia di Lucca, Verano Bertagni, allevatore di pecore Garfagnine e Massesi sarà il protagonista della mattinata insieme ai suoi ottimi e introvabili pecorini.
Il 28 ottobre, ancora Toscana protagonista con Matteo Nativo, del Poderino Bio di Figline Valdarno (FI), che parlerà di pane e pasta fresca ricavata da grani antichi (Sieve, Andriolo e Inalettabile) appartenenti alla biodiversità toscana, molto più digeribili rispetto ai grani abituali che consumiamo, così come ogni grano antico.
Il Rural Market è aperto dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 17 alle 20. Chiuso la domenica e il lunedì. Tel. 0521.237485. Proseguono anche i nuovissimi corsi di biodiversità agricola a tema nella sede del Prosciutto Bar – Rosa dell’Angelo (via per Parma, 6) a Traversetolo. Un’opportunità unica di riscoprire la biodiversità e di apprendere quei saperi che scandiscono la vita di agricoltori e allevatori custodi che vivono nel rispetto della natura, proteggendo e valorizzando antiche varietà vegetali e antiche razze animali. Maestri come Enzo Melegari (docente dell’istituto tecnico agrario di Parma e uno dei maggiori esperti di piante da frutto dell’Emilia), Mauro Carboni (agronomo che si occupa di varietà vegetali a rischio di estinzione della regione) e Alessio Zanon (etnologo zootecnico, interessato al recupero delle razze zootecniche in pericolo di estinzione) accompagneranno gli iscritti in un viaggio approfondito nella biodiversità vegetale e animale. Ogni lezione teorica sarà seguita da una visita a tema nei campi, nelle stalle e negli stabilimenti di lavorazione dei prodotti. Un’unica giornata intensa e concreta, che non lascerà delusi.
Sabato 21 ottobre Zanon presenterà le pecore autoctone dell’Appennino settentrionale, la tecnica di allevamento, l’alimentazione e le relative produzioni tipiche (carne, latte e lana) con successiva visita a un pastore transumante che parlerà della propria storia fatta di passione, sacrificio ma anche di tanta soddisfazione.
Si parlerà di maiale nero e della produzione di prosciutto stagionato il 28 ottobre ancora con Zanon e con esperti dell’azienda Rosa dell’Angelo di Traversetolo (Parma) che alleva maiale nero sulle colline di Rivalta (Parma) allo stato semi brado (visita in fuoristrada all’allevamento), visita alla produzione e alle cantine di stagionatura e degustazione finale (degustazione e trasferimento sono compresi nella quota d’iscrizione).

Per informazioni e prenotazioni: 342.9128266 e info@rural.it. Per approfondire: www.rural.it

 

Articoli simili