Akademia Cucina &More: ostriche francesi e Franciacorta sul lago Lucrino

La nuova veste dell’ex Ninfea che oggi ha un’impostazione del tutto di tendenza, un locale quasi h.24 dove e’ possibile passare il tempo, dal brunch a tarda notte con un bar che fa signature cocktails ed e’ fornito di tutto.

Sabato scorso sul lago di Lucrino, non lontano da Napoli e da Pozzuoli, si è vissuto un momento di pura emozione gastronomica presso l’ Akademia Cucina & More, nel luogo dove sorgeva lo storico ristorante “La Ninfea”. Abbiamo incontrato Adriano Gigante, ideatore del progetto intitolato appunto Akademia Cucina & More:

Il progetto prevede di portare a Pozzuoli una cucina internazionale, grazie alla struttura che merita e all’innovazione, in un locate dove si può venire anche solo per un caffè>> con questa introduzione la nostra curiosità non può che accrescere: << Il nostro consulente – continua Gigante – per il bar è Mattia Pastore, campione d’Italia 2013-2016 e classificatosi VI nel mondo per la sua categoria, sotto la sua direzione il bar è stato affidato a Gennaro Ranieri, napoletano tornato in patria, appositamente per sposare il nostro progetto, dopo una esperienza in Inghilterra. Il ristorante utilizza pesce locale  freschissimo, secondo la migliore tradizione della “Ninfea”.

Ci sono state anticipate le iniziative che si terranno presso l’ Akademia in futuro che saranno fuori dagli schemi delle cerimonie e consentiranno al locale di diventare il salotto buono di Pozzuoli e di Napoli: un vero locale glamour.

Akademia Cucina &More

la terrazza sul lago

Ritornando all’evento di sabato, l’occasione è stata data dall’aperitivo alla scoperta delle ostriche francesi. Il percorso della degustazione, guidato da Vincenzo Supino, Oyster Ambassador di Oyster Oasis (www.oysteroasis.it) , ha previsto una degustazione di quattro diverse ostriche, di cui tre allevate sulla Costa Atlantica francese, nelle acque tra i fiumi Giranda e Charente, e una in Irlanda: la Perle Rose Tarbouriech, coltivata in Languedoc-Roussillon usando il metodo a sospensione (in un modo assolutamente innovativo ed eco-compatibile utilizzando pannelli fotovoltaici), dalla conchiglia incredibilmente distinta e levigata, bianca con sfumature rosee, dal frutto abbondante e iodato con note dolci, vegetali e fruttate. La Marquise de Bonsonge (Poitou-Charente), otto mesi di affinamento, con forma concava e pienezza del frutto, tutto elevato verso un gusto deciso, fruttato, dalla persistenza equilibrata tra l’inizio iodato ed il finale zuccherino. Ronce Maison David Hervè (Poitou-Charente), un’ostrica molto particolare, armoniosa nel sapore, frutto croccante in una conchiglia forte, ricca di iodio e dal finale vegetale. E, infine, l’Ostra Regal irlandese (Bannow Bay), ritenuta dai grandi ostricoltori “la scelta del re”: carnosa, raffinata, consistente.Akademia Cucina &More

Le ostriche hanno sapori complessi che variano in base al luogo di provenienza e le acque influenzano il loro profilo aromatico. «La diversità e unicità delle ostriche è pari a quella dei vini di Champagne – spiega Vincenzo Supino – prima di tutto i mari non sono tutti uguali e poi le ostriche attraversano molteplici fasi prima di essere degustate, tra acqua salata e dolce, correnti e maree, soleggiate e piovaschi, sotto l’attenta e scrupolosa mano dell’ostricoltore che aggiunge la propria firma attraverso tecniche ancestrali e moderne».

Ad accompagnare l’aperitivo, un Franciacorta di grande qualità della cantina Corteaura (www.corteaura.it) , in versione Brut e Satèn, caratterizzato da un perlage fine e persistente, prodotto interamente con uve Chardonnay, ottimo come aperitivo e perfetto per accompagnare piatti a base di pesce e verdure, carni bianche e formaggi stagionati.
Le sfumature sensoriali di questi speciali molluschi si intonano perfettamente con lo spirito di Akademia Cucina & More, il locale che per molti anni ha preso il nome di “Ninfea”, e che oggi non è solo una terrazza sul lago ma molto di più: è un’Akademia, un luogo pensato come un laboratorio culinario dagli alti standard qualitativi, curato nei minimi dettagli, in cui i protagonisti assoluti sono giovani chef chiamati ad interpretare al meglio i sapori autentici della gastronomia flegrea, trasformandola in un progetto ambizioso di respiro internazionale. Il tutto dietro la bellezza di una cucina a vista. La carta dei vini è un’accurata e ricca selezione delle migliori etichette di tutte le regioni d’Italia, esposte in una cantina che si estende in un’area in pieno stile contemporaneo, dotata di una zona privé per assaporare al meglio l’ebrezza. Il panorama mozzafiato e il design degli arredi fanno da cornice a un perfetto angolo bar dove è possibile scegliere tra i più svariati cocktail, una selezione di 90 whisky e distillati provenienti da tutto il mondo. Il locale è aperto tutti i giorni, dalla mattina sino a tarda sera, e dalla colazione all’aperitivo, dalle ostriche al dopocena, per suggellare con gusto ed eleganza qualunque momento della giornata.

Per maggiori informazioni www.akademiacucina.it

Harry di Prisco

By | 2017-10-04T00:36:55+02:00 Ottobre 2017|I luoghi del gusto, Slide|