OLIO SASSO La pancia non c’è più

OLIO SASSO La pancia non c’è piùOlio Sasso, oggi sul mercato sotto l’egida di Deoleo, gruppo alimentare multinazionale leader nel mondo per la vendita dell’olio d’oliva, vede riproposto al grande pubblico con grande soddisfazione un piccolo pezzo della propria storia.

 

Uno dei più celebri cortometraggi di Carosello dedicati a Sasso è oggi in allegato con Repubblica e L’Espresso, in occasione dei 60 anni dell’immortale format che è entrato nelle famiglie degli italiani come un “rito sacro” per vent’anni dal 3 febbraio del 1959.

Gli slogan di Carosello e i deliziosi cortometraggi fanno parte della cultura diffusa di tutto il Paese e si tramandano di generazione in generazione. Alcuni di essi, sostengono i migliori pubblicitari d’oggi, sarebbero perfettamente attuali per la loro ironia e per la perfetta pertinenza promozionale.
Tra questi sicuramente il cortometraggio “Sogno e Risveglio” (1968), nato dall’agenzia del grande Armando Testa, per la regia di Corrado Farina – copywriter dal 1963 di tutti i Caroselli dell’Olio Sasso – che vede il volto allora più rappresentativo del brand, Mimmo Craig affiancato dalla storica spalla Edith Peters.OLIO SASSO La pancia non c’è più

 

Il protagonista, impegnato in un terribile sogno nel quale combatte goffamente con la sua enorme mole, al risveglio sorride sollevato al motto di “La pancia non c’è più”: uno spot ante litteram che ha consegnato alla storia uno dei più riusciti tormentoni della televisione che tutti ricordano abbinato alla storica lattina verde, semplice e unica, dell’olio di oliva famoso per la sua leggerezza.
Anche l’accostamento alla musica de “Il mattino” di Edvard Grieg è particolarmente riuscito e identifica ancor oggi l’Olio Sasso con la soavità di quella melodia.

Olio Sasso è ormai un’icona che fa parte della vita quotidiana degli italiani, dunque, con la sua imperturbabile lattina verde, oggi più moderna nella forma e leggermente modificata nei font della scritta, ma perfettamente riconoscibile e in linea con la propria storia.
Nell’autunno dello scorso anno – a testimonianza della grande fedeltà ai valori del passato – l’azienda olearia ha proposto la campagna “La Storia di Sasso e l’Arte”.
Le lattine sono state impreziosite sul retro dalle illustrazioni pubblicitarie artistiche proposte da Sasso nei primi anni del Novecento e negli anni Cinquanta.

 

By | 2020-10-20T02:55:44+02:00 Febbraio 2017|Food, News|